Atletica News — 08 settembre 2009

E’finita con la Lombardia in trionfo la 12^ edizione dei Campionati Italiani su pista del Centro Sportivo Italiano. E per la quinta volta consecutiva è stata l’Atletica Rigoletto di Mantova a salire sul podio più alto. L’accelerazione definitiva per la vittoria a squadra l’hanno data la seconda giornata di gare e le staffette conclusive, dove gli atleti in canotta gialla hanno conquistato moltissimi dei centocinquanta titoli in palio a Castelnovo de’ Monti, sull’Appennino reggiano.
Gli altri gradini del palco d’onore di premiazione sono stati occupati dall’Atletica Bellano di Lecco e dall’Atletica Albanese di Como. La classifica generale femminile per società è stata invece appannaggio dell’Albatese, con Polisportiva Borgo e Rigoletto a seguire. Nella graduatoria maschile, sul podio sono saliti anche i veneziani della S. Marco, con un brillante secondo posto, preceduti però dai ‘rivali’ dalla Rigoletto e seguiti dagli azzurri della Bellano.
E’ stata l’edizione dei record: mille partecipanti, 2300 atleti-gara, 33 primati nazionali CSI battuti, 83 comitati rappresentati ed 11 regioni presenti. Anche i  calendari-orario sono stati lunghi e complessi; si è gareggiato nella prima giornata fino alle 22. Tra le province Vicenza e Trento si sono dimostrate autentiche fucine di giovani promesse e vere miniere d’oro per le vittorie conseguite. Una citazione la merita il Molise, grazie al contributo offerto da alcune belle prestazioni vincenti degli atleti della Virtus Campobasso.
Spettacolare e molto applaudita nella giornata conclusiva la staffetta ‘svedese’ con il quartetto di atleti in pista a gareggiare su un totale di 1000 metri, suddivisi per frazioni di 400-300-200-100 metri. Ed è qui che è venuto fuori uno dei record nazionali della giornata con i mantovani che hanno chiuso in 2’14’40, nella categoria mista ragazzi-cadetti.
Ma in Emilia-Romagna  sono stati tanti i giovanissimi a brillare ed alcuni rientrano tra le speranze dell’atletica nazionale. Dopo le vittorie della velocista Judy Ekeh Udochi, occhi puntati anche sull’ostacolista Valeria Grigolato (Csi Modena) e sulla mezzofondista Chiara Renso (Dueville Vicenza), che ha conquistato oro e record sugli 800 metri (2’20’) e 3000 metri (10’21’). In campo maschile il saltatore in lungo ‘cadetto’ Riccardo Pagan (S. Marco Venezia) si è ripreso un titolo con la ragguardevole misura di 6,56 metri, mentre Davide Cellario (Atletica Reggio) promette in futuro faville, alla luce del 9’30 nella finale vinta (con primato) dei 60 hs.
Ai saluti conclusivi, dopo la S. Messa celebrata dal consulente ecclesiastico del comitato di Reggio Emilia, c’erano le massime cariche provinciali e regionali, con in testa il sindaco di Castelnovo, Marconi, il presidente del Coni dell’Emilia, William Riverberi, accompagnato dal responsabile della Comunità montana locale e per il CSI, tra gli altri, il direttore tecnico nazionale, Renato Picciolo ed il consigliere di presidenza nazionale, Salvatore Maturo.

Autore: Giovanni Mauriello

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>