Cronaca slide — 07 agosto 2016

meryem lagonegro 2016La magica voce di Mango, le note delle sue melodie più conosciute, l’emozione che ha invaso lo stadio. Mango, Figlio di Lagonegro (e legatissimo alle sue origini): bello vedere tanti con gli occhi rossi, tanti che lo ricordano e gli vogliono bene. La piazza a lui dedicata mi ha accolto all’arrivo nella sua città: ho sbagliato strada, ma penso che Mango mi abbia voluto proprio lì, sapendo che io sono il suo primo fan, da sempre.

E la gara, la 28^ edizione della Coppa Avis Lagonegro: un concentrato di grande qualità al via, con atleti di calibro assoluto. Questo sia in campo maschile sia in quello femminile.

Gara

Percorso tosto, su circuito, totale 10.700 metri maschile e 7.200 per le donne.

Dicevo del grande parterre, e vedere al via Kenia, Ruanda, Italia a gran livello, beh è sempre un bello spettacolo (di cui ha goduto anche un buon pubblico presente).

Felicien Muhitira, Ruandese segnalato in gran forma, ha mantenuto fede alle attese ed ha fatto una gran differenza, dopo aver atteso per 5 dei sei giri previsti (partenza e arrivo nello stadio). Ed è stato proprio l’ultimo giro, il sesto, a delineare definitivamente la classifica finale, con Felicien capace di percorrere gli ultimi 1800 metri sul piede dei 2’55” a km (nonostante le ondulazioni del tracciato). Alle spalle del vincitore, un’eccesima ottima prova per Said El Otmani (reduce dalla splendida vittoria di Maiori di 24 ore prima). Terza piazza per il keniano Edwin Melly. Come sempre alla grande Pasquale Rutigliano (2^ Italiano al traguardo e 8^ nella classifica generale), e bella prova del giovane Campano Alessandro Lombardi, 3^ Italiano e 9^ nella generale).

La classe e il talento di Meryem Lamachi lasciano il segno anche a Lagonegro: perfetta nella condotta di gara, ritmo costante, selezione incredibile, vittoria con stile: come sempre. Per sottolineare la prova di Meryem, basta dire che la seconda al traguardo (la Keniana Eunice Chebet) è stata costretta a correre per oltre 2’ prima di fare suo il gradino del podio posto alla destra della vincitrice. Terza Beatrice Cheptoo, con una gran prova di Viola Giustino (4^ e prima Italiana). Podio italiano poi completato da Faustina Bianco e dalla giovane Campana, Francesca Palomba.

Classifica a squadre andata all’Atletica CorrerePollino.

Non in tanti a Lagonegro ma, vi assicuro, la qualità degli atleti e, soprattutto, le emozioni che ho provato, sono state inversamente proporzionali al numero degli atleti al via.

Marco CasconeMarco Cascone

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>