Cronaca — 12 novembre 2007

Lo sfarzo dell’Accademia Navale ha dato ampia luce alla 27^ edizione della maratona di Livorno; l’imponente struttura militare è stata al centro dell’evento con l’avvio della manifestazione ed il suo attraversamento. Nuovo il percorso di gara con l’eliminazione della zona del porto, ma con tante strade del centro attraversate, specie nella prima parte. I podisti hanno avuto modo di ammirare le bellezze della città, con alcuni dei monumenti più rappresentativi.


Oltre mille gli atleti in gara, soprattutto perché c’era anche la mezza maratona, che ha visto tantissima partecipazione. Diciamo subito che l’intero podio maschile è stato keniano, mentre le donne italiane hanno occupato quello femminile. Per la maratona è questo il quadro di lettura della corsa, con il favorito Philemon Kipkering (Atl. Gonnesa) che si è imposto in 2h19’41’, davanti al connazionale Joshua Rop, giunto a 63′. Terzo Chepsergon Noah Rugut (Acsi Palatino Campidoglio) in 2h20’54’. Il primo italiano è Emanuele Zenucchi (La Recastello Radici), 5° classificato in 2h28’29’.


Per le donne è stata Cristina Neri (Jaky Tech Apuana) a tagliare per prima il traguardo in 2h48’33’, seguita da Faustina Bianco (Alteratletica Locorotondo) in 2h54’03’; terzo posto per Veronica Luongo (Team Suma) in 2h57’00’.


La corsa è partita dal piazzale delle Ancore, di fronte l’Accademia, subito interessata dal percorso; ciò è stato possibile grazie alla collaborazione tra il team della Maratona di Livorno ed i vertici militari con il comandante, l’Ammiraglio di Divisione Cristiano Bettini. Da notare che a Livorno il cappellano della Guardia di Finanza, Don Gabriele, è un assiduo podista e da tempo si batte con progetti di solidarietà verso il mondo giovanile. L’arrivo della corsa era all’interno del campo sportivo di via Allende.


Per quanto riguarda la mezza maratona, successo bis del Kenia con Henry Kiplagat Rutto (Atl. Camaiore) in 1h06’51’, davanti al portoghese Alberto Almeida in 1h08’22’, terzo l’italiano Massimo Tocchio in 1h08’25’.


La 21 km. donne è andata a Rita Bartoli in 1h19’33’, seguita da Denise Cavallini (Jaky Tech Apuana) in 1h21’06’ e Ana Nanu in 1h23’56’.


Tanti gli sportivi che in giro per la città hanno voluto effettuare il tour dei Fossi Medicei in battello, con la visione del quartiere La Venezia con il Mastio di Matilde e la Fortezza vecchia.

Autore: Giovanni Mauriello

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>