Medicina slide — 08 giugno 2016

posturaUna postura corretta di un podista prevede:

  • Postura bilanciata in avanti: è necessario tenere la testa alta e lo sguardo sempre rivolto in avanti, tenere il busto in avanti e le spalle indietro, rilassate e non piegare il tronco in vita;
  • Braccia compatte: il movimento del braccio disteso deve essere corto e deve muoversi avanti e indietro, non da un lato all’altro; i gomiti non devono estendersi avanti il tronco se non durante lo sprint;
  • Corretto appoggio del piede: è consigliabile atterrare dolcemente poggiando il piede in linea perpendicolare col ginocchio piegato; evitare di poggiare col tallone e fare un passo troppo lungo, ma evitare anche di correre solo sulle punte, in quanto è necessario effettuare una rullata per dare una buona elasticità di ritorno quando si appoggia il piede;
  • Alta cadenza: mantenere un ritmo di 170/180 passi al minuto; contare 30 passi per gamba ogni 20 secondi per ottenere una cadenza di 180; passo leggero e morbido.

Molti podisti che si dedicano alla corsa in maniera costante trascurano l’importanza che riveste un corretto assetto posturale durante la corsa e molti di essi non dedicano abbastanza attenzione alla valutazione della propria postura e del proprio appoggio. Uno stile corretto di corsa può garantire all’atleta non solo un aumento di performance, ma soprattutto una prevenzione agli infortuni, in quanto uno schema fisiologico sbilanciato non può che avere conseguenze negative. Nella corsa le maggiori sollecitazioni e infortuni si localizzano prevalentemente negli arti inferiori, ma si distribuiscono e possono avvenire su tutta la catena muscolo scheletrica del corpo. Inoltre, per una corretta postura è necessario che i muscoli maggiormente coinvolti nella corsa siano tonici. Il tricipite surale, che è formato da 3 ventri muscolari, quali il soleo e i due gemelli mediale e laterale, serve per ammortizzare l’impatto al suolo; il quadricipite si contrae per stabilizzare attivamente il ginocchio; il bicipite femorale controlla l’oscillazione della coscia e della gamba durante l’avanzamento del ginocchio; i muscoli del bacino e del tronco (ileo-psoas, addominali, lombari, ecc.) sono stabilizzatori durante tutto il movimento; il soleo e il grande gluteo generano il movimento propulsivo. Qualsiasi rigidità, tensione, accorciamento muscolare eccessivo, deficit ed uno squilibrio tra ipertonia e ipotonia di alcuni muscoli, possono causare traumi cronici che possono comparire quando la distanza e l’intensità aumentano.
Quindi, riassumendo, ecco alcuni consigli per stare lontano dagli infortuni: dedicare alcune sedute settimanali al potenziamento muscolare a corpo libero, con elastici e con pesi leggeri; dedicarsi ad almeno un paio di sedute settimanali di ginnastica posturale o pilates che aiutano a ridurre notevolmente tensioni e accorciamenti muscolari, in quanto sono attività che allungano e rilassano i muscoli.
Queste sedute non devono essere fatte senza un criterio e senza seguire degli schemi ben precisi, in quanto si corre il rischio di far peggio oppure di eseguirle inutilmente, senza ottenere alcun risultato. Il corridore deve quindi essere ‘’educato’’ e seguito da personale qualificato sia per le sedute di potenziamento che per le sedute di ginnastica posturale e pilates, anche perché con dei buoni schemi una seduta potrà e dovrà comprendere esercizi di respirazione, mobilizzazione, propriocezione, potenziamento e auto-allungamento.

Dr Roberto Calamaro
https://ilpodistafisioterapista.wordpress.com/

Fonti
http://www.corsanaturale.it
http://www.altrarunning.com/run-better#LearnToRun

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>