slide TuttoCampania — 15 settembre 2016

maddaloni-amodio-cascone-marangioSpesso, nella nostra quotidianità, incontriamo persone che potrebbero non capire la motivazione alla base di così tanto scalpitare per quello che in fondo è un semplice sport. E alla fine si finisce per essere giudicati come dei “folli” o, più comunemente, conosciuti come “coloro che la domenica non hanno proprio nulla da fare”. Ma…dietro ognuno di questi “folli” si nasconde una vita frenetica, il più delle volte anche complessa, fatta di tanti sacrifici, alcuni dei quali rivolti proprio alla possibilità di vivere quell’istante di felicità.

Vi starete chiedendo: Ok, ma cosa c’entra tutto questo con Marcianise? Ecco, in effetti nulla. Tuttavia, il punto non è il “dove”, ma è il “chi” che fa la differenza. Ho avuto modo di dire la mia su parecchie tappe e sarò felice di fare lo stesso anche per questa. Ma – non me ne vogliate – vorrei anche un po abusare di questo spazio e dedicare buona parte d iquesta mia considerazione ad una persona che sicuramente di sacrifici e vita frenetica se ne intende, e che ancora più sicuramente è una “folle”: Rosaria Marangio, la vincitrice dell’ottava edizione della CorriMarcianise. Lei la protagonista delle mie parole.

Bella gara quella organizzata dalla Podistica Marcianise, sempre molto frequentata dagli atleti per caratteristiche e velocità del percorso. Una gara a cui sono personalmente legata per le emozioni ed i segnali che è sempre stata capace di restituirmi; una gara che per la prima volta mi sono trovata a vivere come semplice spettatrice, fotografa e collaboratrice di Podistidoc. In genere uso le parole per far rivivere attraverso le stesse i momenti e la città che li ospita. Ma dal momento che a farlo bene ci hanno già pensato colleghi più in gamba, vorrei soffermarmi di più su quello che si prova a stare in mezzo a questi “folli”, persone capaci di rendere una giornata uggiosa, come quella di Domenica scorsa, un momento di pura felicità. E l’ho vista, toccata e respirata questa felicità: in ogni richiesta di foto, in ogni sorriso strappato, in ogni posa immortalata… era sempre li, ben visibile sui volti di persone capaci di farti sentire parte di quella loro immensa gioia. Ed ecco il mio segreto, ecco cosa effettivamente faccio quando la domenica mattina mi reco in gara, pur se non nei panni dell’atleta: immortalo istanti di felicità. In ogni foto racchiudo un momento, un gesto, un’idea, e questa volta anche una speranza: quella di poter vedere una mia amica coronare la soddisfazione di toccare il primo gradino del podio. Non lo nascondo e nemmeno vorrei, ma ho tifato per lei fin dal principio, perché so cosa significa sentire addosso la pressione di chi sa che deve solo fare la sua gara. E Rosaria Marangio l’ha fatta, ci è riuscita, trattenendo in parte, e con molta difficoltà, quell’adrenalina che spesso la spinge a dare sempre di più nella prima parte di gara, per poi giungere al traguardo con la bellezza di chi ha nelle gambe solo tanta umiltà. Senza nulla togliere a nessuno, una gran gara per lei, che ha saputo tener duro non solo alle avversarie, ma anche una umidità che ha dato filo da torcere a molti. Una sportiva come poche, ma soprattutto una donna come poche, capace di fare la differenza persino sul palco con i giusti riconoscimenti al coach Marco Cascone, che ha seguito tutto il suo lodevole cammino atletico, e alla famiglia, sempre pronta a supportarla – e “sopportarla” a sua detta.

Ed è dunque lei la nuova regina di Marcianise: collega di coach, amica, avversaria…ma soprattutto sua ammiratrice. Non mi resta che rimandare tutto alla prossima edizione, nella speranza che, in qualunque versione possa viverla, sia sempre previsto – oggi come in passato – un infinitesimo istante di felicità.

Martina AmodioMartina Amodio

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>