Cronaca — 13 marzo 2011

Questa volta Pieve di Cento (Bo) con la sua 28^ Maratonina delle 4 Porte nonostante un cielo grigio che prometteva pioggia poi arrivata sul finire della gara, ha offerto squarci d’azzurro grazie alla bellissima prestazione della veneta Giovanna Epis la 22enne del Corpo Forestale dello Stato. La Epis ha saputo imporsi con gara molto accorta e distribuendo bene le forze per chiudere in crescendo nel finale che l’ha portata ad ottenere alla sua quarta esperienza sulla mezza un 1.13’41’ personale e crono di assoluto (prec. 1.15’23’ a Grosseto nel 2010). Ma gli squarci d’azzurro erano iniziati con gli arrivi maschili dove in una gara con al via ben sette marocchini, due keniani e un ruandese l’aviere Domenico Ricatti ha colto un brillante quarto posto in 1.04’00’ personale e seconda prestazione italiana stagionale, bene anche Alberto Montorio nono a soli 4 secondi dal suo personale, entrambi compresa la Epis con una tifosa d’eccezione ha tifare per loro quale l’azzurra Elisa Cusma. Quasi 800 gli iscritti alla maratonina (4250 nelle camminate) con 700 classificati, molti forse per paura delle annunciate cattive condizioni meteo non hanno ritirato il pettorale prenotato. La gara maschile si è conclusa in volata e ancora una volta quasi un replay della domenica prima a Piacenza si è imposto il marocchino Taoufique El Barhoumi (Casone Noceto) in 1.03’43’ precedendo i due keniani Erik Chirchir e Abraham Talam. In quella femminile dopo alle spalle della Epis la keniana Salina Jebet e la marocchini Siham Laaraichi, poi Laura Ricci e l’italo romena Ana Nanu. Presenti le varie autorità cittadine dal sindaco all’assessore allo Sport della Provincia bolognese e ad accogliere i partecipanti della competitiva anche il simpaticissimo Eraldo Tura dei Gemelli Ruggieri, che aveva corso in mattinata la 12 km della Camminata Intorno alla Pieve, nella mezza hanno chiuso anche Julia Jones giornalista delle Rivista Correre e Renzo Lopreiato l’atleta con sei bypass che domenica sarà al via della maratona di Roma. Ordine d’arrivo

Uomini: 1° El Barhoumi (Mar) 1.03’43’, 2° Chirchir (Ken) 1.03’48’, 3° Talam (Ken) 1.03’59’, 4° Ricatti (Aeronautica) 1.04’00’, 5° Sebahire (Rwa) 1.04’06’, 6° Filali (Mar) 1.04’11’, 7° Mokraji (Mar) 1.04’20’, 8° Saji (Mar) 1.04’24’, 9° Montorio (Aeronautica) 1.04’37’, 10° Lyazali (Mar) 1.06’04’, 11° Slimani (Mar) 1.06’04’, 12° Iannelli (F.Azzurre) 1.06’19’, 13° Lanziner (Quercia Rovereto) 1.07’54’, 14° Gaspari (Gabbi Bo) 1.09’09’, 15° Casolin (Gabbi) 1.09’19’. Ordine d’arrivo

Donne: 1^ Epis (Forestale) 1.13’41’, 2^ Jebet (Ken) 1,16’07’, 3^ Laaraichi (Mar) 1.17’22’, 4^ Ricci (Corradini) 1.18’50’, 5° Nanu (Gabbi Bo) 1.20’55’, 6^ Damiani  (Cus Fe) 1.22’23’, 7^ Patuelli (Gabbi) 1.24’43’, 8^ G.Borghini (Gabbi) 1.25’53’, 9^ Borzani (Atl. Città di Pd) 1.26’40’, 10^ Bradaschia (G.Marc. Gorizia) 1.27’04’.

Autore: Michele Marescalchi

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>