Medicina — 18 aprile 2009

Gli amici che mi trovano esuberante e pieno di vitalità nonostante il mio recente tracollo sentimentale si chiedono da dove abbia preso l’energia per tirarmi su. La risposta è la corsa. Dopo una seduta di allenamento ci si sente stanchi ma felici, di buon umore, pieni di energie positive: questo è l’effetto delle endorfine, gli ormoni della felicità, che dopo si propagano dal cervello in tutto il corpo. La loro funzione principale è quella di aiutare a sopportare il dolore e la fatica; l’esempio di massimo utilizzo di questo ormone è, per le donne, il momento del parto: le endorfine aiutano infatti le mamme a sopportare il dolore e addirittura a ricordare solo la parte euforica dell’evento. Si tratta di una vera sostanza stupefacente, nel senso che altera la realtà. A chi corre succede la stessa cosa: dopo la corsa avvertiamo un formicolante stato di ebbrezza, una sensazione bellissima che crea dipendenza, e chi la prova ha quasi difficoltà a farne a meno. L’armonia diffusa post-corsa ha ripercussioni positive durante tutta la giornata, e dura fino al momento di andare a letto. Uno degli effetti immediati del fitness, in qualsiasi disciplina, è l’aumento del desiderio sessuale: si fa l’amore di più e meglio. E non si tratta solo di performance: non è solo la componente fisica che è più allenata e lavora meglio, ma è proprio la testa che cambia, e si pone in modo più positivo, con maggiore vitalità, libido e determinazione. Altro ormone messo in circolo dalla corsa è la serotonina. Oltre alla sua funzione antiemorragica e antinfiammatoria, la serotonina è l’antidepressivo più diffuso in natura. E tutti i farmaci che combattono la depressione agiscono sul cervello per ottenere l’aumento dei livelli di serotonina. Chi è giù di morale, chi vive un periodo sfortunato, può ottenere un po’ di sollievo dalla corsa: grazie allo sforzo continuato, la serotonina aiuta a ‘staccare’ dai propri problemi. Non serve tanto tempo, dopo un paio di mesi di impegno continuativo, lo sforzo viene ampiamente ripagato con una serie di benefici:
1. il cervello riceve sangue più ossigenato e quindi aumenta la tua lucidità mentale;
2. tutti i muscoli ricevono più sangue e più ossigeno, e diventano più forti ed elastici;
3. migliora l’attività neuronale e con essa la capacità di apprendimento e la creatività;
4. aumenta la capacità autoimmunitaria dell’organismo;
5. aumenta il testosterone e quindi il dinamismo e la vitalità;
6. il cuore si rafforza e diventa sempre più efficiente: ottiene un risultato migliore lavorando di meno ( in un anno sono passato, a riposo, da 62 battiti al minuto a 48, quindi il mio cuore che prima faceva circa 100’000 pulsazioni al giorno, oggi ne fa circa 75’000) 7. il sonno diventa più facile e più profondo Il bello della corsa è che ti fa stare bene. Con il tuo corpo, con la mente, con gli altri. E’ la migliore di tutte le droghe, assolutamente naturale ed eccezionalmente benefica. Provare per credere. Cin cin Liberamente ispirato a ‘Quelli che corrono’ di S. Baldini

Autore: Antonio Bignone

Share

About Author

Peluso

  • Raffaele Fruttaldo GS Stufe di Nerone

    Concordo pienamente…sono orgoglioso di essere anch’io un “drogato” della corsa.

  • capasso giuseppe

    CHE BELLO DROGARSI NATURALMENTE…E NON SOLO…ANCHE PRENDERE DEL VIAGRA NATURALE…GRANDE LA CORSA…

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>