slide TuttoCampania — 11 dicembre 2017

corsa del cuore 2017Piccoli accorgimenti, puntualizzazioni organizzative, e la Corsa del Cuore (versione classica: 10 km, e versione Straliternum: 21km) può diventare una delle gare top della Campania, un punto di riferimento per tutti. Bella la scelta logistica, il percorso, l’accoglienza, manca solo quel pizzico di coordinamento in più: ma questo può essere giustificato dalla difficile opzione di due eventi in uno, in zona, tra l’altro, tanto bella quanto non facile dal punto di vista della compatibilità viaria. Ma questa è comunque una gara da monitorare e da tenere più che presente: può crescere tanto e fare la differenza.

La gara infatti, nelle sue due versioni:

La 10 km (in realtà, per la precisione, 10.400 metri) è di facile appannaggio dei due pronosticati prima del via: Giuseppe Soprano (Caivano Runners) e Loredana Brusciano (Atl. Aversa-Agro Aversano). Nessun problema per la vittoria, discorso più agonistico e di confronto per le posizioni da podio. Questo soprattutto in campo femminile, basta dire che in una manciata di secondi sono arrivate in tre. Questo confronto all’ultimo metro è andato ad Alessandra Ambrosio (Amatori Atletica Napoli). Crescita esponenziale quella di Alessandra quest’anno, tanto da averla vista grande protagonista (2^) alla Coast to Coast di appena sette giorni prima, e ritrovarla competitiva sul Lago Patria (4’06” la sua media finale). Completa i tre posti da podio un’ottima Giovanna D’Abundo del Team Ischitano “Valore-Salute-Forti e Veloci”. Quarta (anche lei in grande crescita agonistica e tecnica) Giovanna Tessitore. Quinta Graziella Esposito (Ischitana e collega di team della D’Abundo).

Detto della vittoria di Soprano in campo maschile, ecco che il podio è stato completato da Carlo Marigliano (Atletica Marcianise) e Andrii Chuckraiu. Ottima la gara anche per Vincenzo del Prete (Podistica Frattese) e Tammaro di Tella (Run Lab).

La novità della mezza maratona ha visto un protagonista su tutti: Karim Sare, il ragazzo del team Marathon Club Stabia. Nonostante un errore di percorso a metà gara (e quindi circa 300 metri in più del dovuto) Karim non solo ha vinto, ma ha fermato il crono su un ottimo 1h13’54”. Alle spalle del forte atleta del team di Anna Di Palma e Mimmo Cuomo, i bravi Luciano Napoletano (Amatori Caserta) e Antonio Tartaglione (del team Atletica Marcianise).

La gara femminile ha da subito visto tre ragazze in testa, gestione comune di gara fino all’ultimo quarto dei 21 km classici. Qui la selezione, con Marina Lombardi (Atletica Marano) che accelera e fa sua la vittoria, seguita da Martina Amodio (Napoli Running) a 12” e terza al traguardo Lucia Avolio (Napoli Nord Marathon)

Paola, Luciano e Antonio hanno saputo azzardare con razionalità e proporre qualcosa di nuovo.

Ora a loro il compito di portare avanti questa bella idea. A noi tutti di godercela negli anni.

marco cascone montesarchio 2017Marco Cascone

Collegati al mio blog: https://marco-cascone.tumblr.com/

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>