Anteprima slide — 23 luglio 2013

Sabato pomeriggio l’8^ edizione della classica abruzzese, fino ai 1400 metri di Pescocostanzo

 

L’altopiano e le montagne abruzzesi di Roccaraso, Rivisondoli e Pescocostanzo sono di particolare richiamo per la 8^ edizione della Tre comuni, la gara di 13,5 km., che si snoda attraverso i centri montani delle Cinquemiglie, il pianoro aquilano ad oltre mille metri d’altitudine. Lo scorso anno furono in 600 ad accorrere alla competizione, famosa per i quattrocentoventi scalini in salita che conducono al centro di Rivisondoli, il paesino-presepio del comprensorio e che gli atleti devono percorrere dopo alcuni chilometri dallo start.

L’appuntamento è per sabato pomeriggio, 27 luglio, con le partenze riservate ai ragazzi e per una non competitiva di 7 km. (ore 16.30) e poi agli assoluti, amatori e master (ore 17.30). Sarà ancora una volta il centro di Roccaraso il quartier generale della manifestazione, organizzata dalla Podistica 2000 Alto Sangro, guidata dal presidente Antonio Liberatore e dedicata alla memoria dell’ingegner Camillo Valentini. La gara è inserita nel Corrilabruzzo e attribuisce ai partecipanti 10 punti.

La prima parte del tracciato di gara è abbastanza impegnativa, perché conduce gli sportivi fino ai 1400 metri di Pescocostanzo, la cittadina che domina il paesaggio dalle pendici del monte Calvario. Dopo l’attraversamento del centro, lastricato con pietre bianche e dove s’erge una delle più antiche ed interessanti chiese dell’Abruzzo, la Collegiata di Santa Maria del Colle, i podisti scenderanno verso la statale che porta al passo della Forchetta per poi risalire verso l’abitato di Rivisondoli. In un saliscendi continuo si tornerà verso Roccaraso, lungo un antico tratturo.

Il percorso, robusto, è suggestivo per i luoghi attraversati e per la natura che circonda l’intero comprensorio delle Cinquemiglie. Ristoro ed animazioni allieteranno il dopo gara, nella piazza centrale del centro turistico montano. Ai vincitori maschili e femminili verrà donata una artistica medaglia in argento 925, realizzata dal maestro orafo Franco Coccopalmieri, su disegno di Prospero De Vitto. Premi anche per gli altri due del podio.

Per tutte le categorie maschili, invece, verranno premiati i primi dieci arrivati (un prosciutto al primo), mentre per le donne sono previsti riconoscimenti per le prime sette; inoltre rimborsi andranno alle migliori 10 società. Tra tutti i partecipanti, poi, verrà sorteggiato un soggiorno di 5 giorni, per due persone, in una struttura alberghiera di Roccaraso (più il servizio di Skipass), nel periodo 7-31 gennaio 2014, offerto dall’amministrazione comunale di Roccaraso, che patrocina l’evento. Iscrizioni fino a venerdì, al costo di 6 euro, al fax 0863441725.

 

 

 

Giovanni Mauriello

 

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>