slide TuttoCampania — 15 ottobre 2012

La pioggia, tanto paventata, alla fine è venuta giù copiosa, ma per fortuna il tutto è iniziato appena terminata la cerimonia di premiazione in piazza Roma. Serata perfetta quindi a Benevento, nonostante le catastrofiche previsioni che la Tv ha propinato a tutto spiano in vista della fine settimana. Tutto bene a Benevento, in occasione della nascita della “XCorrere la Storia”, la 10 km realizzata dal team del presidente Giovanni de Luca, dall’associazione Podismo Benevento. Tanto pubblico a caratterizzare il viale principale della bella città Sannita. Tre giri che hanno favorito lo spettacolo, con partenza e arrivo in prossimità dell’Arco di Traiano, della Porta Aurea della Città Campana. A Benevento la gara, la partecipazione e, soprattutto, il ricordo: quello di Rino Aversano. La foto di Rino sull’arco di partenza/Arrivo. La foto della sua partecipazione alla Maratona di New York di qualche anno fa, quando cioè la malattia che lo ha colpito non era ancora apparsa sul suo cammino terreno. Una scomparsa troppo prematura, troppo dolorosa per chi lo ha conosciuto e amato. Gli amici di sempre lo hanno voluto ricordare dedicandogli la gara, e l’emozione del ricordo ci ha accompagnati in ogni attimo della stessa.

Gara

Serata dalla temperatura gradevole, ma alto il tasso di umidità. Percorso con ondulazioni continue, da saper interpretare e saper gestire le energie: energie che però venivano ricaricate al passaggio nel cuore del centro storico della città, grazie agli applausi dei tantissimi presenti. Tre atleti a comandare sin dall’inizio: Kiprono Bii, Erastus Chirchir e Lamachi. Terzetto che è rimasto tale fino all’ultimo km, fin quando il keniano Kiprono Bii non ha rotto gli indugi e si è involato solitario verso il traguardo. Erastus Chirchir ha tentato di tenere il ritmo del connazionale, ma ha dovuto accontentarsi della seconda posizione, precedendo a sua volta il Marocchino del Team Il Laghetto: un ottimo Abdelkebir Lamachi. Alla fine il tempo del vincitore è stato di 29’55”. Gran bella gara per l’atleta di casa, per Angelo Iannelli. Angelo, Fiamme Azzurre, ha chiuso in poco più di 31’, precedendo a sua volta il secondo degli italiani all’arrivo, il giovane Giuseppe Soprano. Giuseppe ha confermato così di essere in gran forma e di saperci fare, soprattutto su percorsi dove bisogna saper interpretare ancor più la gara.

Gara femminile con due generazioni al confronto. Da un lato le esperte Palma de Leo, Alessandra Insogna, Tina Franzese e Alba Vitale; dall’altro la giovanissima Silvia Scarpetta del centro Ester. Alla fine l’ha spuntata Palma de Leo, atleta Reggina ma in forza alla Violetta Club Catanzaro. A Palma la vittoria, ma gran bella prova anche per Silvia Scarpetta, capace di avvicinarsi nel finale alla battistrada e impensierirla non poco. Sul terzo gradino del podio la portacolori degli Amici del Podismo Maddaloni, Alessandra Insogna. Alle spalle della Dugentese Insogna la buona prova di Tina Franzese (a pochi giorni dalla sua Maratona, prevista per il 28 del mese a Lucca) e quinta Alba Vitale (Isaura).

Benevento è terra di ottime organizzazioni, un savoir faire organizzativo che esalta la partecipazione e, allo stesso tempo, rappresenta un gran veicolo promozionale per il nostro sport. A Benevento è nata la “XCorrere la Storia”: una conferma del buon nome delle organizzazioni Sannite.

Autore: Marco Cascone

 

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>