Cronaca — 05 maggio 2009

Clicca per l'immagine full sizeSecondo successo personale di Philemon Metto Kipkering alla ColleMar-athon, da Barchi a Fano  passando per Mondavio, Orciano, San Giorgio, Piagge e San Costanzo. Il keniano si è imposto sul traguardo di Marina dei Cesari al connazionale Joshua Kipchumba Rop, già vincitore di due edizioni, con il quale ha fatto corsa di testa. I due si sono presentati affiancati sulla passeggiata della diga foranea e solo nell’ultimissimo tratto Kipkering è riuscito a sbarazzarsi della compagnia del connazionale. 2h 26′ 36” il tempo del vincitore, lontano dal record della manifestazione ma sicuramente soddisfacente, tenuto conto del vento contrario che ha accompagnato la fatica dei concorrenti, alleviata peraltro dalla temperatura ideale.
Ad appena sette secondi il trionfatore dell’edizione dello scorso anno mentre ottimo terzo si è classificato Giorgio Calcaterra, già campione del mondo della 100 km e altro affezionatissimo della ‘Maratona dei Valori’, che ha concluso in 2h 31′ 57′. Quarto  Marco D’Innocenti, che nell’occasione si è confermato campione italiano ingegneri. Alle sue spalle il primo dei marchigiani, Paolo Bravi, che ha preceduto il fanese Riccardo Quattrini, sesto assoluto e ancora una volta su livelli notevolissimi anche in questa competizione. Quattrini ha preceduto il rumeno Joan Vaida, tra i protagonisti più attesi, mentre il neo campione italiano, Migidio Bourifa, ha abbandonato la prova intorno al ventiduesimo chilometro dopo aver fatto a lunga l’andatura. Provato dalle fatiche della maratona di Treviso, che gli aveva regalato il titolo, Bourifa aveva in qualche modo previsto di non riuscire a tenere il suo ritmo per tutta la durata di una gara che affrontava per la prima volta e che si è rivelata anche per lui di grande difficoltà tecnica.
In campo femminile il successo è andato invece alla rumena Ana Hecico che ha risolto a suo favore il duello con la croata Marija Vrajic, indicata come la favorita alla vigilia. La vincitrice ha chiuso in 2h 53′ 17” contro le 2h 55′ 46” della seconda. Terzo posto per la prima delle italiane, Paola Garinei, al traguardo in 3 h 07′ 24”
Al di là dell’esito tecnico, l’edizione 2009 della ColleMar-athon manda agli archivi un bilancio eccellente. Il numero record di iscritti (1008), ancora una volta capace di raccogliere dagli affermati agonisti agli appassionati della disciplina delle più diverse estrazioni e provenienze e anche delle più svariate fasce d’età (Ennio Tassani, classe ’27, il più longevo), l’esercito di volontari che collaborano alla sua realizzazione, lo stretto collegamento con Avis, Telethon e Unicef, l’efficace attività di promozione dei principi più sani dello sport cui la manifestazione si ispira, ne confermano la statura, la validità  e anche la popolarità, acquisite e incrementate  in ogni edizione di questi primi sette anni di vita.

Autore: Cs

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>