slide TuttoCampania — 01 novembre 2015

Mugnano 2015Per la terza edizione della “Corri per Mugnano” in 600 si sono dati appuntamento, in una mattinata di sole (anche se con vento), ospitati dall’Auchan (servizi eccellenti quindi) e con il team Born to Run ad organizzare. Il team che ha voluto ricordare, così come ha sempre fatto, Biagio Izzo. Primo novembre, quindi bella anche la sottolineatura de “La Corsa dei Santi”: giorno speciale, vissuto in modo speciale da ogni singolo atleta al via.

Un problema sorto prima del via ha costretto a modificare leggermente il tracciato di gara, poi risultato di 9.400 metri.

Gara

Jawad Souigra torna a correre in Campania (lui per anni ha militato nel team Il Laghetto) e torna a vincere, così come spesso faceva qui da noi. Confronto ad alto livello tra lui e AbdelKebir Lamachi, confronto che si è risolto proprio nel finale, poco prima di entrare nel piazzale Auchan di Mugnano. Per jawad un buon 3’06” di media finale, cosa che conferma che il ragazzo dell’Atletica Acquaviva va sempre forte. Lamachi si è, diciamo così, dovuto accontentare della seconda piazza, arrivando a meno di 4 secondi dal leader. Terzo, e primo degli Italiani all’arrivo; Giuseppe Soprano, Movimento Sportivo Bartolo Longo. Ad Hamid Kadiri e Paolo Ciappa la quarta e quinta posizione, con Rachid Talib in buona ripresa (6^).

Gara donne, come spesso avviene da noi, dominata da Siham Laaraichi. Niente da fare per le avversarie, in primis per la forte connazionale Fatima Moaaouya. Per Siham (atleta del team Il Laghetto) un crono finale di tutto rispetto: 33’49”, media 3’35). Detto di Fatima (Atl. Marcianise) il terzo gradino del podio è andato a Bruna Santelia, Centro Ester Napoli. Confronto adrenalico fino alla fine tra Martina Amodio (Stufe di Nerone) e Mena Febbraio (Napoli Nord Marathon), per la quarta e quinta posizione. Confronto agonistico e generazionale, andato poi a Martina, con ad un solo secondo la veterana Febbraio. A Iwona Orawin (Caivano Runners) la sesta piazza.

Alla Napoli Nord Marathon la classifica a squadre.

Ottima la scelta del Team Born to Run di proporre la gara nel giorno di tutti i Santi. Così come ottima è stata l’accoglienza e la capacità di coordinamento dimostrata, cosa che garantisce prospettive rosee in vista dell’edizione numero 4, di questa gara che vuole ricordare Biagio, che vuole, ed ha tutti i numeri, per fare la differenza.

Marco CasconeMarco Cascone

 

Share

About Author

Cascone

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>