slide TuttoCampania — 17 ottobre 2016

In quella che probabilmente è stata l’ultima domenica “estiva” (assolutamente inaspettata), Ischia Dream Run – l’evento organizzato da Tour Trophy, Forti e Veloci Isola d’Ischia e Ischia Sport e Turismo, con la collaborazione di Studio 150 – saluta anche la seconda edizione.ischiadell’anno scorso, vero proprio anno zero. E se con la prima edizione sono state gettati le basi di un evento che da anni non veniva più riproposto sulla nostra isola, con la seconda di Ischia Dream Run,si sono raccolti i primi frutti. Forse ancora un po’ acerbi, ma che sicuramente potranno e dovranno maturare tanto. Però, questo 16 ottobre 2016 sarà ricordato a lungo perchè tutto ha funzionato alla perfezione, tutto è girato a favore. Come dicevamo, il primo fattore di successo (indipendente) è stato il sole (splendido!) che ha riscaldato la nostra isola, mostratasi ovviamente stupenda senza i rumori e i cattivi odori dei motori. Quella pace, quel silenzio, quella tranquillità che l’isola verde ti trasmette quando si dice stop ai motori, è ossigeno puro per gli atleti e per chi decide di sfruttare le strade chiuse per un giro in bici o semplicemente per una passeggiata. LE GARE. Partiamo dalla novità di questa edizione 2016, ovvero la 10km. L’anno scorso, infatti, l’alternativa al giro completo dell’isola (circa 31 km) era soltanto l’opzione staffetta, che permetteva agli atleti di formare mini squadre da tre runnersche avrebbero potuto dividersi i 30 km in tre parti (quindi 10 km). Una formula particolare che, però, non ha riscosso successo. E allora ecco la scelta vincente: una gara di 10 km con partenza da Ischia, più precisamente nei pressi delle Terme Comunali, proprio davanti all’Alibar. Ebbene, questa mossa dell’organizzazione non solo ha portato ad un aumento dei partecipanti (120 in totale), ma anche al coinvolgimenti di  altri comuni. Pure quest’anno, infatti, il cuore della manifestazione è  stato a Forio sullo splendido Piazzale del Soccorso. A vincere questa vera e propria prima edizione della 10 km – con il tempo di 41 minuti netti –  è stato Mario Apparente del CUS Caserta, che si è dato battaglia con l’isolano Aniello Del Deo (secondo classificato con 41 minuti e 3 secondi sul cronometro) della Forti e Veloci Isola d’Ischia, meglio conosciuto alla cronaca sportiva con il sopranome di “Panzese volante”.  Sul gradino più basso del podio un altro ischitano: Leonardo Trani del Marathon Club Isola d’Ischia, 43 minuti e 7 secondi il suo tempo. Dietro di lui Umberto Orlacchio, Giovanni Mattera, Fabrizio Romano, Gaetano Coppola, Michele Scotto (scortato dai suoi compagni di squadra in bici), Giovanni Iacono e Michele Di Maio. Tra le donne,invece, a trionfare nella gara di 10 km è stata l’ischitana Valentina Abrogato della Forti e Veloci Isola d’Ischia con il tempo di 51 minuti e 1 secondo. Al secondo posto Ilenia Piro (pure lei ischitana e compagna di squadra di Valentina) che ha chiuso in 57 minuti e 20 secondi. Al terzo posto Domenica Testa della Napoli Nord Marathon (59 minuti 55 secondi), seguita da Silvana Mastantuono, Daniela Amalfitano, Annapia Grima e Patrizia Esposito.

IL GIRO DELL’ISOLA. La 10 km è stata sicuramente la novità che ha reso particolare questa edizione che comunque non ha potuto far mancare l’attenzione maggiore alla gara più importante è con un tasso tecnico più impegnativo: la 30 km, ovvero il giro completo della nostra isola. Alle 9.10 circa la partenza dal Piazzale del Soccorso, con gli atleti che hanno corso vero Serrara Fontana per poi attraversare Barano, Ischia, Casamicciola, Lacco Ameno e fare ritorno a Forio. Nella prima edizione trionfò Fabio Salotti per la maschile insieme alla sua fidanzata Annalaura Mugno prima tra le donne. Il record di Salotti resta tutt’ora imbattuto, ma quest’anno la gara è stata sicuramente più entusiasmante ed equilibrata rispetto alla prima edizione. A vincerla è stato il napoletano Alessandro Di Maio della Napoli Nord Marathon con il tempo di 2 ore, 4 minuti e 58 secondi. Un cognome non a caso ischitano: Alessandro per anni ha trascorso le vacanze sull’isola a casa dei nonni e di quelle strade che da ragazzo ha percorso a piedi, in bici o in macchina ricordava ogni caratteristica. Non è stato facile salire sul gradino più alto del podio, tant’è che Alfredo D’Anna dell’Accademia Kronos Campania (secondo classificato con 2 ore, 14 minuti e 8 secondi) conduceva la gara insieme al compagno di squadra Michele Carbone (finito poi sesto) nel tratto in salita. Un ottimo terzo posto è stato conquistato dal Presidente della Forti e Veloci Isola d’Ischia Michelangelo Di Maio (2 ore 14 minuti 45 secondi il suo tempo), che partendo dalla quinta posizione occupata praticamente fino ad Ischia ha recuperato ben due posizioni. A Michelangelo Di Maio hanno fatto seguito Gennaro Cecere, Tommaso Napolitano, Michele Carone, Chuknrayuk Andrii(isolano, il più giovane tra i primi 10 assoluti), Raffaele Colantuono, Gianluigi Strocchia e Nicola Scotti. Tra i maschietti, il primo posto l’ha portato a casa un mezzo forestiero, ma tra le donne il primo posto è ischitano DOC: Giovanna D’Abundo ha tagliato il traguardo per prima chiudendo in 2 ore, 26 minuti e 26 secondi, seguita da Annamaria Caso della Mov. Sport. Bartolo Longo (2 ore 27 minuti 31 secondi il suo tempo) e da Lucia Avolio della Napoli Nord Marathon, che con il tempo di 2 ore 31 minuti e 10 secondi ha conquistato il terzo posto. Dietro di lei Graziella Esposito, Vincenza Colantoni, Titti Mattera, MaricaD’Amore, Dora Giugliano, Rita Esposito e Lucia Costea. I BAMBINI. Sono stati un altro elemento di successo. Tantissimi bambini si sono recati a Forio per prendere parte alla gara non competitiva su una distanza di 400 metri. Piccoli runners di ogni età hanno corso sul Piazzale del Soccorso mescolandosi casualmente con gli atleti della 10 e della 30 km; una scena stupenda. Intere famiglie hanno portato entusiasmo e l’atmosfera si è trasformata ancor di più in una festa. ORGANIZZAZIONE PERFETTA. Se tutto è andato per il verso giusto, il merito è soprattutto dei tantissimi uomini delle Forze dell’Ordine e dell’Associazioni di Volontariato guidati dal Dirigente del Commissariato di Ischia nonché vice questore aggiunto dott. Alberto Mannelli che hanno svolto un lavoro eccezionale. E poi un plauso va alla popolazione ischitana che, al netto del solito imbecille, con grande rispetto e partecipazione ha supportato gli atleti. Ben cinque i punti ristoro su tutta l’isola, nei quali bambini, ragazzi ed adulti hanno permesso ai runners di recuperare le energie. Un ringraziamento particolare va ai partner che hanno collaborato: Re Grano, Supermercati DOK,la Casareccia, Alexauto, Ischiacar, Villa Franca, Officina della Cucina italiana, Allianz Bank e tutti gli altri sponsor che hanno reso possibile tutto ciò. L’appuntamento è già fissato per la terza edizione che presenterà davvero tante novità, per or ci si gode questo sogno diventato veramente realtà.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>