Medicina — 22 ottobre 2004

Domanda


Caro dott. Mastrorilli ,
D’estate giocando a calcetto avverto un forte dolore alla schiena con conseguente infiammazione del nervo sciatico . Riposo due-tre settimame
riprendo le partitelle a calcetto e si ripete il tutto seppur in forma lieve.
faccio una tac sotto consiglio medico e viene fuori una ernia in l5 s1 posteriore discendente mediana paramediana con impronta sul sacco durale.
Per me una mazzata terrificante visto che da sempre ho praticato sport di ogni tipo .
A me piace andare in bici da corsa :e’ compatibile ? La partitella a calcetto ?
Tutto non a livello agonistico ovviamente.
faccio esercizi di postura e tanti addominali per rinforzare la schiena . Confido in una vostra risposta.


Risponde il Dott. Mastrorilli


Caro Claudio,
Non si angosci troppo per la diagnosi ottenuta dall’esame TAC spinale. Il riscontro di una protrusione discale è un’evenienza oltremodo frequente anche nei giovani e può interessare tutte le età. E’ importante tuttavia differenziare il termine protrusione discale da ernia discale. Si tratta di due aspetti spesso evolutivi a differente gravità di una stessa patologia. Per capirne bene la differenza occorre soffermarsi brevemente sulla configurazione anatomica del disco intervertebrale; costituito da un anello esterno fibroso all’interno del quale vi è un nucleo polposo, formato da un gel di proteine e polisaccaridi capace di trattenere una notevole quantità di acqua. Questa strutture così configurata svolge la funzione di ammortizzare gli urti ed i carichi della colonna vertebrale.
Si realizza una protrusione discale tutte le volte che l’anello fibroso non è interrotto ed il nucleo polposo migra posteriormente sporgendo nel canale spinale ricoperto dalle fibre, spesso slaminate, dell’anello fibroso e dal legamento longitudinale posteriore.
Si parla di ernia discale tutte le volte in cui l’anello fibroso è interrotto ed il nucleo polposo migra in parte o totalmente nel canale vertebrale.
Il più delle volte l’esordio della sintomatologia avviene, come nel suo caso, in seguito ad uno sforzo fisico, come sollevare un peso oppure un brusco movimento del rachide. Il dolore compare in sede lombare e si irradia subito o dopo qualche giorno all’arto inferiore. Possono essere presenti nei casi più importanti disturbi della sensibilità dell’arto inferiore (parestesie) per effetto dell’infiammazione/irritazione delle radici nervose sensitive del midollo oppure, nei casi di ernia voluminosa, disturbi della motilità del piede e/o della gamba (sciatica paralizzante) per compressione delle radici nervose anteriori. La sintomatologia soggettiva ed oggettiva varia in rapporto al livello dell’ernia: L5-S1, L4-L5, L3-L4, etc..
L’approccio a questo genere di patologia è inizialmente conservativo; riposo e terapia farmacologia. Il riposo nelle fase acute è utile per ridurre il carico della colonna vertebrale e quindi la pressione intradiscale. La terapia farmacologia (cortisonici, fans e miorilassanti) mira a ridurre l’edema della radice nervosa causa di dolore (radicolite; quella che Lei chiama ‘infiammazione dello sciatico’). Questi presidi iniziali portano ad miglioramento dopo 3-4 gg. Il miglioramento prosegue sino alla scomparsa del dolore. Se esiste una compressione importante della radice nervosa il dolore ricompare alla sospensione della terapia o non scompare del tutto.
Il trattamento chirurgico è indicato nei pazienti che presentano:
a) Un’ernia discale di medie e grosse dimensioni con sintomatologia intensa che non migliora con terapia farmacologia;
b) Segni obiettivi di sofferenza radicolare: diminuzione della sensibilità cutanea nel territorio interessato, abolizione dei riflessi;
c) Sciatica paralizzante;
Per quei casi, peraltro frequenti, in cui il dolore regredisce parzialmente con terapia medica, l’indicazione chirurgica non è assoluta, ma dipende da altri fattori come l’età, le condizioni cliniche generali e soprattutto il tipo di attività lavorativa.
Le piccole ernie e/o protrusioni discali non correlate con la topografia del dolore non dovrebbero essere trattate chirurgicamente.
Il trattamento chirurgico delle ernie può avvenire mediante approccio chirurgico diretto o mediante tecniche per cutanee (chemionucleolisi, nucleoaspirazione, etc), ma questa trattazione esula dal suo caso; dipende dal tipo di ernia, dalle condizioni cliniche generali del paziente ed anche dalla preferenza dello specialista al quale si rivolge.
Tirando le somme nel suo caso è indiscutibile che il riscontro anatomico della protrusione discale debba essere correlato al tipo di sintomatologia dolorosa riferita; occorrono informazioni più approfondite che si possono ottenere solo mediante un attento esame clinico; per questo le consiglio una visita ortopedica o neurochirurgica. Questa patologia viene infatti trattata da entrambi gli specialisti.
Mi posso solamente limitare a dire che nel suo caso, allo stato attuale, non sussiste divieto assoluto alla pratica del ciclismo e/o del calcetto. Importante è la ginnastica posturale per rafforzare la muscolatura lombare ed addominale allo scopo di rendere più stabilizzare la colonna vertebrale rendendola meno suscettibile agli insulti ed alle sollecitazioni che possono avvenire durante le attività sportive e/o lavorative. Questa ginnastica andrebbe effettuata con costanza (3 volte alla settimana).
 

Autore: Maurizio Mastrorilli

Share

About Author

Peluso

  • PARISI MATTEO

    operato due volte l5 2006 e s1 2008 ho dolore
    planetario sinitro dopo tante terapia sia medicinale chefisioterapista senza risolvere il
    problema
    vorrei sapere se qualcuno e in grado di risolvere il mio pboblema
    grazie

  • BRUNO SICA

    Sono un Sig. di 50 anni, sofferente dal 1998 di protrusione del disco intersomatico L4-L5. Le varie volte che mi sono bloccato con al schiena nel susseguirsi degli anni il mio medico mi ha fatto fare flebo da 250ml con dentro ENDEVEN 5mg/e SOLDESAM forte 8mg. e le cose sono andate sempre a posto.
    Ora dopo 2 anni che il mal di schiena non si e fatto più sentire, il dolore e ritornato, faccio presente che il 27/12/2008 sono stato operato di ernia inguinale lato Dx in anestesia locale il 28/12/2008 sono tornato a casa e lo stesso giorno verso le ore 20,00 il dolore alla schiena e ritornato e da allora non riesco più a toglirlo, ho fatto flebo, siringhe di Muscoril e Toradol, ho preso compresse e bustine di Nicetile 500mg, compresse di Seractil 400mg ma il dolore resta sempre. Vi faccio notare che il dolore e localizzato solo alla schiena.

    Vi allego referto Risonanza Magnetica:
    Tecnica di esame:sequenzale FSE T1 e T2 su piani sagittali;
    sequenzale SE T1 e FEE T2 su piani assiali

    Reperto RM
    A livello cervicale, normale ampiezza del canale spinale e dei canali di coniugazione.
    Lieve protrusione posteriore paramediana sinistra del disco intersomatico C4-C5
    Lieve riduzione di spessore, segni disidrativi e lieve protrusione posteriore dei dischi intersomatici C5-C6 e C6-C7.
    Midollo spinale cervicale di normale morfologia e segnale.
    A livello lombosacrale, normale ampiezza del canale spinale e dei canali di coniugazione.
    Note spondilosiche di tipo interapofisario.
    Note disidratative e diffusa protusione posteriore del disco intersomatico L4-L5 che impronta il sacco durale e sporge nei canali di coniugazione.
    Cono midollare di normale aspetto terminante a livello L1.

    Spero che mi diaqte una risposta al più presto perchè la mia nvita e diventata un inferno . Grazie

  • giuseppe pizzardi

    sono un uomo di 50 anni a causa di forti dolori sulla parte lombo-sacrale, e addormentamento dei muscoli coscia e polpaccio dx. il mio medico mi a consigliato una t.c.lombo-sacrale con la diagnosi-canale spinale di ampiezza regolare. protrusione discale complessiva asimmetrica a sinistra l3-l4. nell’ambito di un disco globalmente protruso si apprezza protrusione discale lateroforaminale sinistra l4-l5. protrusione discale intraforaminale sinistra l5-s1, parzialmente calcificata. vorrei sapere se ci sono delle terapie, tengo a precisare che sono un operaio saldatore e sogetto a lavori pesanti, porte blind. ecc. ecc. puo essere la causa? la ringrazio infinitamente.

  • francesco petricca

    salve dopo aver fatto 3 serie da 6 punture di bentelan vari infiammatori per bocca ho ancora un fortissimo dolore che non mi permette nemmeno di alzarmi dal leto cosa posso fare almeno per muovermi ?

  • alessandro venneri v

    ho 29 anni soffro al nervosciaticobilaterale e l5s1 con un blocco totale del piede sx e parziale el dx dpo lussazione femore e rottura acetabolo bacino non riesco a star seduto ne a far piu di venti metri senza che la gamba sx non diventi legno il sx mi e stato grattato e il dx spostato dopo messo piastre e viti ho fatto 3 mesi di fisioterapia e elettrostimolazioni ma il dolore e lancinante cosa devo fare

  • christian bosio 16 giugno alle 11.50

    Gentile dottore ho 27 anni,da 2 mesi a questa parte dopo un forte strappo causato sul lavoro,ho sempre un forte mal di schiena.dopo che il dottore della mutua mi ha detto di prendere paracetamolo senza nessun risultato,ho chiesto di mia iniziativa di farmi fare una RM risultato:in regione dorsale si rilevano alcune minime prostusioni discali posteriori a livello D7-D8,D9-D10,D10-D11,D11-D12,con lieve deformazione dello spazio sub-aracnoideo anteriore.
    Modesta prostusione posteriore ad ampio raggio del disco L4-L5 e L5-S! con lieve impronta sul sacco duarale affrontato.
    non si rilevano disallineamenti delle nlimitanti somatiche posteriori
    non alterazioni di segnale a carico del midollo osseo.
    ora per svegliarmi al mattino ed lavorare devo prendere 2 bustine al giorno di Napirus,risultato attennuazione sopportabile del dolore ma alla sera sono dinuovo con il dolore,specifico che il mio lavoro e pesante ed tengo una postura che dopo un paio di ore mi porta al forte mal di schiena,il mio stomaco incomincia a essere gonfio ora chie dero di farmi mettere a riposo per un po solo che il dottore non mi da piu di 3 giorni alla volta,risultato sono al punto di partenza,domani ho una fisita fisiatrica,spero che mi diano una cura con punture e qualche terapia efficace,la mia vita ora e il doppio piu faticosa.
    Voi cosa mi consigliate?

  • sergio monaca

    Egregio dott.vorrei chiederle ,gentilmente,se un operazione al menisco. puo’ essere causa, o contribuire a una sciatalgia acuta.grazie.Sergio Monaca roma

  • spadafora giancarlo

    vorrei una risposta riguardo all’esito della mia risonanza magnetica

  • spadafora giancarlo

    ho 47 anni e da tanti anni soffro di mal si schiena ho fatto ultimamente la risonanza magnatica con il seguente risiultato

  • Pilolli Pietro

    Ho 19 anni, sto frequentando un dojo di arti marziali e dopo pochi mesi ho cominciato ad accusare dolori alla zona lombare sinistra. Alcune volte il dolore si estende per tutta la gamba fino ad indebolire perfino il piede sinistro.

  • pippo spini

    Appena alzato avverto “riraggio” sciatico alla coscia destra e un po’ a sinistra. Poi nen giro di mezz’ora trequartid’ora passa. Sto facendo trattamento con muscorin e artrosilene. in che tempo cessa il disturbo? grazie

  • paolo semeraro

    Praticamente è da circa tre mesi, per la prima volta, che mi è venuto un dolore nella parte posteriore della coscia sx che con il tempo si è esteso al gluteo polpaccio e a volte anche piede. In passato ho sempre sofferto di mal di schiena, ma dopo qualche settimana con cure antidolorifiche il dolore scompariva e tornava tutto come prima. Circa 20 giorni fà ho effettuato una risonanza magnetica Lombo Sacrale che ha messo in evidenza una importante rettinielizzazione del rachide: a L5-S1 presenza di ernia discale: protrusione discale a livello L4-L5. Dopo un consulto con il medico di famiglia, sono stato da un Neurochirurgo il quale mi ha detto in poche parole che la mia colonna vertebrale non ammortizza più in quanto il disco in L5-S1 si è calcificato, ha parlato di atrosi giovanile, non mi consiglia l’intervento chirurgico perchè oltre ai rischi che comporta, non risolverei cmq il problema, anzi dovrei stare più attento di prima. Mi ha prescritto una terapia con cortisone, tachipirina e antra per 5 giorni, e successivamente ciclo di fisioterapia: Tens, ultrasuoni, cauta massoterapia lombare. Controindicate trazioni e manipolazioni. Inoltre mi ha consigliato per il futuro al fine di evitare aggravamenti della situazione, di evitare sforzi fisici, controindicate posizioni fisse a lungo mantenute e i tragitti automobilistici. La terapia con medicinali l’ho già terminata, adesso sto facendo la fisioterapia, termino fra qualche giorno, ma al momento non ho riscontrato grandi miglioramenti evidenti. La mattina faccio fatica ad alzarmi dal letto, riesco a camminare più o meno bene dopo un pò che mi sono messo in piedi, spesso faccio fatica a sollevare anche un piccolo peso. Vorrei se possibile sapere un suo parere al riguardo, se pensa che si possa fare qualcosa con l’ Osteopatia, la Chiropratica, l’Agopuntura o con le iniezioni di ossigeno e azoto. La ringrazio anticipatamente, Paolo 37 anni. Premetto che prima dei dolori andavo a correre quasi ogni giorno per circa un’ora e a volte ci sono andato anche con i primi sintomi.

  • marco caria

    le scrivo per darle un arisposta a una sua richiesta di un esame RM bacino (lombo-sacrale) per una possibile radicolite ,
    l’esito ha dato una lieve protusione l4-l5 impegnando parte dei forami neurali,
    io avevo scritto in merito a una pubalgia dato che presento sempre una contrattura fissa dell addominale sx,e dolori anche nell zona dell inguine.cosa mi puo consigliare(almeno per togliere la contratturaaddominale) ,e una tale protusione puo dare anche questa contrattura oltre al fastidio all anca sx?? che terapie potrei fare nuoto,trattamento chiropratico ,osteopatico o altri

  • SALVATORE PIGNONE

    Gentile dottore, sono un ragazzo di 34 anni.
    Sono stato operato circa 5 anni addietro al c. t. o. diNAPOLI per una ernia discale che mi rimase quasi paralizzato.A distanza di tempo ogni tanto ho una forte infiammazione alla schiena. Quale farmaco posso utilizzare per questo gran dolore?.

  • salvatone pignone

    farmacom da usare

  • PONZO FRANCESCA

    Salve, sono una donna di 36 anni, lo scorso anno ho avuto mal di schiena, da una rm risulta ernia discale L5 S1 a sede posteriore mediana con massima espressione dal lato dx ed iniziale verosimile conflitto con la radice di S1 omolaterale. Ora da circa un mese soffro per un dolore ke all’inizio sembrava una colica renale, poi è sceso fino alla caviglia, recandomi al pronto soccorso per un dolore acuto alla gamba sinistra, mi hanno diagnosticato una lombocruralgia, sono stata da un ortopedico il quale mi ha prescritto terapia di bentelan e muscoril 2 al giorno per 6 giorni, che non hanno dato nessun beneficio, ora a distanza di 10 giorni da questa terapia mi ritrovo ancorca con lo stesso dolore molto piu forte di prima, da paralizzarmi e piangere talmente il dolore, non trovando conforto in nessuna posizione sia seduta che a letto, tanto da iniziare toradol, alla 2° puntura ancora nessun miglioramento. Cosa mi consiglia di fare? la prego mi aiuti, anche perchè o due bimbi piccoli e non mi posso permettere il riposo assoluto consigliatormi dall’ortopedico, grazie.

  • Maria Salandra Viale

    Gent.mo dott. il 3 maggio 2010, spostandomi con la sedia munita di rotelle ,la stessa mi e scivolata e per non cadere rovinosamente all’indietro mi sono buttata in avanti in modo scomposto (visto che avevo anche le mani occupate da un’agenda da lavoro) nella scrivania bassa del pc. ho sentito u n acuto dolore alla parte sacrale e ho parzialmente perso conoscenza. Mi sono seduta di impatto su una sedia e da subito ho avvisato delle scosse all’anca destra. La risonanza magnetica ha rilevato “al passaggio d11 e d12 un’ampia ernia discale posteriore mediana-paramediana ds con discreta impronta sul midollo spinale. al passaggio l5-s1 piccola protusione discale posteriore mediana. Cosa mi consiglia di fare. Approfittando della sua disponibilità è questa una patologia riconosciuta dall’inail in merito ad infortunio sul lavoro. La ringrazio anticipatamente.

  • podistica solidarietà – roberto di bartolo

    Salve
    da circa 10 gg ad intervalli irregolari nella giornata forti fitte che si
    irradiano da sotto la scapola verso il centro-steno (scarica elettrica con
    bruciore e seguente dolenzia con senso di pesantezza).Dolori che fortunatamente
    non compaiono stando coricato, sono stato recentemente all’ospedale S spirito
    che mi ha rilasciato la seguente diagniosi”dolore ricorrente emitorace dx
    probabile origine radicolare che nn si acuiscono con movimenti gabbia toracica
    ne con digitopressione”
    Ho effettuato ecg da sforzo e tac spirale polmone a luglio come ex fumatore
    (progetto Cosmos).
    Sono residente a Roma e vorrei chiederVi un parere se sono indicati esercizi fisioterapici e/o posturali ?

    Grazie Roberto Di Bartolo (rzucc@libero.it)

  • paola

    ciao ,sono una mamma di 5 bimbi lultima ha 10 anni e da un anno e mezzo ho un problema alla gamba destra.tutto eh niziato con un dolore allla schiena credevo che fosse il solito dolore cilclo,e sono stata seduta un messe e mezzo.poi ogni tre ho due messi mi venivano dinuovo i dolori e mi pasavano e cosi fin ad tre mesi fa’,da quando sono andata initalia mi sono ritornati forze il viagio,forze latesa di fare il viagio ,.rivata initalia guanto sta ricado dinuovo con lo stessso prolema due giorni a letto e uno bene senza fare niente.fin che sono ritornata a lla mia citta .fato la visita del tac mi trovano che ho linfezione hai nervi e il bacino inclinato verso destra.ora io vi chiedo cosa devo fare?

  • Elisabetta

    Ciao, sono una ragazza di 15 anni, pratico canottaggio a livello agonistico, e da un mese a questa parte quando sono fuori in barca mi si addormentano le gambe, mi vengono le cosiddette “formiche”, il tutto dura finché non mi fermo, il mio allenatore è convinto che sia un problema di postura. Io cosa posso fare?

  • giovanni paulucci

    salve mi chiamo giovanni ho 44 anni. da quasi due anni sento bruciore alle gambe.inzialmente lo sentivo solo alla gamba sx proprio sul muscolo femorale, era come se qualcuno mi toccava con un ferro rovente.il mio medico mi consigliò di fare una tac lombosacrale.il risultato fu bulging l4 l5.il mio medico mi disse che il bruciore che sentivo dipendeva da questo.adesso il bruciore lo sento ad entrambe le gambe.vi chiedo che altri esami posso fare per verificare che non abbia una malattia specifica alle gambe?io vorrei farmi una risonanza magnetica alle gambe ma il medico si ostina ad insistere che dipende dalla schiena. vi prego datemi un consiglio. vi ringrazio anticipatamente

  • Gianni Ferrari IK4CPX

    Buon giorno sono in pensione da sette anni ne ho 63 di anagrafe,le scrivo le conclusioni del referto ottenuto mediante risonanza magnetica:
    Il rachide lombare appare rettilineizzato con presenza di fenomeni degenerativi.
    Protrusioni multiple discali L2-L3 L3-L4.
    A livello dello spazio discale L4-L5 si apprezza un’evidente ernia discale postero-laterale dx con frammento espulso.
    Piccola ernia discale posteriore paramediana ds L5-S1.

  • Paola

    Gentile dottore, volevo chiedere un consiglio per il mio ragazzo. A lui è stata diagnosticata l’ernia
    L5 – S1. Ora lui non ha male alla schiena o quanto meno ha solo un leggero fastidio però è da circa due mesi che ha dei crampi continui al polpaccio, non gli danno tregua.. Cosa si può fare??
    Grazie per l’aiuto.

  • francesco porcu

    sono stato operato alla schiena l5 s1 1 anno fa (la stabilizazione) la protesi con le facsiete e le 4 viti pero nonostante tutto mi fa sempre male gentile dottore cosa posso fare? faccio molte camminate a piedi è della ginnastica che mi detto il visiatra, non riesco a prendere neanche una bottiglia dal peso. pensavo che dopo l’intervento sarei + tranquillo ed invece ho perso la mia l’ibertà mi risponda ( grazie dell’aiuto.)

  • placido stefania

    “gentile dottore,e dal mese di giugno che ho avuto dolori fortissimi alla schiena ho fatto un casino di punture con la RMN canale spinale di ampiezza regolare.Ipointensi in T2 per fenomeni disidratativi gli ultimi due dischi intersomatici.Protusione discale lateroforaaminale destra L4-L5.Bulging dell’anulus mediano lievemente asimmetrico a sinistra L5-S1.dopo le punture ho iniziato a sentirmi tirare la gamba destra e fin ora con dei massaggi che mi hanno fatto tornare a camminare ma i dolore del nervo sembra nn voglia piu andare via nn ho piu la liberta !!! ho 32 anni e sono tanto stanca di questo dolore !!!la prego mi aiuti !!!

  • noureddine ghafir

    la sciatica si puo curare?

  • mariangela de rossi

    ho un dolore che mi prende dietro al rene destro e prende anche il gluteo destro e scende alla gamba destra che può essere?

  • patrizia donnarumma

    sono una donna di 42 anni e ho dolori che partono dalla natica e arrivano poi al ginocchio. Ho fatto una TAC e questi sono i risultati vorrei sapere se possibile un spiegazione più semplice visti i termini difficili.
    TC RICHIEDE LOMBO-SACRALE
    l’esame tomodensitometrico della colonna lombo-sacrale, eseguito a livello degli spazi intersomatici L3 – L4 , L4- L5, L5-S1 ha mostrato:
    – note di artrosi sintomatica ed interpofisaria dei metameri in esame;
    – canale vertebrale di normale ampiezza;
    – lieve bulging del disco intersomatico L3-L4, da iniziale discopatia;
    – fenomeni di degenerazione vacuolare del disco intersomatico L5-S1 che protrude nel canale vertebrale a sede mediana e paramediana bilaterale improntando il sacco durale;
    – a livello dello spazio intersomatico L4-L5 si apprezza una protrusione discale mediana e paramediana bilaterale che impronata il sacco durale.

  • denis rubin s.stino di livenza (ve)

    caro dott. soffro da anni il mal di schiena.l’ultima rm dice:modesta scoliosi dx conversa al passaggio dorso lombare.muri somatici ben allineati .presenza di peduncoli corti e di artrosi interapofisaria con modesta dei diametri dello speco vertebrale fra l2 ed l5.regolari i dischi fra d12 e l3.al3-l4 il disco e’ modestamente ridotto in altezza e parzialmente degenerato con minima sporgenza circonferenziale del contorno posteriore. a l4-l5 il disco e’ parzialmente degenerato ed e’modestamente ridotto in altezza;modesta sporgenza circonferenziale del suo contorno posteriore piu’ evidente in sede centrale. a l5-s1 il disco e’ parzialmente degenerato ;presenza di ernia posterolaterale dx, piuttosto voluminosa,con frammento scivolato verso il basso,che impronta la radice di dx e occupa il recesso laterale dx di s1. volevo una sua opinione ed un suo consiglio. nel passato sempre cure di farmaci come:voltaren orudis ecc. con risultati di sollievo parziale e momentaneo del dolore. faccio il lavoro di meccanico presse e pratico lo sport invernale dello snowboard a cui ci tengo moltissimo. ho 49 anni e vorrei continuare ancora x un bel po’. la ringrazio e le porgo i miei saluti. denis rubin cippari62@yahoo.it

  • emiliano iannone

    gentile dottore, ho 36 anni pratico sport a livello agonistico…calcio…da un anno mi e’ stata diagnosticata una protusione discale l5 s1 dopo una risonanza magnetica…il problema si è presentato un anno fà durante le partite,passati 30 min ho notato perdita di forza alla gamba e sensazione di gamba “morta”….dopo un anno il problema adesso si presenta dopo 5 min….l’ortopedico mi ha detto che il mio caso non è da operare perchè ho una piccola protusione…io voglio operarmi o trovare una soluzione perchè il fastidio si presenta anche durante il giorno…mi fà zoppicare!!!il medico mi ha detto smetti di giocare e cambia lavoro…a 36 anni mi sento ancora molto giovanile e non vedo perchè dovrei condannarmi per l’intera vita…la prego di darmi qualche soluzione…GRAZIE

  • Alessandro barbetti

    Questo il risultato della risonanza magnetica: Fenomeni degenerativi sono evidenti a carico del disco intersoamtico compreso tra L5 ed S1, che risulta notevolmente assottigliato. Si asocia una sofferenza osteocondrosica sulle limitanti soamtiche contrapposte. Nella stessa sede è apprezzabile una protusione siscale mediana, che in associazione ad uina piccolo osteofita margianale del muro posteriore, determina un modico effetto compressivo sul sacco durale e sulle radici nervose.Cosa significa tutto ciò? Grazie

  • DOMENICO MORISCO

    SONO UN 54 ENNE, CIRCA DUE SETTIMANE FA HO AVVERTITO ALLA COSCIA SINISTRA UNA FITTA.
    HO AVUTO PER ALCUNU GIORNI DIFFICOLTA’ A CAMMINARE. IL DOLORE CON UN BRUCIORE ARRIVAVA AL POLPACCIO. ORA POSSO CAMMINARE, MA DURANTE LA GIORNATA, IN PARTICOLARE, QUANDO SONO SEDUTO AVVERTO CHE MI BATTE IL GLUTEO.
    GRAZIE E SALUTI.

  • mastrogiuseppe paola

    salve dott.vorrei un consiglio nel 2007 facendo una rsm mi hanno riscontrato una modesta protrusione discale al c3 c4 e al c5 c6 e presente una discreta protrusione discale con barra osteofilataria e segni di iniziale formazione di ernia volevo sapere se dovrei operarmi o cio sono altre soluzioni io premetto che tutti gli anni faccio terapie co2 ogni cambiamento di stagione quest anno mi e ritornato e sono gia 30 gioprni che tra punture di voltaren e pastiglie di voltaren non mi passa cosa devo fare ?

  • anna gioia

    salve dottore sono una donna di 31 anni e da 4 anni che soffro di ernia al diso l5 s1. ho fatto fisioteparie, ho fatto anche una discolisi con day hospital, ma il dolore ce lo sempre. molte volte rimango bloccata a letto e devo fare punture di bentelan. ma il dolore che piu mi fa male e la gamba destra.mi prende un forte dolore all inguine, al polpaccio e mi sento il piede con le formichine.non so’ piu cosa fare. ho smesso di andare dal ortopedico perche’ volevano ripetermi la discolisi ma non ho voluto perche’ la trovo una perdita di tempo e di dolore poiche’ dopo 2 mesi sono stata ancora piu male. volevo sapere un suo consiglio. dimenticavo di dirle che ho perso anche 7 kg per stare bene con la mia schiena e ora ne peso 62 kg e sono alta 1.66.

  • Filippo Autellitano

    Gentile dott.,sono un uomo di 54 anni e da 4 anni soffro x stenosi del canale lombare.sono stato operato, c/o l’osped. Besta di milano il 7/4/09,x decompressione di canale vertebrale L4-S1 bilaterale.Tutto bene fino al dicembre 2010 in cui riappaiono di nuovo i sintomi:Dolore lancinante al gluteo dx e poi a tutta la gamba dx.impossibile camminare e stare in piedi x più di 2minuti.Sdraiato passa il dolore.Voltaren,muscoril e dopo anche bentelan che dopo una decina di giorni fanno passre i sintomi.fatta anche una tac che nn riscontra nessun peggioramento salvo il fatto che evidenzia che il canale nn risulta molto più spazioso.Più di cosi il chirurgo nn ha potuto operare x nn minare la stabilità della schiena.A inizio giugno nuova crisi ancora più forte e cruenta.Visita da un ortopedico che mi consiglia:Bentelan (1,5ml)e nicetile 500 fiale,destior e limpidex.Inizio anche la fisiokinesiterapia.A oggi dopo 20 gg ho avuto un miglioramento ma nn la totale guarigione.La domanda è guarirò o dovrò periodicamente bloccarmi?con conseguente qualità della vita pessima?Grazie e distinti saluti.

  • lele

    sofrro d’orticaria a cosa vado incontro

  • SIGNORIELLO NUNZIA

    SONO 6 MESI CHE VVERTO DOLORI LOMBARI DOPO UNA TAC IL RISULTATO è PROTRUSIONE DEL CONTORNO DISCALE POSTERIORE TRA L5 S1 DI MAGGIORE ENTITà IN PARAMEDIANA INTRAFORAMINALE SN OVE IMPRONTA IL SACCO DURALE,MODICA PROTRUSIONE TRA L4 L5 PIù UN CALCOLO RENALE DI 8MM AL RENE DESTRO HO FATO VARIE TERAPIE ANTIFIAMMATORIE E GINN POSTURALE MA INVANO COSA MI CONSIGLIA?GRAZIE

  • mario sorrentino

    Mi chiamo Mario mediante una tac si è rivelato protrusione discali al livello L1-L2 ed L2 -L3.Bulging discale posteriore a livello di L3-L4 e soprattutto a livello di L4-L5, doveil disco intersomatico contatta la superfice ventrale del sacco durale.Ernia discalepostero-medicina ed il minor misura paramediana sinistra con impronta sul sacco durale a livello di L5-S1.Circa un mese fa mi sono bloccoato con la schiena,prendevo antinfiammatori Muscoril Oridus e Volteren .Dopo una settimana potevo camminare però il tronco non lo piegavo,ho incominciavo a fare bentelan 4mg.Dopo 2 giorni si è manifestato il nero sciatico allagamba sinistra e non potevo camminare dopo 7 giorni di terapia Bentelan 4mg Contramal 50mg e Ranidil 50mg mattina e sera.Ilk dolore è passato però ho la gamba tutta indolensita énormale?Devo continuarele terapie ? Cosa posso fare?
    GRAZIE.

  • pierri luana

    ciao sto facendo delle punture di urbasan cortisone da 40mg ma non e una cura da cavallo per una sciatica con protusione discale??mi gonfiero?

  • stefania repetti

    tutto è iniziato a luglio con una condropatia rotulea che mi faceva camminare malamente, dopo 15 giorni di artal e dicloreum, il ginocchio non è passato e mi si è infiammato il nervo sciatico dx, mi produce tremolii, sensazione di contrattura al quadricipite , non propriamente dolore ma un as ensazione di nervo che tira , fascia lata, dietro al ginocchio, polpaccio. risonanza magnetica giniocchia nulla , tutto regolare. dopo molte insistenze riesco a farmi ordinare mionevrasi e urbason a dì alterni, un po’ milgiorata, ma non posso camminare a lungo, faccio giusto due isloati per il lavoro. dopo una settimana ho ripreso cortisone, stavolta bentelan, tutto è sopito ma il nervo sotto lavora” cioè si sente… mi e’ sorto un dubbio, da maggio porto un bite per malocclusione e atteggiamento sublussativo mandibolARE. CI PUò ESSERE CORRELAZIONE… MA LA SCIATICA PUò DURARE DUE MESI???? DEVO TOGLIERE IL BITE? TUTTI MI DICONO CHE MI RIEQUILIBRA LA POSTURA , MA MI SEMBRA CHE MI CREI SOLO GRAN TENSIONI…SONO IN ATTESA DI RISONANZA LOMBO SACRALE…

  • luisa ferrero

    buongioni mi scuso del disturbo volevo porre una domanda secondo lei si può avere mal di schiena ad ogni cambiamento di stagione per circ un mese che non ci si può muovere dopo aver fatto un intermento chilurgico?????la ringrazio della disponibilità aspetto una sua risposta

  • elvis

    salve dott. Mastrorilli , io sono un dizocupato
    nel ano 2009 o fato un infortunio sul lavoro sula gamba destra vicino ala caviglia destra mi viene un tu bo sopra la gamba
    e inail mi a pagato un paio di messi di infortunio e dopo 1anno ciuso loro linfortunio .
    ugi dopo 3 ani mi fa ancora male la gamba sul lato destro proio li dove e acaduto il infortunio
    poso riaprire il infortunio grazie

  • Ercolino D’ottavio

    egregio dottor vorrei delle informazioni x cuanto riguarda la sciatalgia con intorpedimento della rotula ginocchio dx ho fatto dei mass chinoterapeutici e al 3 mass mi ha portato al dolore al ginocchio tutto il lombale egamba fini alla rotula ho fatto ris magnetica il risultato riduzione della fisiologicalordosi lombale con manifestazionispondiloartrosiche in l2 -l3 protusione discale ad ampio raggio con impronta sul sacco durale in l3-el4 ernia discale paramediana dx e protrusionemediana che determinano impronta sul sacco durale ed impegno intraforaminale omolaterale concomita riduzione di ampiezza del canale vertebrale in l4 e l5discreta protusione discalemedianaparamedianadx con impronta sul sacco durale ed impegno intraforaminale in L5S1 focalità erniaria mediana paramediana destra con impronta su sacco durale ed impegno intraforaminale omolaterale concomita sfumato edema intraspongioso a carico delle limitanti somatiche contrapposte . Regolare la morfologia e l’ intensità di segnale del cono midollare sinovite faccettale reattiva . Canale vertebrale sostanzialmente nella norma per ampiezza nel restante tratto . adesso sto facendo ozono terapia volevo sapere sela rorula il ginocchio torna a posto visto che in dottore mi ha detto che ho rischiato un eschemia come mi hanno praticato dei massaggi il dolore lombale sta passando e oggi ho fatto ozono anche al ginocchio

  • SPADERINO1@LIBERO.IT

    CARO DOOTTORE HO UN DOLORE ALLA COSCIA SINISTRA CHE MI PRENDE FINO AL’INGUINE CAUSATO DA ERNIE CHE VANNI DA L1 A L5, HO ANCHE LE ANCHE ROVINATE COSA POSSO FARE^?

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>