Atletica News — 24 luglio 2010

Vittoria della Francia con 291 punti davanti all’Italia (246) all’ Incontro Internazionale Under 18  Francia –  Italia – Slovenia, al quale è stata invitata anche la rappresentativa lombarda, oggi 24 luglio 2010 nell’impianto di Chiuro in provincia di Sondrio. Le tre squadre nazionali under 18 maschili e femminili e i lombardi si sono confrontati, entusiasmando l’appassionato pubblico presente, sotto il sole di una bella giornata estiva rinfrescata da un vento ballerino.  


Occhi puntati, in questo banco di prova per 8 degli 11 allievi che, ai Trias nello Stadio Luzhniki di Mosca dal 21 al 23 maggio scorsi, hanno superato le selezioni per la prima edizione dei Giochi Olimpici della Gioventù di Singapore in programma dal 10 al 26 agosto (l’atletica  dal 17 al 23 agosto), soprattutto sulla campionessa mondiale under 18 dell’alto, l’allieva della Brugnera Friulintagli, Alessia Trost che vanta un PB di 1.90 (con il quale ha eguagliato il primato nazionale under 20 di Barbara Fiammengo). Dopo aver condotto una  bellissima gara con la francese Dior Delophont che si è fermata a 1.82, la Trost ha superato alla prima prova 1.84 e, contenta dell’oro, non ha voluto forzare provando misure superiori.  Grande tempo anche per Giovanni Galbieri che ha chiuso i 100 in 10.79, a un centesimo dalla MPI stagionale di Luca Valbonesi (10.78 a  Modena il 25/04/2010) che oggi era impegnato nei 200 dove ha guadagnato l’argento con 21.77 (+2.1)  alle spalle dell’imprendibile francese Anouman (21.55),  e per la toscana Anna Bongiorni che ha vinto facilmente i 100 femminili in 11.88 (+0.6) a sei centesimi dal suo stagionale. La pisana, figlia d’arte, sarà sui blocchi a Singapore anche nei 200 metri. Il trentino Marco Lorenzi ha dominato i 400 chiudendo in un tranquillo 48.26 lontano dal suo personale di 47.05 mentre nell’alto maschile bronzo parimerito con il lombardo Davide Basilico, per Eugenio Meloni, primo anno di categoria, con 2.02 a tre centimetri dal personale stagionale. Eccezionale livello anche nella gara di lancio del martello, disputatasi a mezzogiorno,  con risultati oltre i 60 metri. Vittoria per il francese Antoine Nabialek con l’ottima misura di  68.10 seguito dagli azzurri Carlo Calabrese  (63.80) e Marco Bortolato (63.54). Al femminile  Francesca Massobrio  con   54.06 si è piazzata alle spalle della francese Sedykh (60.88).  Bravo anche il bresciano Dominiq Gasigwa Rovetta oro nel triplo con 14.88 (+0.2) mentre la lunghista Visibelli si è fermata a 5.80(-0.4).  Ottima prestazione anche delle nostre ragazze della 4×100 Corbucci, Volani, Bongiorni e Piergallini a due centesimi dalle francesi con 46.58. Oltre all’oro degli azzurri Anna Bongiorni, Alessia Trost, Marco Lorenzi, Giovanni Galbieri e Dominiq Rovetta, vittoria anche per   Silvia Corbucci nei 200 con 24.69 (+0.6), Chiara Casolari nei 1500 con 4:57.37,  Monia Cantarella nel peso con  13.28,  Elisa Galzignato nel disco con  39.01 e   Flavia Battaglia nei 400 con 55.59. L’Italia ha avuto dunque qualche piccola controprestazione. Le squadre si sono comunque presentate agguerrite e,   soprattutto la Francia, ha schierato in campo i suoi migliori atleti e lo dimostra anche la grande prestazione ottenuta nella 4×100 maschile vinta in 41.42.  Tra i lombardi segnaliamo la brillante prestazione di Stefano Contini (Cairatese) nel giavellotto, secondo con 57.77, di Luca Romelli (Olimpia-Valseriana) negli 800 bronzo con 1.56.75 e  di Maria Chiara Rizzi (Cremona Sportiva Arvedi) bronzo nel martello con 51.10.


Presenti i dirigenti del Creval, il vicepresidente del Comitato Regionale Lombardo Tiziano Zini,  il  consigliere Fidal Nazionale Alessandro Castelli, i sindaci dei cinque comuni che formano Pentacom  (Ponte in Valtellina, Chiuro, Tresivio, Poggiridenti e Montagna in Valtellina), l’Assessore allo Sport di Sondrio , Alberto Pasina,  e il Presidente del Coni Sondrio, Ettore Castoldi. La manifestazione, di notevole spessore tecnico secondo il parere dei dirigenti presenti, sarebbe da collocare in un periodo agonistico migliore, magari a fine giugno, riducendo il numero delle specialità. Ricordiamo che lo staff organizzativo,  guidato dai dirigenti del G.S. Chiuro e della Polisportiva Pentacom,  raggruppava oltre 70 volontari.

Autore: Ufficio Stampa Fidal Lombardia

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>