Curiosita — 27 gennaio 2008

La sveglia è alle cinque, lo so bene, l’ho programmata io. All’inizio valutavo potesse essere troppo presto, è troppo tardi se penso di aver trascorso una notte insonne. L’adrenalina della gara scorre come un fiume impetuoso, ma è troppo lontano il momento in cui usarla, cosa fare? Concentrarsi sul momento, su quello che è il presente e non pensare al futuro. Non funziona, il display della sveglia continua a modificare i numeri troppo lentamente. Inevitabili e tumultuosi ritornano alla mente frammenti di un passato, talora nemmeno troppo lontano, cosa sarebbe potuto essere, come sarebbe potuto essere.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>