Alimentazione HOME PAGE — 01 settembre 2012

Il peso per un podista è estremamente importante non solo per la salute ma anche ai fini della prestazione sportiva, dove assume una certa importanza anche rispetto all’allenamento stesso. Senza un corretto stile di vita ed un’adeguata alimentazione l’ago della bilancia può impennarsi anche per uno sportivo. Dopo le vacanze estive, se la bilancia rivela qualche chilo di troppo, la prima cosa da fare è rimettersi in forma. E’ inevitabile che, con un introito calorico maggiore, il fisico appare appesantito più che mai, soprattutto se l’atleta non ha incrementato il chilometraggio settimanale. Il podista che si pone come obiettivo il raggiungimento di un miglioramento in termini cronometrici e di salute, non può trascurare i vantaggi che possono presentarsi riducendo quanto più è possibile il suo peso corporeo (riduzione massa grassa e non muscolare).
Per tornare subito in forma bisogna evitare diete drastiche e/o rimedi “fai da te” che spesso sono delle soluzioni poco durature che possono comportare diversi problemi di salute, per insufficiente introito di nutrienti essenziali, andando così incontro a carenze vitaminiche e di minerali e di conseguenza compromettere il proprio rendimento sportivo.
Per chi desidera tornare in forma e con risultati duraturi, è importante seguire alcuni utili consigli:

  1. Non bisogna saltare mai i pasti principali, in questo modo si evita di presentarsi a pranzo o cena molto affamati. In particolare, l’atleta dovrebbe mangiare cinque volte nell’intera giornata così suddivisa:
    1. Colazione
    2. Spuntino
    3. Pranzo
    4. Merenda
    5. Cena

 

  1. Ogni pasto o spuntino non dovrà mai essere composto da un solo nutriente, ma è fondamentale che vi sia un giusto rapporto tra proteine, carboidrati e grassi, in modo che l’organismo possa attingere in ogni momento tutti gli elementi di cui ha bisogno. Inoltre E’ stato osservato che le calorie quotidiane divise in 4 o 5 pasti (colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena), anziché in 2 o 3 pasti, provocano un aumento del livello di combustione calorica e quindi di consumo di energia.
  2. Aumentare le porzioni di frutta e verdura. L’ideale è consumare verdure crude, come lattuga, finocchi, carote, condite con limone ed di olio di oliva. Questi alimenti sono degli ottimi integratori in quanto ricchi di fibre, vitamine e sali minerali.
  3. Bere molta acqua. Prendete la buona abitudine di consumare acqua più volte nel corso della giornata. Per ogni litro di acqua fresca che si ingerisce, il corpo brucia 30 calorie per adattarla alla sua temperatura.

 

 

Dott. Francesco Aversano
Biologo Nutrizionista
Spec. In Biochimica Clinica
Dottore di Ricerca in Biotecnologie Mediche
Accademia Internazionale Nutrizione Clinica
www.studioaversano.com
Cell. 3932778689

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>