Cronaca — 27 agosto 2007

L’avventura di Migidio Bourifa, unico azzurro in gara nella maratona, e’ durata 15 km, i primi nei quali il campione d’Italia e’ rimasto nel folto gruppo di testa, ma alla prima selezione e’ finito nelle retrovie fino al ritiro. “Ho abbandonato al 24esimo chilometro perché ad un certo punto mi è calato improvvisamente il sipario. Ho sentito una sensazione di vuoto, senza più forze, avvolto dal caldo e da una percezione di surriscaldamento e per questo ho deciso, mio malgrado di gettare la spugna. Eppure nella prima parte di gara tutto era andato bene, avevo bevuto e mi ero bagnato ogni 2,5 chilometri perché ne sentivo il bisogno. Il ritmo non era sostenuto (16’36” ai 5km, 32’51” ai 10km e 49’29” ai 15 km) anche se sentivo che comunque si stavano bruciando molte energie. Mi dispiace perché stavo bene, ho lavorato molto in funzione di questa gara e mi ritrovo a non aver raccolto nulla. La scelta di conservare l’orario italiano è stata giusta, forse ho avuto più problemi di adattamento al clima.

Autore: Marco Sicari – Capo Ufficio Stampa FIDAL

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>