TuttoCampania — 09 novembre 2012

Lettera aperta del Prof. Nicola Candeloro, candidato alla Presidenza della FIDAL Campania:

Sono stato un dipendente del Comitato Olimpico Italiano per 42 anni. Ho ricoperto molteplici incarichi, fra i quali direttore del Centro di Preparazione Olimpica di Formia, responsabile della ricerca scientifica di tutto l’Ente, dirigente del settore tecnico FIDAL, vice segretario FIDAL, segretario FIDAL. Ora che sono in pensione molte società campane mi hanno sollecitato a presentare la candidatura alla presidenza del Comitato Regionale Campano e, con lo stesso spirito di servizio che ho avuto nel mio curriculum professionale, ho accettato. Il perché è presto detto: in Campania l’Atletica regionale è di alta qualità in ogni provincia, nessuna esclusa, storicamente intrisa di alta competenza, ma gravata da eccessiva passione. La passione purtroppo è un sentimento non positivo, perché implica desiderio di possesso, possesso esclusivo, a danno di altri, che invece di essere considerati leali avversari di un difficile ed impegnativo viaggio, si è andati troppo spesso oltre percependoli, poco sportivamente, come nemici giurati da odiare ed annientare. La mia candidatura, ha il difetto di essere persona certamente esterna al vostro mondo, ma ha il vantaggio di essere al di fuori delle parti, ha il significato di chi intende riunire e risanare, per il bene dell’Atletica Campana tutta. Quindi il mio è un intento includente e non escludente. Non voglio e non posso essere considerato il candidato di una parte che si oppone ad un’altra. Se artatamente qualcuno, in mala fede, mi vuole percepire come un candidato di parte, fa bene a non votarmi, perché è un chiaro segno di ostinata volontà di preferire a continuare le guerre guerreggiate, che sicuramente, ad unanime giudizio, non fanno bene all’Atletica Campana.
Qual è il mio programma: semplicemente di scegliere e considerare gli indicatori di qualità e quantità dei servizi erogati dal Comitato Regionale e già alla fine del primo anno valutare le differenze. E trarne le debite conclusioni, se necessario anche le più estreme.
Semplificando e parlando con il linguaggio dell’Atletica vorrei, insieme a quanti vogliono bene al nostro sport, senza passione malata, misurare quanto salta, quanto corre veloce, quanto è resistente e quanto è forte il nostro Comitato Regionale Campano.
Il tutto va indicato e misurato scientificamente ed in maniera asettica, e non alla luce delle parti, delle simpatie, delle antipatie e degli odi. Con le tecniche di misurazione del Servqual, non è difficile quantificare la qualità dei servizi erogati. Il Comitato Regionale non è una fabbrica da cui escono manufatti, ma come tutti gli enti di servizio fornisce beni immateriali, che comunque debbono e possono essere misurati.
Il Comitato Regionale della Campania dovrà essere un modello organizzativo da essere di stimolo e sprone per gli altri Comitati regionali. Un programma ambizioso quindi, una sfida da vincere tutti insieme, nessuno escluso.
Io auspico un’Atletica dove tutti gli attori, dagli atleti giovanissimi a quelli avanti di età, ai tecnici, ai giudici, ai dirigenti si sentano cittadini appartenenti ad una stessa nazione, la nazione Atletica. Mi rendo conto della difficoltà del compito che chiedo di affidarmi, ma da persona abituata a guidare strutture complesse, mi sento all’altezza di affrontare la sfida, e con la collaborazione delle persone competenti, e qui in Campania ce ne sono molte, sono certo che il Comitato Regionale Campano salterà di più, correrà più veloce, sarà più resistente e sarà più forte.
Grazie a chi col suo voto appoggerà la mia candidatura, e grazie anche a chi sportivamente e non per acrimonia farà altre scelte, ma soprattutto un grosso “no grazie” a chi intende votarmi con la speranza di trarre vantaggi di parte o addirittura personali.
Preferisco non essere eletto, piuttosto che essere invischiato in affari poco chiari e che non siano in linea con il primario rispetto del bene comune dell’Atletica Campana.”

 

Prof. Nicola Candeloro

 

Share

About Author

Peluso

  • raffaele colantuono

    finalmente un discorso forte è chiaro mettendo al centro l’ATLETICA .

  • enzo renda

    a mio avviso però la”passione” non include il “possesso” altro vuol forse intendere? la passione può essere identificata prima di tutto con il grave patimento fisico quale appunto le sofferenze del Cristo, poi più da un trasporto amoroso incontenibile che certo acceca e rende poco attenti e limitare paradossalmente nel rendimento e magari poco prudenti – è un interesse forte che andrebbe controllato con equilibrio, ma significa anche grande dedizione e troppo spesso “fare”anche senza alcun tipo di guadagno e di riconoscimento. Affermare che la Passione è un sentimento non positivo mi sembra forse un tanto esagerato. Anche il “coraggio”è una facoltà che se usato e portato all’eccesso può essere negativo ma considerarlo una cosa negativa in assoluto … ce ne corre.

  • enzo renda

    Io direi invece che il “volontariato” va bene , ma fino ad un certo punto poi occorrono necessariamente le professionalità e le capacità , ( e anche queste senza amore manco funzionano come dovrebbero..) – AUGURI DI BUON LAVORO

  • Pasquale De Felice

    questi articoli vengono commentati solo dai soliti 3… colantuono, renda, pagliara….. siamo stufi

  • enzo renda

    Sig. De Felice , questo è uno spazio per commentare il contenuto degli articoli,ma visto che Le consentono una cosa diversa , allora mi permetto di rasserenarla : Le prometto in forma solenne che non commenterò mai più. Buona Serata

  • raffaele colantuono

    il sg de felice può dire anche la sua ,ma con questa risposta si è qualificato .

  • silvio

    A QUALIANO —— PERSONAGGI IN CERCA ……..si SONO VISTI I SOLITI ” IL GATTO E LA VOLPE ” IN CERCA DI VOTI ..DOPO IL DISASTRO CHE HANNO PORTATO AL COMITATO !
    MA NON HANNO CAPITO CHE DEVONO TORNARE A CASA !! E PRESTO !
    BAFFONE E’ IN ARRIVO !!!

    ADESSO L’ATLETICA E’ ANCHE SU STRADA ? ….CHE IPOCRISIA !!!
    SIETE PEGGIO DI ALIAS A’ PURPETTA , MAGGIORDOMO DEL QUEL SIGNORE ……..TESSERE AVARIATE !!

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>