Cronaca — 17 maggio 2010

Clicca per l'immagine full sizeUna fittissima pioggia ha caratterizzato la seconda edizione di MetaMarathon, la mezza maratona che, svoltasi lungo  le strade del Vallo di Diano, ha visto la partecipazione di ben 362 podisti provenienti da tutta Italia ma anche dall’estero ed in particolare dall’Algeria, dal Marocco e dal Kenia.
E sul gradino più alto del podio è salito proprio un podista keniano, Josphat Kimutai Koech, con il tempo di 1h11’19”. Al secondo posto ancora un altro keniano, Vincent Kipchirchir (1h11’23”). Sul terzo gradino del podio è, infine, salito l’algerino Kamel Hallag (1h13’57”). Quarto, e primo degli italiani, Pasquale Impicco, seguito da Antonello Barretta, vincitore della prima edizione di MetaMarathon. 
Tra le donne, invece, si è piazzata al primo posto la polacca Anna Lucana Paniak (1h27’05”). Annamaria Caso (1h27’45”), vincitrice della prima MetaMarathon, e Filippa Oliva (1h34’20”) si sono classificate, poi,  rispettivamente seconda e terza.
Tra le società si sono piazzate rispettivamente al primo, secondo e terzo posto, l’Isaura Valle dell’Irno, la Napoli Nord Marathon e l’Erco Sport.
La gara ha visto la supremazia assoluta dei due keniani, Kimutai Koech e Kipchirchir, i quali, sempre insieme sin dai primi metri, hanno dimostrato di avere un altro passo rispetto agli altri concorrenti.  D’altra parte anche i pronostici della vigilia davano favoriti proprio i primi tre atleti saliti sul podio di MetaMarathon.
La seconda edizione dell’half marathon del Vallo di Diano, con partenza dalla Certosa di Padula ed arrivo al Centro Sportivo Meridionale di San Rufo, dopo l’attraversamento dei territori comunali di Sassano e Teggiano, è stata assai apprezzata dai podisti. I 21,097 km del tracciato, per lo più pianeggiante con pochi cambi di direzione e molto lineare e veloce, ha entusiasmato i 362 podisti impegnati in questa mezza maratona organizzata da Meta Sport. ‘Siamo più che soddisfatti, dice Donato Alberico, direttore di Meta Sport. Rispetto alla prima edizione, abbiamo registrato un centinaio di iscrizioni in più e la presenza di numerosissimi podisti di rilevante spessore tecnico-agonistico. Per la terza edizione, sicuramente, proporremo diverse novità‘, conclude Alberico.
La gara podistica, sotto l’egida della FIDAL, era valida per l’assegnazione del titolo di Campione regionale Masters sia individuale sia per società, maschile e femminile e rientrava nell’importante  circuito nazionale  ‘”ELLEFFE RACE Half Marathon.

Autore: Pasquale Lapadula

Share

About Author

Peluso

  • Mario Muri

    Ottima Gara… peccato per le avverse condizioni atmosferiche. Questa gara ha un futuro,,,,

  • Anna Raffone, Antares Stabia

    Voglio ringraziare a nome della mia squadra tutta l’organizzazione della MetaMaraton per la professionalità, competenza e cordialità con la quale hanno arricchito questa manifestazione.
    Nonostante la pioggia incessante che ci ha accompagnato in questo “sfortunato” week end, siamo stati coinvolti in suggestive visite al borgo medioevale di Teggiano, alle incantevoli e spettacolari Grotte di Pertosa, scenario ideale per l’ambientazione dell’Inferno Dantesco e alla grandiosa Certosa di Padula , Patrimonio Unesco.
    La mezza maratona seppur svoltasi sempre sotto la pioggia non ha perso il suo fascino esaltato dalle bellezze paesaggistiche e ambientali del Parco del Vallo di Diano. Un grazie doveroso per la cordiale ospitalità e un augurio perchè questo evento riscuota sempre più successo anno per anno.
    Anna Raffone, Antares Stabia

  • mario dal monte -libero

    chiedo scusa , ma gli atleti che sobo stati menzionati , non sono già in italia da un po di tempo ? poi il tempo è quasi da amatore ed infine l’altro hallag , risiede da una vita in italia .
    salutoni

  • raffaele colantuono

    ottima organizzazione,peccato per il tempobrutto,i giudici non capaci di fare le classifiche del campionato regionale,al momento posso solo congratularmi con le atlete dell’erco sport per l’ennesimo titolo regionale vinto ,bravissime

  • iasparro camaldolese

    APPARTE LA PIOGGIA.I KM DOVE ERANO SEGNATI… SPERO CHE IL PROSSIMO ANNO IL TEMPO SIA MIGLIORE CIAO ATUTTI

  • Angelo Della Rocca, Cava Picentini Costa d’Amalfi

    Bella ma sfortunata in quanto acqua e vento contrario hanno contribuito a rendere la gara alquanto tosta, nonostante il percorso filante e ben organizzato. Meno male che all’arrivo docce calde e ambiente confortevole (piscina coperta) ci hanno ristorato. Nell’attesa della premiazione anche un bel piatto di pasta e stand gastronomici che ci offrivano prodotti del posto come assaggi di ricotta, caciocavallo, yogurt etc.

  • Gianfranco Bianco Ercosport(NA)

    Ma i primi due arrivati si vede che non hanno il pettorale. Possono essere classificati?

  • D’Orso Michele Paeninsula Sorrento

    Bella gara ,solo il tempo inclemente ,per il resto ottima accoglienza da parte della sig.a Cosentino. Ringrazio anche il Dr. Alberico per avermi aiutato con la borsa.

  • ANTONIO ESPOSITO NAPOLI NORD MARATHON

    “Le mie piu vive congratulazioni ai Campioni regionali della Napoli Nord Marathon per il titolo conseguito.Un plauso anche alle ragazze per il secondo posto, e tutte quasi da podio .Un monito ai giudici,non è possibile andar via senza aver redatte le classifiche di categorie e del campionato regionale.Complimenti all’organizzazione che impegna cuore e passione
    per la buona riuscita.

  • giovanni curia atl. acquappesa

    grande ospitalità, organizzazione buona, unico neo non c’erano i km segnati uno x uno. comunque se dio vuole all’anno prossimo

  • buonocore vincenzo isaura valle dell’irno

    LA CLASSIFICA CHE FINE HA FATTO!!!

  • d apice rosa g.p.antares stabia

    io invece voglio fare i miei complimenti ,al signor raffaele colantuono xche l unica xsona che giustamente ha bloccato l assegnaze dei titoli regionali rendendosi conto che era sbagliata la classifica i giudici fidal nel momento che un organizzazione paga xche sono cosi superficiali?

  • Enzo Petrone Antares Stabia

    Un forte plauso va alla nostra GRANDE ATLETA ANIA PANIAK per il suo primo posto.Da precisare la Sig.Paniak vive in Italia da 10 anni ed è iscritta da diversi anni come atleta Fidal.Quindi è vincitrice del titoto regionale.C

  • giovanni morra – uisp eboli

    L’atleta Aniak , non ha ancora la cittadinanza italiana .
    Il titolo non gli spetta , puo’ fare solo classifica per la società , ( italiana) che gareggia .
    per la cronaca.

  • Enzo Petrone-Antares Stabia

    Per diritto di cronaca l’atleta Paniak ha la cittadinanza Italiana .Caro Sig.Morra,poi visto che non gli avete dato il titolo perchè non è stato consegnato all’atleta Filippa Oliva ma è stato dato ad un atleta che risultava 7° in classifica?LA CLASSIFICA CHE FINE HA FATTO!!!!

  • Laura Galeano Atletica Virgiliano

    Anja Panjak la conosco molto bene, la mattina presto, quando va piano, corriamo insieme e posso dire che è una ragazza straordinaria, sempre sorridente, con una forza di volontà che la porta a migliorasi sempre, tenendo ben fermi i piedi per terra. Ed è anche un ottima amica, educata e riservata, domenica è arrivata prima, e ha fatto gran tempo, nonostante le condizioni climatiche!! adesso non se se c’è qualche regola federale per cui non può vincere il titolo regionale ma io penso che lo merita, per me è una grande campionessa!!!

  • Donato Alberico – Metasport

    Colgo l’occasione per ringraziare nuovamente tutti i partecipanti alla corsa, nonostante le avverse condizioni atmosferiche. Mi fa piacere che alcuni hanno potuto apprezzare le bellezze della zona e l’ospitalità. Mi dispiace non aver potuto procedere alla proclamazione dei titoli di campione regionale Master non appena terminata la corsa. Siamo in contatto con la FIDAL per organizzare un evento ad hoc che prevede amche il cerimoniale di premiazione degli atleti e delle società. In merito alla classifica ufficiale del Campionato Regionale Master è stata pubblicata lunedì 17 maggio sul sito http://www.fidalcampania.it nella sezione “Risultati”. Ancora grazie.

  • vincenzo risi isaura valle dell’irno

    non me ne voglino gli amici della napoli nord ma cè qualcosa che non mi torna .il regolamento ufficiale per l’assegnazione del campionato regionale di società dice che per le categorie 35 40 45 e 50 vengono dati 50 punti al primo a scalare fino al cinquantesimo che prende un punto,categorie 55 60 e 65 vengono dati 40 punti al primo a scalarefino al quarantesimo che prende un punto,categoria 70 e 80 venti punti al primo a scalare fino al ventesimo che prende un punto.questo e quello che dice il regolamento ufficiale della meta marathon sezione cronometraggi e classifiche.consultando la classifica e facendo due conti e venuto fuori che l’isaura a totalizzato1069 punti,la napoli nord 805.sembra proprio ce cè qualcosa che non torna.vorremmo capire qualcosa di più.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>