Cronaca — 05 novembre 2007

Da Maratona ad Atene, nel ricordo della cruenta battaglia del 490 a.C., che decise la prima guerra persiana; 42 km. certamente non facili, con saliscendi ed asperità. Per le donne prova di forza e di orgoglio per la russa Svetlana Ponomarenko, che è riuscita perfino a stabilire il record della corsa: 2h33’19’. A ben otto minuti è giunta seconda la giapponesina Chihiro Tanaka, mentre sul gradino basso del podio è riuscita a salire la greca Magdalene Gazea in 2h41’31’, un risultato che gli è valso appunto il terzo posto. In campo maschile una terna di atleti africani  l’ha fatta da padrone; prestazione vincente per il keniano Benjamin  Korir Kiprotich in 2h14’40’, davanti ai connazionali Husea Kiptanui Kimutai (2h15’03’) ed Henry Tarus (2h15’57’).  Il dominio keniano è andato oltre se si pensa che nei primi dieci posti si sono piazzati altri 5 atleti africani. Diversi gli atleti italiani al via, tra i 7200 podisti iscritti all’edizione n. 25 della Athens Classic Marathon; ricco di fascino e di storia il percorso di gara, che si è snodato dalla piana di Maratona fino alla capitale greca.


 

Autore: Giovanni Mauriello

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>