Alimentazione — 14 aprile 2011

Per chi fa attività sportiva l’alimentazione riveste un ruolo determinante ed è importante che lo sportivo sappia quali sono gli alimenti che possono aiutarlo nella propria attività. Tra i vari alimenti che fanno parte dei cibi medicina non si può non ricordare il grano saraceno. A dispetto del nome questo alimento non ha nulla a che vedere con il grano, appartiene alla famiglia delle poligonacee ed ha notevoli caratteristiche nutrizionali. Il grano saraceno annovera tra le sue proprietà la capacità di fornire energia e vigore fisico, le sue proteine hanno il più alto valore biologico del regno vegetale, contengono gli otto amminoacidi essenziali in proporzione ottimale, mentre nei cosiddetti cereali “veri” questi aminoacidi essenziali sono presenti in percentuale minore. Il contenuto in proteine è decisamente elevato, 14,1% contro 9,2% del frumento tenero e 8,5% della farina di mais. E’ qualitativamente superiore al riso, al frumento e al mais, soprattutto perché ha un indice glicemico più basso ed è più proteico. Inoltre Il grano saraceno è una buona fonte di fibre e di minerali, soprattutto magnesio, manganese, calcio e fosforo, ha un indice di sazietà abbastanza elevato per l’alto contenuto in proteine ed è privo di glutine quindi è adatto anche per i soggetti celiaci. Il suo utilizzo in sostituzione di altre farine, può aiutare ad abbassare il colesterolo e a regolare i livelli glicemici nel sangue.  Il grano saraceno è un alimento molto equilibrato, ricco in ferro, vitamina B e vitamina E, adatto nel recupero fisico, aiuta ad eliminare dall’organismo i liquidi in eccesso ed ha una notevole azione rivitalizzante su reni, cuore e ghiandole sessuali. Il consumo di grano saraceno, grazie al suo alto valore proteico simile a quello della carne e della soia, è anche consigliato in caso di deperimento fisico. L’uso costante del grano saraceno, secondo uno studio condotto in Canada, sarebbe in grado di abbassare del 19% la glicemia, grazie ad un principio attivo presente in quest’alimento chiamato chiroinositolo che sembrerebbe avere proprietà curative e benefiche nella cura del diabete mellito.


Dott. Francesco Aversano
Biologo Nutrizionista
Spec. In Biochimica Clinica
Dottore di Ricerca in Biotecnologie Mediche
Accademia Internazionale Nutrizione Clinica
www.studioaversano.com
Cell. 3932778689


Bibliografia: Cibo 360.it; Dieta paleolitica.it

Autore: Dott. Francesco Aversano

Share

About Author

Peluso

  • SALVATORE ALBRIZIO NAPOLI NORD MARATHON

    ciao francesco,quando diciamo di’ uso costante del grano saraceno,quante volte alla settimana bisogna mangiarlo e la’ quantita’?grazie.

  • Dott. Francesco Aversano

    Per Salvatore Albrizio. Non esiste una posologia ma può essere usato in sostituzione del pane, della pasta o dei biscotti…. nelle stesse quantità ! Saluti

  • ajith kithsiri,podistica bosco di capodimente.

    salve,,dott, grano saraceno,,comesi dici in inglese,,grzie.

  • Dott. Francesco Aversano

    La traduzione in inglese di grano saraceno dovrebbe essere buckwheat ! Saluti

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>