TuttoCampania — 12 dicembre 2012

Si aspettavano tuoni, fulmini, lampi e saette da giorni e giorni per l’appena trascorso week -end, si era temuto di non
poter svolgere la manifestazione, che si sarebbero potuti avere dei disagi nella messa in piedi della mattinata di sport
all’aria aperta, che qualcuno avrebbe potuto desistere dall’uscire di casa a prima mattina in un giorno di festa per colpa del maltempo… e invece il cielo di Sant’Antimo si è dimostrato clemente e collaborativo, permettendo con massima tranquillità lo svolgimento della XIII edizione del Running dell’Immacolata.
L’appuntamento, ormai storico e tradizionale, organizzato dal team dell’Hinna Atletica Sant’Antimo, in collaborazione con l’intera amministrazione comunale, si è proposto ai tanti appassionati dell’atletica leggera con un edizione 2012 rinnovata, con Via Roma a fungere da filo conduttore tra il passato ed il presente, ma con la parola “Il Futuro” a scandire il cambio di rotta stabilito dalla famiglia D’Aponte. Si, perché quest’anno la classica gara dei 10km riservata ad assoluti, amatori e master è stata, per una estesa concomitanza di fattori, accantonata, lasciando ampio spazio all’attività giovanile, quella che da sempre ha contraddistinto la manifestazione, inserendo l’evento all’interno della seconda edizione del tour “Il Futuro: pensando già al domani…” promosso dall’Enterprise Sport & Service.
Raccogliendo quindi il testimone dalla precedente tappa, svoltasi a Meta di Sorrento lo scorso 28 ottobre (con le gare di velocità, lancio del vortex e salto in lungo), l’attività proposta ai tanti giovanissimi intervenuti si è basata sull’abituale tracciato di corsa su strada, seguito dal curioso e accattivante impegno del salto in alto a squadre. Poco dopo le 9.30 prendeva il via la prima gara in programma, quella riservata a Allievi/e e Cadetti/e (iscritti secondo le categorie FIDAL 2013), impegnati sulla distanza dei 1500m, che vedevano la vittoria di Antonio Santoro (Hinna Mac 82) e Teresa Scialla (Pod. Marcianise) – tra i nati nel ’97 –  e di Andrea Romani (Centro Ester) e Alessia Chianese (Atl. Marano) – tra i nati nel ‘98/’99. Partenza successiva quella prevista per la categoria Ragazzi/e, con 1000m da affrontare per metà in discesa e metà in salita, che portavano per prima al traguardo la giovanissima e promettente Martina Spezzaferro (Centro Ester), capace di precedere anche il primo degli avversari maschili, ovvero Monsif Kamliche (Pod. Marcianise); seguiva la partenza riservata agli esordienti A, con la gara prevista sui 500m, che vedevano un netto dominio di Emanuele Santoro (Hinna Mac 82) ed Angela Colella (Pod. Marcianise). Conclusione delle gare di corsa con le categorie dei più piccini in assoluto, cioè gli esordienti B e C, accolti rispettivamente dopo 300m e 200m tra un frastuono di incitamenti, applausi, foto e sorrisi dei tantissimi accompagnatori e cittadini presenti lungo i marciapiedi.
Dopo un rapido, ma ricco e piacevole ristoro, la manifestazione si trasferiva a circa 30m di distanza dall’arco di partenza e arrivo, approfittando della disponibilità dei locali messi a disposizione dalla Scuola Media Secondaria di Primo Grado “Giovanni XXIII”, ove era stato allestito quanto necessario per lo svolgimento del salto in alto a squadre: 3 minuti di tempo per Ragazzi/e, Cadetti/e e Allievi/e, 2 minuti per gli Esordienti A, utili a valicare quante più volte possibile l’asticella posta nel primo caso all’altezza di 1 metro, nel secondo a 70 centimetri, permettendo la partenza del compagno di squadra successivo al contatto dei piedi dell’atleta impegnato nel salto col suolo, giù dal materassone d’atterraggio.
Entusiasmante e coinvolgente sono le parole più adatte a descrivere lo spettacolo sportivo che si andava a presentare di volta in volta, squadra dopo squadra, a tutti coloro che assistevano ai vari salti, quasi partecipando, contando i passaggi ed incitando i saltatori; anche in questo caso non poteva mancare l’epilogo con i giovanissimi nati dopo il 2003, pronti a regalare un tenero sorriso e tanta allegria all’intera palestra, gremita all’inverosimile nell’attesa delle premiazioni finali.
Ed infatti, alla presenza del vice sindaco di Sant’Antimo, Corrado Chiariello, responsabile ad interim della promozione sportiva e della pubblica istruzione, venivano consegnate le coppe e le medaglie a tutti i partecipanti ed i vincitori, non solo del Running dell’Immacolata 2012, ma anche a coloro che dopo la seconda tappa del progetto “Il Futuro” risultavano nelle prime tre posizioni della classifica parziale di ognuna delle categorie previste.
Una lunghissima mattinata, fatta di sport e divertimento, nell’ottica esclusiva della promozione giovanile dell’atletica leggera “pensando già al domani”, capace di accendere l’ attenzione e l’adrenalina di una mattinata ancor più di quanto abitualmente accaduto negli anni trascorsi e che ha lasciato tornare a casa i tanti ragazzi ed i loro genitori felici di aver trascorso la festività dell’Immacolata nella cittadina santantimese, ormai storica realtà dell’atletica campana.

 

Carlo Cantales

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>