TuttoCampania — 24 marzo 2014

CostieraQualche anno fa un turista poteva attraversare la strada da Agerola a Conca dei Marini e non rendersi conto di essere passato per questo splendido paese: Furore, il “Paese che non c’è” come lo definisce, provocatoriamente, il suo mentore – “Architetto” – Sindaco Raffaele Ferraioli.
Oggi è impossibile non notare la bellezza di questo sparso abitato, trasformato in un museo a “cielo aperto”, con i suoi murales e le sue sculture, che decorano i tanti chilometri di strada necessari per percorrerlo. Furore è un paese albergo con le sue numerose strutture turistiche, per una domanda sempre più in crescita. Ci sarà un motivo? Questo paese con i suoi tornanti arriva fino ad Agerola e scende fino al mare con il suo famosissimo Fiordo, tappa mondiale del circuito di Tuffi dalle Grandi Altezze, recuperato dallo stato di abbandono in cui l’ignoranza degli uomini lo aveva relegato. La natura è l’unica vera, grande eredità per i nostri figli, difendiamola!
Veniamo allo sport, altrimenti servirebbero parecchie pagine per elencare la bellezza del viverci, del saperlo custodire, del migliorarlo costantemente. Per la gente che vi abita è molto facile essere felici vivendo già in questo paradiso.
Dopo Positano, Minori, Amalfi e Atrani mancava una gara di Trail a Furore. Ed ecco il Gran Furor Trail, programmato per Domenica 30 Marzo 2014. Questa gara permetterà a tutti gli atleti di godere la bellezza selvaggia dei tanti sentieri, caratteristici del panorama meraviglioso che ci accompagnerà per tutta la competizione.
La partenza avverrà dalla piazzetta antistante il Comune di Furore, alle ore 09.30. Ci inerpicheremo lungo i petingoli fino alla Chiesa di San Giacomo, per poi dirigerci verso Pizzo Corvo, attraverso i vigneti di Marisa Cuomo. Con un percorso molto tecnico arriveremo a toccare Marina di Praia, per poi risalire per il Sentiero dell’Agave in Fiore, fino alla “Passeggiata dell’Amore”.  Imboccheremo poi la il Sentiero della Volpe Pescatrice e scenderemo al Fiordo di Furore, attraverseremo la spiaggia, passeremo di fronte alla Villa della Storta (alcova di Anna Magnani e Roberto Rossellini negli anni ’40 del secolo scorso), e ricominceremo la salita che ci porterà al traguardo. Qui ci attende un delizioso party che ci permetterà di recuperare dalle “dolci” fatiche.
Questo Trail è una “finestra” costante sulle meraviglie della Costa d’Amalfi e permetterà ai suoi partecipanti di avvertire il profumo del mare e ascoltare il fragore delle onde sugli scogli. Si correrà tra tantissime piante spontanee commestibili e aromatizzanti: finochietto selvatico, rucola, borragine, tarassaco, origano, mirto, asparagi selvatici, rosmarino, timo serpillo, cipolla selvatica, cardo, ortiche, “mortella”.
Agli atleti partecipanti sarà consegnato, come pacco gara, il vino della famosa Cantina Marisa Cuomo. Ai vincitori andranno premi-oggetti in ceramica artistica realizzati da Anna Maria Fusco, personalizzati per l’evento.
Vi aspettiamo il 30 Marzo 2014 con tanto “Furore”.

Giovanni Acampora

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>