Cronaca — 03 aprile 2011

La seconda edizione de ‘I GRANAI RUN’ ha offerto a tutti i partecipanti una bellissima mattinata di sport, aggregazione, salute e felicità grazie ad un organizzazione che ha voluto curare nei dettagli quella che non è stata l’ennesima gara podistica del Lazio ma un vero e proprio evento di atletica leggera per il singolo atleta e per tutta la famiglia che ha animato per un’intera mattinata il quartiere Eur-Tintoretto.

1534 gli atleti classificati nella prova agonistica, quasi 500 quelli che si sono iscritti alla gara non competitiva di 4Km e poi, meraviglia, 477 bambini hanno ritirato il loro pettorale e hanno corso la loro speciale gara ‘LA SAETTA DE I GRANAI’ che voleva lanciare un messaggio splendido per contenuto e contesto: ‘io corro veloce rispettando le regole’.

Vince la prova agonistica di 10Km il marocchino El Makhrout Abdelaziz dell’Athletic Terni con il tempo di 30’32” seguito dall’italiano, della Running Club Futura, Federico Simionato che ha chiuso la sua fatica in 30’35” beffato solo dalla micidiale volata finale dell’avversario nordafricano. In terza posizione l’eritreo Elias Embaye della LBM Sport Roma con il crono di 30’55”.

Gara femminile dominata con il record della manifestazione di 35’37” dall’italiana Giustina Menna, Running Club Futura, seguita dalla romana Federica Proietti tesserata per la Giovanni Scavo 2000 Atletica (37’28”). In terza posizione con il tempo di 37’55” Agnese Ananasso della Forhans Team.

Ferdinando Zinni, presidente della a.s.d. Sport & Natura, promotore ed ideatore della gara ha così commentato al termine dell’evento: ‘sono molto contento di quanto è stato fatto, talmente contento che non vedo l’ora di rimettermi all’opera per la terza edizione. Sono dovuti i ringraziamenti a tutto il Centro Commerciale I Granai per la sensibilità e la grande fiducia con cui ha affrontato questo importante impegno. Bravi a tutti i bambini, bravi ai genitori che li hanno portati, complimenti a chi ha corso e preso parte all’evento’.

Patrizio Mancini, coordinatore tecnico della manifestazione e presidente del Roma Road Runners Club ha sottolineato: ‘vista la tecnicità del percorso le prestazioni tecniche dei primi atleti classificati sono sicuramente rilevanti e di buon livello, l’appuntamento è per tutti alla prossima edizione, sperando di migliorare ancora in tutto’.

Autore: cs

Share

About Author

Peluso

  • mery71@libero.it

    complimenti vivissimi per la splendida riuscita della granai run sotto tutti i punti di vista! In particolare il successo della SAETTA ha dimostrato il grande impegno dell’organizzatore Fernando Zinni e dello staff della saetta dimostrando che con l’impegno si riesce a portare i bambini a correre su strada dimenticando per un giorno computer, playstation, wii ecc. COMPLIMENTI continuate cosi!

  • Matera Arcangelo Roma Road Runners Club

    Ringrazio Fernando Zinni e Patrizio Mancini che con il loro impegno mi hanno dato la possibilità di concretizzare un progetto tanto pensato, così importante quale quello della “pista di strada”. Aprire ai più piccoli il meraviglioso mondo dell’atetica leggera, in un momento come quello attuale, significa oltre a trasmettere l’amore dello sport, trasmettere i valori basilari per una crescita equilibrata concorrendo all’educazione socio-sportiva dei giovani atleti.
    Vi ringrazio ulteriormente, con un pizzico d’orgoglio, girandovi i complimenti ricevuti da molteplici amici apparteneti a squadre sportive militari, in particolare a molti giovanissimi atleti ed ex atleti delle Fiamme Oro.

    Arcangelo Matera oggi della Roma Road Runners Club, nel mondo dell’Atletica Leggera dall’anno 1971 con la Carbinieri Bologna – Tessera F.I.D.A.L. 2867.

  • francesco

    i granai run è stato un grosso flop: pettorale caro, ristoro assente, crostata nel pacco scadente, gente che tagliava il percorso, non è una 10 km ma un 9,8 km. Confermo che l’unica cosa veramente riuscita è stata la saetta con grande pubblico e partecipanti arricchita da palloncini dagli organizzatori., in poche parole l’unica nota positiva dei granai

  • francesco polidori

    l’unica cosa positiva della granai run è stata la saetta organizzata in modo eccellente e arricchita da palloncini su una pista tricolore dove i bambini si sono divertiti e hanno dimenticato per un giorno computer videogames ecc.
    Per il resto l’organizzazione della granai run ha mostrato parecchie pecche dal ristoro al percorso al pettorale troppo caro.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>