TuttoCampania — 27 aprile 2010

Clicca per l'immagine full sizeSi è conclusa domenica 25 Aprile, con un successo la terza edizione del “Trofeo della Liberazione Città di Cardito“. Gara sulla distanza di km 10.500 con la partecipazione  di circa 600 atleti, provenienti da tutta la Regione Campania e dalle zone limitrofe.
La manifestazione si è svolta nel centro della città, su di un circuito pianeggiante e veloce, però in condizioni di traffico, dovute all’ora di punta, nel quale gli uomini della polizia municipale hanno lavorato non poco per assicurare l’incolumità degli atleti in gara.
La partenza è avvenuta dal Viale Kennedy nei pressi del Parco Taglia, dopo la benedizione e lo sparo dello “Starter“, che per l’occasione è stato il vice sindaco di Cardito Luigi Iorio.
La gara è stata caratterizzata nella fase centrale e finale, da una leggera pioggia che non ha creato nessun problema agli atleti.
Il Gruppo di testa al passaggio del 5° chilometro, era guidato dai marocchini Lamachi Abdelkebir e Roqti Aderrafii, i quali nel finale di gara hanno incrementato ulteriormente il ritmo entrando nel Parco Taglia per primi e classificandosi nell’ordine: 1° Lamachi Abdelkebir (Atletica Capua),2° classificato Rogti Abderrafii ( Mont.team Runners), 3° classificato Scala Pasquale(Agg. Hinna). Nel settore femminile, ennesima affermazione e vittoria della marocchina Lamachi Maryem, che ha vinto agevolmente su Caty Barbato e Concetta Franzese.
Buona l’organizzazione ( con qualche dettaglio da ottimizzare) curata da Angelo Guardabascio in collaborazione con il Comune di Cardito, Sindaco Giuseppe Barra, l’assessorato allo sport con la responsabile signora Sannino, con la Pro-loco del presidente Antonio Tulino e la collaborazione tecnica dell’ Atletica Caivano. Un arrivederci al prossimo anno.

Autore: Gino Caruso

Share

About Author

Peluso

  • Cav. Pasquale Grimaldi Presidente Marathon club Fr

    Domenica scorsa in occasione della maratona di Napoli ho fatto vivissimi auguri a tutta la squadra che ho l’onore di presiedere e in particolar modo a due nostre atlete donne che si sono particolarmente distinte in questa competizione e oggi devo rendere onore oltre che alla stessa squadra, anche alla nostra grande atleta Tina Franzese che è arrivata terza come donna e che fino a poco tempo fa si allenava con me. Oggi purtroppo mio malgrado la vedo soltanto nel riscaldamento che effettuiamo prima dell’allenamento e poi sparisce alla mia vista. Brava Tina continua così!

  • pasquale auletta asd marathon club frattese

    mi associo al ns caro presidente nel congratularmi con la grande Tina( detta la piccolina). Mi preme inoltre sottolineare la dimostrazione di grande correttezza offerta da nostro Romualdo Barbato che non ha tagliato il percorso ( a differenza di alcuni cosiddetti top run che lottavano con lui per le prime posizioni),anzi, disgustato da tali palesi irregolarita’, Romualdo si fermava e si faceva sorpassare da alcuni ” atleti” a cui probabilmente il premio in denaro era indispensabile per il pranzo e la cena (non riesco a spiegare diversamente un taglio di percorso cosi evidente ,effettuato tra l’altro in prossimita’ del traguardo). La baldanza con cui si reclamava poi il suddetto premio e la completa indifferenza con cui si ignorava chi come Romualdo non ha barato ,ha dato proprio una bella rappresentazione della identita’e dello spessore umano dei top run, almeno quelli presenti a Cardito. Complimenti vivissimi. Per concludere una mia riflessione sulla funzione dei giudici di gara,sotto i cui occhi si e’ svolto il fattaccio: se vi rifiutate di prendere provvedimenti anche per situazioni cosi evidenti, e avallate una clessifica completamente fasulla, qual’e’ la vostra funzione? .Se mi viene risposto che provvedera’ l’organizzatore a compensare i danneggiati (come Romualdo), a parte che e’ da vedere se, come e quando, non vi rendete conto che cosi la vostra funzione viene svuotata , e incoraggiate chi si mette ad organizzare eventi facendo a meno di voi, e tagliando cosi le spese consistenti destinate a giudici,federazione ecc ecc ?. senza polemiche, vorrei una spiegazione.

  • vallarino antonio libero

    ho partecipato con interesse e amore a questa gara e resto disgustato per coloro che hanno accorciato il percorso non è un atteggiamento sportivo e penso che i giudici servono a controllare queste palesi e evidenti infrazioni, ma nessuno informa la fidal per questa bruttissima cosa, atleti e giudici andrebbero puniti altrimenti tutto finisce, e perche l’oganizzazione non ha provveduto a far squalificare tali personaggi che si definiscono atleti.

  • Podistidoc

    Perchè, non vengono pubblicati tutti i commenti? ………..”caro” Pietro, se usi aggettivi penalmente rilevabili (così come hai fatto tu nel commento che volevi fosse pubblicato) ne siamo responsabili anche Noi! Quindi….metti su un sito a tuo nome e scrivici tutti i commenti che vuoi, e pigliatene da solo le conseguenze! Grazie!”

  • michele corrado ex atl caivano

    scusate il mio commento ma leggendo cose come scrive qualche noto presidente mi chiedo il perche l’organizzatore debba ricompensare i danneggiati e il perche nessuna squadra abbia posto come da regolamento ricorso alla fidal, la risposta è una oltre agli atleti poco corretti, ci sono anche squadre che pur di far punti commettono illeciti e mi fermo qui caro presidente

  • CIRO LEGNANTE M.C.FRATTESE

    X IL SIG.MICHELE CORRADO,DOVRESTI PRESTARE PIU’ ATTENZIONE QUANDO LEGGI O FORSE HAI PRESO FISCHI PER FIASCHI?RILEGGITI ATTENTAMENTE IL COMMENTO E POI RISPONDI.GRAZIE.
    P.S.UN PLAUSO ALLA “PICCOLA” GRANDE TINA FRANZESE BRAVA OBIETTIVO RAGGIUNTO.

  • michele corrado ex atl caivano

    non penso di essere stato poco attento e tantomeno di aver letto male, certo il condizionale usato non è mai una certezza,ma le foto pubblicate si che sono una certezza non corrispondono ne al nome ne al sesso e tantomeno alla categoria carissimo Legnante e ancora una volta mi fermo qui. Argomento chiuso

  • romualdo barbato m. club frattese

    Al sign. michele corrado,come dice il mio amico ciro legnante , rileggiti il commento del mio amico dottore pasquale auletta con calma ma molta calma e se non riesci a comprenderlo mi fai sapere che te lo spiego io.p.s. complimenti alla piccola grande Tina .

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>