Cronaca — 01 settembre 2008

ROMA – “Si sta correndo in tutto il mondo, ma la corsa più bella è qui a Roma!”. Parola di Carl Lewis, e a sottoscriverlo sono stati i diecimila che ieri sera si sono presentati alla partenza della Nike+ Human Race”.

Al via, alle Terme di Caracalla, lo starter è stato proprio il pluricampione olimpico. Per lui una vera festa: tra un flash e una stretta di mano, il ‘figlio del vento’ ha scherzato, firmato autografi e ballato il samba. Sulla linea di partenza un enorme ‘fiume rosso’ ha attraversato la Capitale: dalle Terme di Caracalla al traguardo del Circo Massimo, 10 chilometri passando per il Colosseo, via dei Fori Imperiali, via del Corso. C’era l’appassionato di maratona che non poteva perdersi questo appuntamento in contemporanea con il resto del mondo e il semplice curioso che si è iscritto soltanto per poter stingere la mano a Lewis.

Assieme al campione statunitense, madrina alla corsa romana é stata Margherita Granbassi, doppio bronzo nella scherma ai Giochi olimpici di Pechino. Proprio lei ha premiato la prima arrivata tra le donne, Vincenza Sicari (29/a nella maratona femminile a Pechino) che ha percorso la ‘Human race’ in 34’17”. “Volevo arrivare prima e ce l’ho fatta”, ha dichiarato al Trio Medusa, che ha presentato e commentato l’intera serata. Vincitore assoluto della manifestazione, invece, è stato Stefano La Rosa (primo ai Campionati Italiani sui 10.000 a Cagliari), giunto al traguardo in 30’43”. Una grande soddisfazione per lui che ha corso accanto al keniano Paul Tergat (30’44), arrivato secondo, e ha ricevuto il “testimone d’oro” direttamente dalle mani di Lewis che ha salutato il pubblico da vera rockstar urlando “Buonasera Roma!”.

Terzo Najibe Marco Salami con il tempo di 30’46. Tra le donne, dopo la Sicari, Giovanna Volpato (34’91”) e Anna Incerti (36’45”). Poi l’intero “fiume rosso” ha tagliato il traguardo del Circo Massimo per lasciare spazio alla musica con Subsonica, Casino Royale e Neffa. Nel frattempo negli Stati Uniti si continua a correre (ultimo start a Los Angeles). Sono già 4milioni e 470 i chilometri percorsi in tutto il mondo per la ‘Human race’. L’obiettivo è raggiungere un milione di corridori nelle 25 città coinvolte e raccogliere fondi a favore di Wwf, ninemillion.org (The UN Refugee Agency) e Lance Armstrong Foundation.


 


www.ansa.it

Autore: ansa.it

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>