Cronaca — 05 giugno 2008

PIEVE SANTO STEFANO – Il re incontrastato della ‘Panoramica Pieve-Trofeo Nasini’ è Haibel Mourad che domenica 1 giugno ha vinto, per la terza volta, la classica corsa altotiberina – giunta alla sua 5a edizione – coprendo i 12,400 chilometri del durissimo percorso in 41’09.88.
Ancora una volta, dunque, la sua elegante ma possente falcata ha fatto il vuoto nei continui e tremendi saliscendi toscani: da «combattente» nato ha preso subito la testa dell’agguerrito plotone (più di 600 gli iscritti) tanto da tagliare solitario come una «gazzella» il GPM di Grigliano di metà percorso. E da lì in poi è stata tutta una superlativa volata, senza cedimenti, verso il traguardo di piazza Plinio Pellegrini di Pieve. Non è stato record, già comunque suo dal 2007, altrimenti sarebbe stata la «corsa perfetta» ma il marocchino di Casablanca della Asics Marathon Firenze, che si allena senza sosta a Perugia, ha dimostrato tutto il suo grande spessore atletico meritandosi perfino l’acclamazione del migliaio di tifosi e appassionati presenti nella cittadina.
La prova di forza di Mourad Haibel comunque non deve far passare sotto silenzio le altrettanti convincenti performances dei suoi outsiders nella Panoramica Nasini il cui podio è stato completato dal 2° posto di Diego Bistoni e dal 3° di Fabio Perazzini della Olimpus S. Marino. Proprio il tifernate dell’ASD Tiferno Runners (con 42’37.86) si è dimostrato all’altezza dei tempi migliori che per lui risalgono addirittura al 2004 quando vinse con merito la prima edizione della corsa podistica pievigiana. E bravissimo pure il romagnolo Perazzini dato giustamente tra i protagonisti alla vigilia. Ci hanno pensato anche Ana Nanu del G.S. Gabbi e Fausta Borghini a tenere altissimi i colori romagnoli. La rumena ha vinto, anzi dominato, l’assoluto femminile: il suo 47’16’83 è stato un tempo da favola, visto la difficoltà del tracciato) di quasi 3′ inferiore a quello della Borghini del G.P.A. San Marino (50’24.42), seguita poi da Laura Baldanzi del Team Suma con 51’40.14 e dall’aretina della Policiano Caterina Gioffrè.
Fra i Veterani ha vinto Leonardo Renni (Caffè Foschi) mentre nella categoria A c’è stata gloria per l’aretino Silvano Sguerri.
Nelle interviste del dopo-gara i concorrenti sul palco hanno voluto sottolineare due cose: sotto il profilo tecnico la bellezza del percorso, incastonato nelle verdi alture dell’appennino tosco-romagnolo e la perfetta organizzazione della ‘5a Panoramica Nasini’ che ha fatto ‘correre’ anche centinaia di giovani e giovanissimi studenti di medie ed elementari agguerriti e scattanti su un percorso ovviamente più brevi ma non meno impegnativo. 


 


 

Autore: Mario Aldinucci

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>