Cronaca — 11 settembre 2009

Il temuto “tappone” di Salina non ha stravolto gli equilibri del “9° Giro Podistico a Tappe delle Isole Eolie”. Nell’importante manifestazione podistica Fidal, organizzata dalla Polisportiva Europa Messina con la collaborazione del Comune di Lipari e della Mediterranea Trekking (servizi turistici) ed il patrocinio della Regione Sicilia, della Provincia Regionale di Messina e dei comuni di Leni, Malfa e Santa Marina di Salina, si sono imposti, infatti, per il terzo giorno consecutivo l’emiliano Luigi Guidetti (Corradini Rubiera) e la messinese Katia Scionti. I due dominatori della corsa eoliana hanno chiuso – con tutta probabilità – i conti per l’agognato successo finale. In particolare, la Scionti ha scavato ormai un solco incolmabile tra lei e le rivali dirette, tanto che le ultime due tappe rappresentano una pura formalità. Discorso leggermente diverso per il compagno di squadra di Stefano Baldini, il quale ha minato con questo tris di vittorie il già provato morale dei più insidiosi avversari che rimangono, in ogni caso, non lontanissimi in classifica. La tappa in linea da Rinella a Santa Marina di Salina – lunga ben 15.3 km – ha regalato piacevolissime sensazioni ai 180 partecipanti ed agli oltre 200 accompagnatori. Uno scenario naturale incantevole – tra colline e mare – ha accompagnato i corridori fin dai primi metri della prova, rendendo meno dura emotivamente la prima infinita ascesa di circa 5 km. Un vero e proprio “muro” che ha prodotto una naturale ed inevitabile selezione, con i primi che hanno preso subito il largo. In testa si è formata immediatamente una coppia, composta dal solito Guidetti e da Marco D’Innocenti (CSM Subiaco), che si sono alternati al comando fin quasi allo scollinamento. A quel punto, l’atleta modenese ha ulteriormente aumentato il ritmo, liberandosi della “scomoda” compagnia di D’Innocenti. A seguirli a debita distanza un gruppetto di inseguitori, guidato da Silvio Gambetta (Boggeri Arquati Modena) e Sergio Trinca (Jager Vittorio Veneto). Da segnalare, la grande prova dell’italo australiano Antonio Russo (Glenhuntly Athletics Club), giunto quinto al traguardo. In campo femminile, la portacolori della Stilelibero Messina ha letteralmente sbaragliato la concorrenza già dai primi tornanti e guadagnato altri minuti sulla seconda, la pur combattiva Maria Fernanda Mirone (Barocco Running Modena). Ha rafforzato, invece, il terzo posto la laziale Maurizia Giacomozzi (Olimpia 2004 Roma), che ha allungato cronometricamente sulla peloritana Maria Barresi (Stilelibero Messina) e sull’emiliana Mara Fornasari della Corradini Rubiera. Domani, infine, i podisti potranno godersi un giorno di meritato riposo per poi concentrarsi sull’avvincente finale; venerdì è in programma la seconda prova di Lipari, mentre sabato è previsto il gran finale di Vulcano.

fonte http://messinasportiva. it

Autore: redazione

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>