Cronaca — 12 dicembre 2007

Una giornata di pieno sole ha caratterizzato la conclusione della seconda edizione dell’ultramaratona ’24 Ore del Sole’ di scena, da ieri (1 dicembre) alle 12 e fino a questa mattina, allo stadio delle Palme ‘Vito Schifani’ di Palermo.


Organizzata dall’Associazione Mol, grazie al sostegno dell’Ars, dell’Assessorato regionale Turismo comunicazione trasporti, della Provincia regionale di Palermo, assessorati sport e turismo, della Presidenza del Consiglio Comunale, dell’Assessorato Comunale allo sport, e con il supporto della Fidal, della Iuta, del Coni e di numerosi sponsor privati, la gara ha visto assegnare il titolo di Campione italiano Iuta di 100 Km su pista a  Ugo Zuccari dell’Asd Villa De Sanctis Roma che ha chiuso nel tempo di 10h03′ 56′ e, per il titolo femminile, all’azzurra Nunzia Patruno dell’Atletica Aufidus, in 12h10’15’. Ma i due superatleti, nonostante il successo ottenuto, hanno continuato a correre per l’intera notte partecipando, quindi, anche alla prestigiosa 24 ore individuale.


La gara lunga un giorno ha premiato primo assoluto l’instancabile Stefano Montagner della G.p. Rivarolo 77 che ha percorso in 24 ore no-stop ben Km 208. 498, 80 e, per le donne, ancora Nunzia Patruno (sesta assoluta) che ha totalizzato km 155.724,80. Secondo gradino del podio per Ugo Zuccari (Km 203.422,80) seguito da Francesco Accarino (km 176.249,00). Particolare menzione va a Giorgio Cambiano della Gs Amatori Palermo che con il quinto posto assoluto è stato il primo dei siciliani con Km 164.893,80, e a Edoardo Vaghetto, categoria MM 65 dell’Atletica Bagheria, che ha concluso la sua gara in ottava posizione con Km 144.363,30 percorsi in 24 ore.  ‘La gara mi è piaciuta molto e sotto tutti i punti di vista – ha detto stamattina Nunzia Patruno – purtroppo ho avuto alcuni problemi al ginocchio dovuti ad un accumulo di stanchezza. Questa, infatti, è la mia quarta prestazione sulle 24 ore, dell’anno’.


La notte dei supermaratoneti è stata caratterizzata da un clima favorevole ed ha visto la partecipazione di un consistente numero di pubblico che non ha lesinato, un po’ per amore un po’ per curiosità, il proprio supporto agli infaticabili atleti. Grande spettacolo quello offerto dai frazionisti che, alternandosi ogni ora, hanno preso parte alla staffetta 24X1 Ora. In campo sono scese ben otto formazioni, ‘agguerrite’ e strategicamente organizzate per portare a casa la vittoria. La squadra Palermo h13.30-2006, vincitrice della scorsa edizione con 693 giri, non è riuscita a bissare nonostante abbia totalizzato 832 giri di pista che gli sono valsi il terzo gradino del podio. La vittoria è andata all’Asd Universitas Palermo che con 909 giri di pista e km 363.790,00 ha conquistato la piazza d’onore ad appannaggio della V.s. Aironi Palermo, seconda in classifica con 876 giri pari a Km 350.497,60. Ma chi ha corso di più? Tra gli uomini si sono distinti Bibi Hamad, della V.s. Aironi Palermo, che ha ‘stracciato’ tutti con ben 48 giri di pista, seguito da Carlo Filiberto e Giampaolo D’amico, entrambi per la Asd Universitas Palermo, con 43 giri. Tra le donne si è distinta, quale miglior frazionista, Luisa Balsamo (Asd Palermo h13.30-2006) con 34 giri, seguita da Felicia La Bara (Fiamma rossa Palermo) e Lara La Pera (Nadir), entrambe con 33 giri.


‘Sono molto soddisfatto – ha detto Luigi Stella, presidente della Mol soprattutto per il supporto di quanti hanno lavorato per la riuscita della manifestazione. In particolare sono felice per il coinvolgimento di tutti i presidenti di società che, anche durante le ore notturne notoriamente le più difficili, non hanno lesinato il loro sostegno. Penso che il bello di questa gara sia anche la possibilità di partecipare con squadre di persone non necessariamente iscritte alla stessa società. Il prossimo appuntamento è fissato per il 2 febbraio con il ‘Memorial Raciti’ per il quale coinvolgeremo anche le scolaresche di Palermo e Catania sui i 400 mt in pista’. Alla premiazione di questa mattina era presente anche Alessandro Anello, assessore allo sport del Comune di Palermo. ‘Il numeroso pubblico presente a questa edizione – ha detto Anello – è da stimolo affinché l’atletica leggera venga rilanciata. Il nuovo stadio delle Palme, così ristrutturato, è stata la migliore vetrina che Palermo potesse offrire a questa manifestazione, e si riconferma come location ideale per ospitare la prossima edizione della ’24 Ore del Sole’.

Autore: Lavinia D’Agostino

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>