Cronaca — 28 settembre 2008

Ancora una volta sventola su Udine la bandiera del Kenia. Il pettorale n. 1 ha fatto centro. La 9a edizione della Maratonina ‘Città di Udine’ ha messo sul podio più alto Benson Barus che con il tempo di 59’41” ha superato il miglior tempo registrato a Udine, nel 2002, da Patrick Ivuti (59’45”).


‘Mi sono allenato duramente in Kenia – spiega il primo classificato appena giunto all’arrivo – e fisicamente mi sentivo pronto ad affrontare la sfida della mezza maratona qui a Udine. Il mio obiettivo era quello di correre sotto l’ora e ce l’ho fatta quindi sono soddisfatto. Ora mi sto preparando per la gara di Francoforte, il prossimo 26 ottobre. Il percorso mi è piaciuto e vedere che lungo il tragitto di gara tante persone mi chiamavano e mi applaudivano mi ha reso veramente felice’. Sul podio numero due è salito un altro keniano, John Kiprotich, che con soli 3 secondi di distacco ha fermato il cronometro a 59’44”. ‘Mi aspettavo questo tempo – dice Kiprotich – perché la mia forma fisica è buona. Udine ha costituito per me un buon allenamento, il confronto e la sfida con l’amico Barus mi è stata di stimolo, ma lui ha più esperienza e mi ha superato negli ultimi chilometri. Ora mi sto allenando per la distanza della maratona che finora non ho mai corso’. Al terzo posto assoluto si è piazzato l’etiope Lilesa Gemechu Feyisa con il tempo di 1 ora 02”26”.


Tra le donne una riconferma importante per Udine e il podismo europeo schiacciato, negli ultimi anni, da quello africano, l’atleta ungherese Anjko Kalovics. Seconda vittoria per lei nel capoluogo friulano, la prima risale al 2006, con il tempo di 1 ora 10’08”. ‘Questa è una vittoria importante – spiega l’atleta ungherese – perché inaspettata. Non è semplice competere con i fortissimi atleti africani. Mi è servito molto l’allenamento che ho effettuato a St. Moritz per la preparazione a questa gara e per la maratona di Venezia a cui parteciperò, tra i miei programmi del 2009 anche la mezza maratona di New Castle. Il nuovo percorso udinese mi è piaciuto molto, più coinvolgente rispetto al precedente. I chilometri più duri sono stati i primi 10, poi ho corso più tranquilla’.


Seconda classificata, la diciottenne timidissima Mare Dibaba,  con il tempo di 1 ora 10’32”, ‘la mia forma fisica non era perfetta ma sono migliorata dalla mia prima e unica mezza maratona e sono felice’, queste le uniche parole della giovane etiope. Terza si è piazzata un’altra etiope, Masresha Azalech con il tempo di 1 ora 10’35”. Le tre atlete, nella classifica assoluta, si sono piazzate rispettivamente al 17, 18 e 19 posto.


Ancora imbattuto il record femminile messo a segno l’anno scorso da Lornah Kiplagat durante i Mondiali di Corsa su strada in 1 ora 6’25”.


Visti i risultati in termini di adesioni, pubblico e i tempi cronometrici (primi due posti sotto l’ora) la  Maratonina ‘Città di Udine’ è ormai parte della storia sportiva della capoluogo friulano e patrimonio della regione.


I 21,097 chilometri della mezza maratona udinese si è rivelata una passerella di fuoriclasse.


Il campione di casa e primo degli italiani classificati, Stefano Scaini, ha fermato il cronometro a 1 ora 04’14”. Sesto posto assoluto per lui.


Il gemellaggio con la vicina Austria grazie all’iniziativa ‘Senza confini marathon’ ha messo sul podio più alto il campione nazionale austriaco di mezza maratona  Markus Hohenwarter che è giunto al traguardo, piazzandosi al settimo posto dietro a Scaini, in 1 ora 04’26”.


Ad aprire la mezza maratona i cicloni. Primo si è piazzato Roberto Brigo con il tempo di 36’57”, secondo Mauro Cattai,  40’54” e terzo Francesco Pecoraro con il tempo di 44’31”.


Per quanto riguarda la non competitiva StraUdine in programma alle 11, di 7,147 chilometri, questi i primi 3 classificati uomini:


1)    Michele Ermacora 23’22”


2)    Renzo Roiatti 23’54”


3)    Luca Coraduzza 24′


Queste, invece, le prime tre donne:


1)    Cristina Massi 31’08”


2)    Alessandra Sopracasa 31’35”


3)    Paola Pascolo 33’12”


I principali sostenitori dell’edizione 2008 sono stati la Banca Popolare di Vicenza, fin dalla prima edizione a fianco dell’associazione, l’Amga, Arteni, la Trudi e, naturalmente, gli enti regionale, provinciale e comunale. Purtroppo per questa 9a edizione della mezza maratona udinese non erano presenti autorità provinciali e regionali. Hanno partecipato alle premiazioni il sindaco Furio Honsell e il vicesindaco Vincenzo Martines.


Ad allietare le due giornate di sport e di festa anche il Corpo dei bersaglieri che hanno dato il via alla competizione podistica e allietato musicalmente durante la gara.


Prezioso, dal punto di vista della sicurezza, l’aiuto e la supervisione della sezione degli Alpini di Udine, della Protezione Civile Regionale, del Corpo dei vigili Urbani di Udine e Tavagnacco. Ma si è rivelato determinante anche l’aiuto di tanti volontari che hanno coperto i più svariati settori, dei Gruppo Giudici di Gara, dei giudici del Csi, del Comune di Cividale, del Gruppo Sportivo Ciclismo Buttrio, dei motociclisti della Motostaffetta Friulana, dei volontari della Polisportiva Libertas Grions-Remanzacco e di tante altre persone che si sono prodigati per la buona riuscita delle gare.


Prezioso si è rivelato l’aiuto dei tanti volontari che hanno lavorato dietro le quinte e fatto sì che l’organizzazione funzionasse perfettamente.


‘L’appuntamento podistico della mezza maratona udinese – ha detto Paolo Bordon al termine della manifestazione – costituisce una vetrina sempre più ampia per il territorio e le sue potenzialità. Fin dalla nascita l’evento Maratonina improntato alla corsa, disciplina sportiva che condensa sacrifici, passione e valori, ha costituito un’occasione sociale di scambio e confronto ma, soprattutto, una festa dello sport importante a cui prendere parte’. Il prossimo appuntamento è per l’autunno 2009.


 


 

Autore: Paola Del Degan

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>