Cronaca slide — 01 gennaio 2013
L’ultimo dell’anno a Roma è stata una festa per oltre 6.000 persone tra curiosi e corridori veri; infatti mentre alla partenza si sono presentati in 4.500 tanti altri hanno potuto ammirare le bellezze di Roma, assistere alla festa a suon di musica organizzata in vari punti del percorso della We Run Rome proprio per condividere la città in compagnia. Infatti sia all’interno del villaggio, che a Villa Borghese (Ppiazzale delle Canestre) ed al Colosseo (via Celio Vibenna) hanno suonato i Pink Puffers divisi in diversi gruppi, tutti strumenti a fiato (marching band), mentre in vetrina al Nike store di Via del Corso è stato allestito un dj set di dj Kalta che ha incuriosito passanti e turisti. Sono stati in tantissimi coloro che hanno voluto immortalare la giornata particolare con foto di gruppo insieme alle band, tutti insieme per festeggiare l’arrivo del  2013.
L’evento, organizzato dalla FIDAL Lazio e fortemente sostenuto da Nike e da Roma Capitale, è già entrato nel cuore e nella tradizione dei runners romani e dei tanti che hanno voluto trascorrere le ultime ore del 2012 fra le bellezze uniche al mondo della Città Eterna.
Ma la II We Run Rome non è stata soltanto un happening per aggregare il popolo dei corridori. E’ stata gara vera, sia in campo maschile che in campo femminile, con protagonisti di altissimo valore i quali si sono regalati anche prestazioni tecnici di assoluto pregio. A vincere in campo maschile è stato Daniele Meucci, sempre più a proprio agio nelle gare su strada, il quale ha completato i 10 chilometri in un eccellente 28:45. “E’ un risultato che reputo molto buono, soprattutto tenendo conto delle asperità del percorso, chiudo in questo modo un 2012 davvero strepitoso. Nel 2013 ci saranno i Mondiali, è chiaro che l’obiettivo di stagione sarà quello.” Sul podio non poteva certamente mancare il keniano di turno, Nicholas Togom, che ha tenuto il ritmo dell’atleta dell’Esercito fino all’8° chilometro prima di staccarsi nel finale. Terza moneta per il vincitore dello scorso anno Andrea Lalli “Qui corro sempre con grande piacere, questo è il primo passo di avvicinamento alla Maratona di Roma del prossimo marzo per la quale intendo impegnarmi al massimo per fare un grande risultato.”
La gara femminile ha avuto una dominatrice assoluta, l’etiope Etea Emebet Bedata che ha bruciato l’asfalto chiudendo in 32:37. “Questa è una gara davvero suggestiva, sono arrivata qui in buone condizioni di forma ed ho vinto. Temevo il freddo ma la giornata era bella, la temperatura addirittura meno rigida di dove mi alleno di solito.” Al secondo posto l’azzurra Nadia Eijafini apparsa già in forma per i prossimi impegni agonistici e terza l’ucraina Tetyana Holovchenko.
Soddisfazione degli organizzatori al termine della gara soprattutto per la grande partecipazione e per il coinvolgimento della città.
“Non è stato semplice organizzare in una giornata feriale-è il commento di Marco Pietrogiacomi Presidente della FIDAL Lazio- un evento di queste dimensioni ed avere un riscontro così importante. Le difficoltà sono state tante ma credo che, grazie agli sforzi di tutti, si sia raggiunto un risultato importante che sarà la molla per migliorare nei prossimi anni.”
Il delegato allo Sport di Roma Capitale, che ha corso al fianco dei tanti runners tutti e 10 i chilometri del percorso, guarda al futuro. “Credo che questa manifestazione abbia, grazie anche al sostegno dell’Amministrazione, colto davvero nel segno regalando alla città un momento sportivo che nel prossimo futuro potrà crescere nel numero dei partecipanti e nell’interesse. Le basi per la crescita della We Run Rome sono state gettate.”
ORDINE D’ARRIVO:
UOMINI:
1)      Daniele Meucci (Esercito)                                              28:45
2)      Nicholas Togom (Kenia)                                                28:51
3)      Andrea Lalli (Fiamme Gialle)                                          28:57
4)      Koen Naert (Belgio)                                                     29:38
5)      Rui Silva (Portogallo)                                                    30:11
 
DONNE:
 
1)      Etea Emebet Bedata (Etiopia)                                       32:37
2)      Nadia Ejjafini (Esercito)                                               33:17
3)      Tetyana Holovchenko (Ucraina)                                     33:59
4)      Rosaria Console (Fiamme Gialle)                                   34:19
5)      Silvia La Barbera (Esercito)                                           34:53
 
 
 
 
Ufficio Stampa Fidal Lazio:
Gianluca Montebelli

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>