TuttoCampania — 21 settembre 2011

 La ‘Maratonina della Pasta‘ non può che svolgersi a Gragnano: cuore pulsante della produzione di qualità della pasta, in Italia e nel mondo. La pasta regina della gara. Gragnano in Corsa l’Associazione che organizza. Il percorso non è di quello tra i più facili, ma è di sicuro tra quelli che vivono nel Cuore del paese ospitante, ne captano l’essenza, vivono la sua realtà vera. Per questa terza edizione c’è stato un cambiamento parziale del tracciato (dovuto ad esigenze per lavori in corso) ma, come spesso accade, quello che inizialmente può sembrare un limite, alla fine si rivela un pregio. Nuovo percorso, a detta di molti meno duro di quello precedente, mantenendo intatte le sue qualità di tradizione.


Gran caldo, umidità molto alta a rendere più impegnativa la mattinata dedicata alla corsa, nel comune dell’arte bianca, del buon vino e dell’ottima pizza (per non parlare del rinomato panuozzo).


Minuto di raccoglimento prima dello start, a ricordare due grandi passioni, di due  splendide persone: Giovanni Bottaro e Samuele Messina.


Abderraffi Roqti e Annamaria Vanacore avevano dalla loro parte i favori del pronostico, e mai pronostico è stato messo in discussione. Ritmi da subito proibitivi per gli avversari, e vittoria senza storie per una media di 3’12’ per Roqti (Il Laghetto), 3’48’ per Annamaria (Atl. Scafati). La gara in rosa si è po definita con il secondo posto per l’ottima Alba Vitale (con Gragnano Alba ha un feeling speciale): 39’30’ per lei. Terza al traguardo, ritornata a gareggiare dopo un periodo di vacatio, Ania Paniak (Gragnano in Corsa). In campo maschile, alle spalle del leader, Antonello barretta (Isaura) e un sorprendente Solomon Codom (Il Laghetto). Solomon ha chiuso in 32’39’, a 17′ da chi lo ha preceduto.


La classifica a squadre vinta dal team Road Runner Marathon Club Stabia.


Speciale il premio per Aniello Cannavacciuolo, primo dei Gragnanesi all’arrivo. Così come significativo il premio per Domenico Gargiulo: Zio Mimì, giustamente emozionato di ricevere il premio quale gran veterano dei Monti Lattari.


In attesa delle premiazioni, non poteva mancare il pasta party. La pasta che qui a Gragnano è arte ed è regina dell’economia locale, non poteva che fare gli onori di casa e invitare, con gusto, a ritrovarsi nuovamente nel 2012. Pronti per la quarta edizione della Maratonina della Pasta.

Autore: Marco Cascone

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>