Cronaca — 10 dicembre 2008

La terza edizione della ‘Strapuntese’, organizzata dall’A.s.d. Puntese di Giacinto Bitetti, deus ex machina Giuseppe Sciuto, con il patrocinio della Regione Sicilia, la Provincia Regionale di Catania, il  comune di San Giovanni La Punta, in testa il sindaco Andrea Messina e l’assessore allo Sport Ignazio Motta, la Fidal etnea, ha riscosso il successo sperato. La podistica di San Giovanni La Punta, il paese alle falde sudorientali dell’Etna a dodici chilometri da Catania, ha visto un numero record di partecipanti, al limite dei 300 e la bellezza di tre ore di gare dai ‘vecchietti’ di 75 anni ai pulcini di 5, valide per i Grand Prix Provinciali Fidal e Campionato regionale amministratori/dipendenti comunali.
Nella prima serie i Master over 55 e le donne hanno percorso quattro giri di un chilometro ciascuno. Gara a parte per le allieve sui km 3 e affermazione della brava Clara Lombardo (Scuola di Atletica Leggera Catania) in 11’14’. Si sono scontrate le due forti fondiste di Biancavilla Maria Cristina Petralia (Assi Banca Toscana) e Piera Petralia (Lib. Catania), ammirate dai puntesi, la prima nel finale è scappata via per vincere in 14’48’, contro i 14’55’ della seconda. Maria Cristina nelle liste italiane 2008 come promessa è terza negli 800 metri con 2’10’87 e sesta nei 1500 con 4’32’43, entrambi limiti personali, ottenuti alla Finale Oro di Lodi. Primi dei Master Gaetano Reale, 59 anni, della Nuova Atletica Niscemi in 15’45’ e Angelita Di Prima (Scuola di Atletica Leggera Catania) in 16’57’.
Nella seconda serie sui km 6 più di 80 i partenti e appare difficile dipanare la matassa per tutti gli atleti nei vari passaggi. Anche qui lotta a due, in questo caso Piero Leone dello Stato Maggiore Esercito, di stanza alla Cecchignola e Vito Massimo Catania (Atl. Amatori Regalbuto), con il terzo incomodo Dario Barbera (Indomita Torregrotta). Sono ancora insieme al quinto passaggio, ma Leone deciso parte in progressione e va a vincere in 19’22’. L’atleta di Mascalucia, nato a Catania il 7 aprile 1983, predilige la pista e vanta 2’27’9 nei 1000, 3’51’70 nei 1500 metri. Il 29 luglio al Meeting Herculis di Montecarlo si è piazzato quarto in 2’29’39 nei 1000. Sette secondi dopo sopraggiunge sulla linea d’arrivo Catania e sul podio pure il taorminese Barbera (20’10’). Al quarto posto Francesco Cori (Nuova Atl. Niscemi) in 20’26’ e quinto il diciottenne Giuseppe De Luca (Marathon Club Biancavilla) 20’50’, poi Vincenzo Spartà e Andrea Viscuso, vincitore lo scorso anno. Bene tra gli allievi Giuseppe Quaceci (Lib. Catania) che ha chiuso indisturbato i quattro giri in 13’48’.
Sono seguite quindi le affollate e attese gare giovanili, che hanno visto primi al traguardo i pulcini Anna Mangiameli e Alessandro Strano; gli esordienti Chiara Gulli e Stefano Spampinato, Letizia Leonardi e Diego Licciardello; Martina D’Olica (ragazze) e l’invincibile Giovanni Arena (ragazzi), che ha fatto centro in sette gare su sette; Letizia Leotta (cadette) e Carmelo Di Stefano (cadetti). La linfa vitale dell’atletica catanese.


I leader dei Grand Prix Provinciali


-Giovanile


Esordienti F: Letizia Leonardi (Atl. Virtus Acireale) – Esordienti M: Stefano Platania (Atl. Catania) – Ragazze: Martina D’Olica (Atl. Virtus Acireale) – Ragazzi: Giovanni Arena (Atl. Acireale Sport Club) – Cadette: Letizia Leotta (Atl. Virtus Acireale) – Cadetti: Carmelo Di Stefano (Atl. Misterbianco).


SOCIET

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>