Cronaca — 23 novembre 2009

Grande giornata di sport stamattina a San Pietro Clarenza con la QUINTA Edizione dell’Etna Race Walking, la gara di marcia internazionale che anche quest’anno ha visto sfidarsi grandi campioni.
In una mattina baciata da un pallido sole, è stata l’atletica a scaldare gli animi con una gara davvero avvincente.
A scrivere il proprio nome sull’albo d’oro della manifestazione è stato l’azzurro GIORGIO RUBINO, giovane atleta del G.S. Fiamme Gialle. L’allievo di Sandro Damilano ha preceduto di un soffio il compagno di squadra e capitano IVANO BRUGNETTI, mentre ha chiuso il podio lo spagnolo JESUS ANGEL GARCIA BRAGADO.
Al femminile la vittoria è andata alla beniamina di casa AGNESE RAGONESI che torna a vincere nella sua città dopo l’edizione 2007. Una gara di rimonta per la portacolori della Fanfulla Lodigiana, che è riuscita a riprendere il distacco che aveva creato, già dai primi metri, la seconda classificata, la svizzera LAURA POLLI. Il terzo posto è andato ad ELEONORA GIORGI atleta emergente dell’ Atl Lecco Colombo Costruzioni.

SUCCESSO INASPETTATO PER L’ETNARUNMa l’Etna Race Walking, organizzata dall’Atletica 2001 S. P .Clarenza in collaborazione con il G.S. Fiamme Azzurre e col patrocinio della Regione Sicilia, della Provincia Regionale di Catania e del Comune di San Pietro Clarenza, ha dato spettacolo non solo grazie alla gara internazionale di marcia. Più che riuscito infatti è stato l’evento nell’evento, l’‘EtnaRun’, la gara di corsa valevole come ultima prova del G.P. Amatori/Master Regionale.
Sono stati più di 400 gli atleti ai nastri di partenza, divisi in due batterie. La prima, ha visto al via tutte le categorie femminili e gli uomini over 60, dove a spuntarla tra le donne è stata Katia Scionti (Stilelibero MESSINA), mentre il primo tra gli over 60 è stato  Gaetano Reale (Nuova Atletica Niscemi). Nella seconda batteria grande gara dell’etneo Alfio Scalisi (Com. Maratona Palermo) davanti a Vito Massimo Catania (Atl. Amatori Regalbuto).

Il PREMIO ETNA 2009: Teatro di forti emozioni è stata l’aula conferenze della Scuola di Polizia Penitenziaria che sabato sera ha visto la consegna del premio ‘Etna’ al vice campione mondiale sugli 800m Giuseppe D’Urso e la presentazione degli atleti che avrebbero poi preso parte alla rassegna internazionale. La proiezione video dei magici momenti di Atene 2004 per Ivano Brugnetti, Campione Olimpico caro a San Pietro Clarenza, e dei mondiali di Stoccarda ’93 per il mezzofondista Catanese delle Fiamme Azzurre, hanno esaltato il pubblico e commosso quanti hanno davvero vissuto quei momenti.


 

Autore: Cs

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>