slide TuttoCampania — 01 gennaio 2017

????????????????????????????????????

Vincere non è l’unica cosa che conta, ma è giusto mettere in risalto la prestazione di chi si è distinto in maniera particolare in questa dodicesima edizione di Forio in Corsa. Se per i bambini non è stata stilata una classifica vera e propria, a partire dalla gara di 1 km si è cominciato a fare sul serio.

Primo assoluto il giovanissimo Andrea Iodice (che ha terminato il chilometro e 200 metri circa in 4m e 32s), seguito  (per quel che riguarda i maschietti) da Vincenzo Peluso, Adriano Pilato, Marco Romano, Salvatore Vespoli, Antonio Raia e Luca Impagliazzo. Questi i primi sei maschi, poi si sono messe in mostra anche cinque femminucce: Mira Boccanfuso è salita sul gradino più alto del podio, seguita da Francesca Buono, Giorgia Scumace, Francesca Di Maio e Vittoria Di Maio. Per quanto riguarda, invece, la gara non competitiva di 2,5 km (su cui L’ ‘organizzazione dovrà lavorare attentamente per la prossima edizione), questi i primi sei uomini: Simone Pezzella il vincitore (10 minuti esatti il suo tempo), dietro di lui Vito Coppa, Carlo Mazzella, Vincenzo Castaldi, Antonio Calie e Raffaele Buono. Un premio speciale è stato conferito a Simona Corbino, unica donna in gara nella non competitiva che è riuscita a terminare con tanto impegno l’intero percorso. Giungiamo, infine, a coloro che si sono messi in mostra nella gara competitiva di 10 km. Non era per nulla facile visto il numero dei partecipanti e l’alto livello tecnico degli stessi. Per quanto riguarda gli uomini, a vincere la 12esima edizione di Forio in Corsa è stato il lombardo Giovanni Arduini del C.S.I. Morbegno. L’atleta proveniente da Sondrio, si trovava in viaggio di nozze a Napoli e, dopo aver cercato una gara in zona,  ha optato per trascorrere il 31 dicembre sulla nostra isola. Sia lui che la  neosposa hanno potuto scoprire la nostra isola per la prima volta grazie a  Forio in Corsa (come loro, tantissimi sono stati gli atleti provenienti  soprattutto dalla provincia napoletana ma anche da altre regioni). Giovanni  Arduini ha concluso il percorso – che attraversava il centro storico di Forio  allungandosi fino al Becco dell’Aquila sul Lungomare di Citara per quattro  volte – in appena 35 minuti e 47 secondi. Ha fatto una gran bella figura anche  l’ischitano d’adozione Andrii Chukhraiuk (tesserato con la Forti e Veloci Isola  d’Ischia) che ha chiuso al secondo posto in 36:02:81, seguito da Michele D’Alterio  dell’Atletica Giugliano (terzo con il tempo di 37:22:46).Quarto l’ischitano  Nicola Scotti e dietro di lui Marco Ambroselli e Mariano Barile. Tra le donne  non fa più notizia la vittoria dell’ischitana Giovanna D’Abundo (40:16:19 il  tempo), seguita da Graziella Esposito, Francesca Amalfitano, Pina Schiano,  Valentina Abrogato e Antonella Gentile. Eccezion fatta per Francesca Amalfitano  della Marathon Club Isola d’Ischia, tutte le altre donne appartengono alla  Forti e Veloci; la quota rosa del presidente Michelangelo Di Maio ha  partecipato con tutte le effettive alla gara. Un importante riconoscimento è  stato dato, come detto a Gianni Sasso (miglior atleta ischitano dell’anno) e ad  Alessio Ambra (atleta più longevo in attività), mentre il premio  “Francesco Patalano” è andato a Luca Nicolella, atleta più giovane  che per primo ha tagliato il traguardo. Questi, invece, i primi e le prime di  categoria: Adamo Caputo (SM40), Michelangelo Di Maio (SM45), Castaldi Salvatore  (SM50), Aniello Del Deo (SM55), Gennaro De Vita (SM60); Tina Mattera (SF40),  Daniela Amalfitano (SF45), Pina

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>