Cronaca — 28 novembre 2010

Si è conclusa la 27° edizione della Firenze Marathon corsa sotto la pioggia e con temperature molto basse che hanno messo a dura prova gli atleti, impedendo di battere il record che ancora resiste: dal 2006 per gli uomini e dal 2002 per le donne. La partenza, alle 9,20 è stata data dal sindaco Matteo Renzi che subito dopo si è tolto la fascia tricolore e ha iniziato, anche lui, la maratona concludendola in 4h42’31” nella posizione n. 6756. Questa edizione è stata caratterizzata dall’exploit degli atleti etiopi che mai avevano conquistato la classica fiorentina e invece quest’anno si classificano (uomini e donne) nelle prime cinque posizioni. Fra gli uomini i primi tre sono etiopi e fra le donne le prime due sono etiopi. Vincitore assoluto è un esordiente nella maratona: Tolesa Tadese Aredo giunto spalla a spalla, in una volata entusiasmante, con il connazionale Gelana Teshome. L’altro etiope, Tola Edea Bane, ha lanciato la corsa ma negli ultimi 4 chilometri è crollato lasciano campo libero ad Aredo e Teshome, giunti all’arrivo con lo stesso tempo e anche questo è un avvenimento abbastanza inusuale. Il primo italiano è Paolo Natali (Atletica Firenze Marathon) giunto ottavo. La prima italiana è Marcella Mancini ((Runner Team 99) giunta Nonostante il freddo e la pioggia, nelle prime tre ore sono arrivati 400 atleti e, complessivamente, sono partiti in 8.499 e arrivati in 7.791. Sono 708 fra squalificati e ritirati. Nessuno è risultato positivo all’antidoping.


1) Tolesa Tadese Aredo (ETH, 22 anni, esordio in maratona) in 2h12’41” (premiato dal vicesindaco Dario Nardella);
2) Gelana Teshome (ETH, 27 anni, PB 2h07’37” – Houston 2010) stesso tempo (premiato dal presidente FIDAL Toscana Sergio Martinelli);
3) Tola Edea Bane (ETH, 22 anni, PB 2h13’10”) in 2h13’30” (premiato da direttore filiale Renault di Firenze Attilio Romano), 4) Benedict Whitby (UK) 2h15’09”; 5) Tariku Jifar (ETH) 2h18’06”; 6) Thomas Bedford (UK) 2h19’30”; 7) John Hutchins (UK) 2h21’51”; 8) Paolo Natali (ITA) 2h22’59”; 9) Kristian Algers (UK) 2h23’14”; 10) Ebisa Merga Ejigu


DONNE


1) Firehiwot Dado (ETH, 26 anni, PB 2h25’38” – Roma 2010) in 2h28’58”;
2) Meseret Mengistu (ETH, 20 anni, PB 2h34’07” – Rotterdam 2010) in 2h30’45”;
3) Alena Samokhvalova (RUS, 30 anni, PB 2h28’47” – Venezia 2009) in 2h36’42”;
4) Anna Brigitta Von Schenck (SVE) 2h40’28”; 5) Marcella Mancini (ITA) 2h44’00”;
6) Veronica Vannucci (ITA) 2h44’22”;
7) Barbara Molnár (UNG) 2h47’10”;
8) Fiona Clark (UK) 2h48’25”;
9) Roberta Ferru (ITA) 2h52’55”; 10) Elena Casaro (ITA) 2h53’40”.


La Nazione, sponsor ufficiale della 27° edizione della Firenze Marathon, ha premiato con la targa storica che raffigura la prima pagina del quotidiano del 19 luglio 1859 i vincitori della competizione. Davide Cassani, ex ciclista professionista, si è ritirato attorno al 15° km; anche l’anno scorso non era riuscito a concludere la maratona.


MARATHONABILE


Tutti italiani i vincitori della 6° edizione della MarathonAbile organizzata insieme dalla Firenze Marathon e dal Gruppo Sportivo Unità Spinale di Firenze.
1) Paolo Cecchetto (Team Pulinet Lodi), in 1h18’35” NUOVO RECORD è stato premiato dal vicesindaco e assessore allo sport di Firenze, Dario Nardella.
2) Fabrizio Caselli (GS Unità Spinale Firenze Onlus), in 1h25’35”è stato premiato da Attilio Romano, della Filiale Renault di Firenze. Caselli aveva vinto l’edizione 2008, è arrivato secondo l’anno scorso e quest’anno è arrivato secondo nei Campionati d’Italia a tappe e primo nella classifica volante di velocità.
3) Mauro Cratassa Società sportiva Vitersport Libertas), in 1h26’07” è stato premiato da Emanuele Arese, responsabile marketing e comunicazione ASICS. Cratassa, 46 anni di Vitorchiano (VT), è Campione Italiano. Titolo ottenuto a ottobre a San Polo di Piave in provincia di Treviso nell’ultima gara di campionato che ha portato a Cratassa l’ambita maglia tricolore, battendo il primato del collega Alessandro Zanardi che si è ritirato dopo un’ora di corsa per la perdita di una ruota dell’handbike.
Francesca Fenocchio (Sportabile Alba), in 1h57’11” è l’unica donna partecipante alla MarathonAbile. Alex Zanardi era molto atteso ma dopo un’ora di gara, al 35° km, ha perso una ruota e ha dovuto abbandonare la maratona: era la sua prima presenza a Firenze. Sono partiti in 54 nella MarathonAbile: in 33 su handbike, 10 ragazzi affetti da SLA (quattro di Prato dell’associazione sportiva “I Maratonabili” e sei di Treviso dell’associazione sportiva onlus “Amici di Diego” tutti di età compresa fra i 12 e i 33 anni), spinti da una trentina di maratoneti che si sono alternati. Complessivamente sono 18 i maratoneti a bordo di carrozzina. Hanno partecipato anche due non vedenti, un ipovedente e un non udente. Sono arrivati al traguardo in 25. Paolo Cecchetto, di Varese, 42 anni corre da 10 anni in handbike, si allena tre ore tutti i giorni svolgendo esercizi tecnici. Tale costanza fa di lui un atleta professionista di livello europeo. Quattro volte Campione Italiano dl 2000 al 2003 e nel luglio 2008, primo italiano ad aggiudicarsi il Titolo Europeo EHC della difficile Categoria B, con tre vittorie su cinque gare e due terzi posti nelle prove a cronometro.


GINKY FAMILY RUN


Alle 9,40 in piazza Santa Croce il vicesindaco Nardella ha dato il via alla Ginky Family Run con 1.500 partecipanti I primi bambini arrivati sono Daniele Mugelli, Tommaso Pagnano, Matteo Dolfi (maschi), Aamanì Perico (femmine) tutti dell’Atletica Fifrenze Marathon.


DICHIARAZIONI DEI PARTECIPANTI


Sindaco Matteo Renzi. “Abbiamo corso abbastanza bene, non era facilissimo, sono felice che l’impegno è stato mantenuto, chi se ne frega del tempo. L’ho fatto soprattutto per i miei bambini perché se qualcuno prende un impegno e cerca di mantenerlo, questo è lo spirito giusto, questo è il messaggio vero. Il commento più bellino è stato all’inizio quando mi hanno chiesto «Ma la fai davvero la maratona? Sì. Madonna, ci tocca rifare le primarie!» e poi i fiorentini quando mi riconoscevano mi salutavano. Peccato per la pioggia che ha fatto partecipare meno persone. Un grazie a Elena, Roberto e Paolo che mi hanno accompagnato lungo il percorso”. Tolesa Tadese Aredo (1° classificato). “Sono molto contento di aver corso la mia prima maratona e di averla vinta, sono felice di averla conclusa bene. Mi sono reso conto che potevo vincere quando mi sono trovato davanti a tutti. Vicino all’arrivo ero accanto a Gelana che mi ha detto che il nostro peacemaker era crollato e che potevamo correre via verso l’arrivo”.


Gelana Teshome (2° classificato). “Ho sofferto tantissimo il freddo e non sono riuscito a entrare in gara per bene, a correre come speravo”.


Tola Edea Bane (3° classificato). “Dovevo fare il pacemaker, è passato bene alla mezza maratona, ho continuato, a quattro km dall’arrivo ho avuto una grossa crisi e sono crollato”.


Firehiwot Dado (1° classificata). “

Share

About Author

Peluso

  • SALVATORE ALBRIZIO NAPOLI NORD MARATHON

    COMPLIMENTI A SUPER MARIO SCAROLA PER L’OTTIMO TEMPO 2 ORE 39 MINUTI,GRANDE.

  • GIUSEPPE de SIMONE AMATORI VESUVIO

    SALVE
    VORREI FARE I COMPLIMENTI A TUTTI I MIEI COMPAGNI DI SQUADRA CHE SONO RIUSCITI A CONCLUDERE LA GARA AD ANTONIO, BIAGIO, ANTONIO ZUBBA, FABIO, ANTONIO FATALE
    MA SOPRATTUTTO VOGLIO FARE I COMPLIMENTIMI A MARIO SCAROLA 1° DI CAT E 36° ASSOLUTO
    UN GRANDE

  • tina franzese maraton club frattese

    vorrei fare i miei complimenti agli amici della “podistica marcianise”,Angelo,Pasquale e al mitico e sempre forte prof.D’Anna Donato……..bravissimi……!!!

  • Pietro Farina – ASD Podistica Marcianise

    Finalmente!! Ho corso la mia prima Maratona. Per il mio svezzamento ho scelto Firenze anche per ammirare le sue splendide opere d’arte. Purtroppo il meteo non è stato molto favorevole sia per la gara, peggio per il dopo-gara dove si è sofferto molto di più. Immaginatevi dopo aver corso 42 km e rimanere con addosso la casacca inzuppata d’acqua sotto la pioggia, con freddo e vento gelido con solo un foglio a coprirti per raggiungere chi l’auto chi il proprio punto di raccolta borse. Ragazzi si moriva dal freddo!! Però è valsa la soddisfazione di correrla. Tempo finale personale 3:34:40 non male per una prima, visto anche la partenza dall’ultima griglia quella dalle 5h in giù, imbottigliati da una marea umana che andavano al passo dei 6′ al km. Faccio i complimenti a tutti gli amici della Podistica Marcianise che hanno partecipato alla Firenze Marathon, ai miei amici di avventura Pietro Sorbo e Mario Bucciero e al grande prof. Donato D’Anna per la sua grande prestazione. Ciao

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>