TuttoCampania — 05 marzo 2010

Il presidente regionale della Fidal , Sandro Del Naia ed i rappresentanti degli Enti di Promozione Sportiva della Campania si sono incontrati nella sede del Coni, a Napoli. La riunione precedentemente concordata si è svolta in un clima di amicizia e collaborazione e ciascuno degli intervenuti, alla fine, è apparso soddisfatto per la volontà, espressa da tutti, di regolamentare a breve alcuni aspetti che hanno generato di recente polemiche e confusione, specie tra gli organizzatori di manifestazioni podistiche e tra gli atleti. L’immediato risultato è l’apertura di un tavolo tecnico.
Nel pomeriggio e prima dell’incontro con il responsabile regionale della Fidal,  nel salone Coni al Vomero, c’è stato un  faccia a faccia  preliminare tra gli Enti e che ha fatto seguito a quanto alcune settimane fa gli stessi EPS avevano stabilito e cioè ottenere un confronto con la Fidal.
Al tavolo della riunione c’erano Salvatore Maturo, consigliere nazionale del Centro Sportivo Italiano e delegato di giunta Coni regionale per gli Enti di Promozione Sportiva; Antonio Gasparro, presidente nazionale della Lega di Atletica dell’Uisp; Antonio Mastroianni, presidente regionale dell’Uisp; Ciro Improta in rappresentanza dello Csain; Giovanni Mauriello, consigliere di presidenza e responsabile della Commissione di Atletica Leggera del CSI Napoli. Pieno appoggio ai lavori è stato dato dai presidenti delle Acli (Gianpaolo Londra), PGS (Maria Rosaria Lupo) ed ASI (Nicola Scaringi), già firmatari di un documento inviato in Federazione dagli Enti di Promozione Sportiva.
La Fidal Campania, attraverso il suo massimo rappresentante, si è mostrata aperta ad accogliere talune richieste avanzate dagli Enti specie per il settore master, nel rispetto delle convenzioni esistenti e di talune interpretazioni in esse contenute. Sarà adesso una riunione tecnica, già convocata la prossima  settimana, a stabilire i termini di questi futuri accordi.


 


Nella foto: il presidente della Fidal Campania, Sandro Del Naia


 

Autore: Comunicato Stampa

Share

About Author

Peluso

  • fulvio simonelli Litenum Domitia Marathon

    Credo che eventuali accordi che cambino lo stato delle cose non dovrebbero essere operativi per l’anno in corso; non siamo ipocriti, riuscire a racimolare i soldi necessari per l’affiliazione e soprattutto per i trasferimenti per una società nuova e piccola come quella cui appartengo non è facile, e se lo abbiamo fatto è per correre con pari opportunità, cosa che lo scorso anno non ci era concesso; ora se verranno annullate le ultime disposizioni e si consentirà anche ai non FIDAL di andare a premio bisogna prevedere la possibilità di ritirare l’affilizione e di chiedere rimborso

  • SERGIO LINGUITI

    Come ho commentato in altra parte della rivista le regole ci sono e sono dettate dalle convenzioni CINI/FIDAL/ENTI SPORTIVI. Basta unicamente osservarle e farle rispettare senza pateracchi e sotterfugi. La FIDAL faccia rispettare le convezioni sottoscritte senza “pistole alla tempia” da parte degli EPS e ciascuno svolga il suo ruolo nei propri ambiti. Non scordiamoci che i costi di affiliazione e tesseramento della FIDAL e degli EPS sono alquanto differenti ( ci sarà pure una ragione) e su questo giocano gli EPS per “accaparrarsi” affiliati (e soldi).
    Ciao a tutti

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>