TuttoCampania — 13 settembre 2012

Scusate se insisto eh.. Ma io penso che chi dovrà guidare l’Atletica in Campania nei prossimi giorni, essendo andato a termine il mandato quadriennale, debba spiegare in prima istanza cosa vuole e cosa soprattutto si impegna a fare; Non fare CON CHI, senza assolutamente sapere cosa in quanto optional; Sarebbe, doveroso, più che opportuno che i candidati presentassero in agenda esplicitamente tutto quello che ci si assume nei confronti delle società del territorio e gli atti derivanti dalla loro veduta politica dell’Atletica nella regione. Me lo auspico , ma non penso avvenga in quanto, al solito, ritengono molto più importante conoscere la “squadra”; il senso è con chi fare alleanza e coalizione? Contrattazione di cadreghe e cadreghini quindi ben prima di decidere cosa fare ; Mi auguro di sbagliarmi ricordando i discorsi di democrazia, svolta, trasparenza etc… della scorsa assemblea elettiva – Ancora a credere che la gestione e la politica sportiva siano la stessa cosa è un pesante errore ed indice a mio avviso , forse , anche di incompetenza. Abbiate pazienza..

Enzo Renza

Share

About Author

Peluso

  • Egregio Sig. Renza,
    non si può non essere in accordo con quanto lei asserisce, da tempo, e, che non risulta mai asserito abbastanza.
    La guida, la responsabilità di guidare movimenti o federazioni dovrebbe essere intesa come un servizio alla collettività.
    L’esempio che, purtroppo, viene dalla politica e dalle amministrazioni locali e nazionali, é da “sempre” incentrato sulla occupazione di sedie, come da lei sostenuto, e, sulla presunta “furberia” indirizzata al raggiungimento di varie destinazioni il cui fine ultimo risulta essere sempre il medesimo.
    Una guida forte del movimento regionale presupporrebbe l’iniziare ad avvalorare le gare a standard comuni ed elevati di qualità organizzativa, presupporrebbe il vigilare nel miglior moo possibile sull’operato delle associazioni podistiche e dei suoi atleti, sia in gara, sia su quanto fanno a livello di promozione sportiva territoriale durante l’arco dell’anno in particolare a livello giovanile, favorendo l’avvicinarsi di una platea giovanile alla pratica sportiva.
    E, oggi, ancor più, cercare di limitare le gabelle che gravano sulle tasche degli atleti ed invitare le associazioni organizzatrici di gare a limitare la disponibilità di premi all’interno delle medesime.
    Questo porterebbe le associazioni e gli atleti, non solo ad uno sgravio sull’economia familiare ma anche allo scegliere gare organizzate bene in scenari che meritano, a quel punto la concorrenza gli organizzatori potrebbero concentrarla sulla qualità del servizio offerto e non essere costretti a dovere trovare soldi in giro da destinare a premi.
    La ringrazio per lo scritto al quale ho potuto aggiungere il mio parere.

  • colantuono raffaele

    caro renda tu sei dell’ambiente,penso che hai capito il sistema.chi ha i voti decide,per dirigere il comitato ci vogliono più o meno1000 voti ,è facile che due o tre società che raggiungono questi numeri trovano un’accordo,finqui nulla di male,perchè queste società dovrebbero presentare dei programmi,si presentono dei programmi quando si ha bisogno di voti,quindi mi meraviglio che ti meravigli.forse sarebbe meglio che questi gruppi una volta assicuratesi la sicura elezione ,per il bene dell’atletica campana si guardassero intorno attingento consigli ed idee per far si che ci sia un armonia di passione è atletica agonistica.

  • silvio scotto pagliara

    io dico solo una cosa , i ns amici tecnici in campania sono tutti bravi e nel loro spazio fanno miracoli ! Ma …alcuni personaggi , che poi sono sempre gli stessi , vedi politici ( girara è Berlusconi e Bersani …….oppure l’opposto ecc, )
    Dice bene , Raffaele , questi ..probabili eletti , dovrebbere dirci a noi ….la plebe della fidal ( perchè le altre società sono i nobili della fidal e noi amatori sono persone da …(sic! )
    Io sono a conoscenza di un personaggi , che ad ogni tornata elettorale si propone , una volta come presidente , poi come consigliere , figurarsi che questo personaggio …si è presentato anche ad amministratore del suo condominio , alla scuola , al comitato del suo quartiere e a volte anche se prende il pulman …a presidente dei passeggeri !!
    A conclusione , speriamo in bene e che dio ce la mandi buona !
    Una cosa è certa ……..finalemente questi se ne vanno a casa e ………..
    che speriscano per sempre !
    adda’ veni ‘ baffone
    con rispettoso saluto , Vi auguro una buon fine settima : cioa Enzo , Antonio e Raffaele .

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>