TuttoCampania — 18 ottobre 2010

Vorrei fare una semplice domanda alla quale spero qualche atleta donna risponda ” Che soddisfazione si prova alla fine di  una gara se questa nelle tratti più difficili la si fa facendosi spingere o trainare dai compagni? come si può sentirsi contenti per l’impegno messo e per il tempo realizzato se non è frutto del proprio sforzo? “


E’ una pura vergogna ad ogni gara, dove vi sono tratti in salita, vedere la maggior parte delle donne essere trainate dai compagni per centinaia di metri, mi verrebbe da dire ma se non ce la fate ad affrontare certi sforzi, se per voi è disonorevole salire a 6 a km statevene a casa o scegliete gare di pianura. Il comportamento di questi atleti, sia le donne che si fanno spingere sia gli uomini che si prestano a questi aiuti, è un’offesa alla lealtà sportiva di tutti gli altri atleti.


Alla gara di domenica scorsa, che è stata bellissima e nel percorso e nell’organizzazione, si è assistito ad un comportamento a dir poco deplorevole di molte atlete. Io, e credo come me molte altre, sono  “incazzata” per questi comportamenti e lo voglio rendere pubblico. So bene che non serve a nulla perchè chi Ã¨ abituato a barare continuerà a farlo, ma oltre a non avere peli sulla lingua io, considerando che vado piano, non rischio di sentirmi dire ” tu parli così perchè qualcuna ti ruba la posizione” per me è una questione di onestà e lealtà sportiva.

Autore: viviana celano

Share

About Author

Peluso

  • Antonio De Rosa Joy of running

    sembra una critica un pò eccessiva,poi nn è certamente questo il modo di barare. Prima di scrivere qualche riga si pensi a cose costruttive e non a cose futili come queste. ciao

  • Roberto TORISCO

    Scusa, ma non riesco a capire cosa vuoi dire!!!!.Qualche donna è salita in bicicletta oppure sul motorino????????????

  • Salvatore Palma

    Anch’io la ritengo una critica eccessiva per il fatto che la natura di questo sport è tale che si corre cercando di superare i propri limiti (si corre contro se stessi non contro gli altri)!!!

  • MASSIMO ESPOSITO APD ATLETICA SCAFATI

    Le affermazioni di cui innanzi sono giuste ma un pò esagerate. La domenica non gareggiamo nè per una Olimpiade e nè per un Campionato del Mondo, corriamo per divertirci e che male c’è aiutare una collega in difficoltà e darla una spinta per aiutarla a superare un DOSSO. BUON DIVERTIMENTO A TUTTI

  • Laura Russo Silma Casalnuovo

    Sicuramente non è giusto farsi trainare, ma anche per me è esagerato usare la parola barare. Comunque quando vedo una scena del genere davanti ai miei occhi, mi dà carica, è uno stimolo in più per superare quella persona, anche quando sento qualcuno dietro di me che dice vai vai che a “quella” ce la fai a superare.

  • carlo boccia Pozzuoli marathon

    Scusa ma credo che tu abbia sbagliato sito,credo che ti riferisca a donne che vanno in bici,noi qua siamo podisti ,corriamo sulle nostre gambe, e nessuna donna nel nostro sport , si fa trascinare da chi che sia.

  • ANGELO MANNA

    MIA MOGLIE ME LO CHIEDE MA IO NON ACCETTO….
    SUCCEDE SU OGNI GARA VEDI RAGAZZE ESSERE SPINTE, ALLORA MIA MOGLIE MI CHIEDE AIUTAMI…E IO NOOOOOOOOO!!, MA VEDI QUELLA LA SPINGONO…E IO NOOOOOOOOOOOOOO…. A VENAFRO DIVERSI ANNI FA SULLA SALITA UNA DONNA VENIVA SPINTA…IO PER POCO NON FECI A BOTTE….. NON CAPISCONO NIENTEEEEEEEEEE

  • viviana celano

    strano che abbiano commentato solo gli uomini…forse sarò stata eccessiva ma comunque ho detto il vero, per cui l’ironia di carlo boccia mi sembra fuori luogo.

  • ferdinando di giacomo

    Secondo me la critica della signora Celano non mi sembra eccesiva signori noi andiamo a fare gare agonistiche e siamo tesserati FiDAL o con altri ENTI e se qualcuno non ce la fa puo anche fermarsi a camminare e non farsi trainare grazie

  • Laura Galeano Atletica Virgiliano

    Esagerata…vergogna, barare, sembra quasi che parli di gente che abusa di doping, di quelli che corrono con altri pettorali per avere più punti nella squadra, di quelli che fanno razzie di bottiglie d’acqua ai ristori lasciando gli ultimi a secco…non ho mai visto una donna che si è fatta spingere in salita arrivare tra le prime, e poi in una gara le salite non durano tutto il percorso. Fai presente il tuo disappunto con nomi e numeri di pettoriali magari con una denuncia ufficiale, così anche i giudici che sono durante il percorso saranno più attenti, con questo non dico che non hai ragione ma non te la prendere tanto, un intero articolo è eccessivo.

  • silvio scotto pagliara

    chiedo scusa , ma il verbo trainare , cosa , vuol dire ? prendere in questo caso , una persona e tirarla ?
    O forse , viviana indicava, non era leale farsi aiutare da altri ?
    Cmq , in tutte le gare nazionali e internazionali , si è visto atlete di grande spessore farsi (trainare , nel senso fare da spalla ) e se ricordate una grande atleta si fece aiutare ,vincendo una maratona .Poi , quante volte si vedono ,atleti che si affiancano ad atlete e si fanno “coraggio” all’uno all’altra per andare avanti .
    Ripeto , e scusami Viviana , il senso del tuo dispiacere era forse che sarebbe bello , vedere atlete , andare avanti senza un’aiuto morale ,
    ma trainare , non ho visto nessuno prendere una persona x mano o tirarla con una fune .
    Naturalmente , era molto bello , ma nemmeno bello , ma era curioso sapere le tue colleghe cosa avrebbero detto e cosa da fare e non fare .
    Solo Laura , ha detto la sua :non è proprio cosi ! ma saper che davanti una collega scappa , è bello andarla a prendere !
    ciao a tutti .
    Auguri x la prossima gara Viviana.

  • carlo boccia Pozzuoli marathon

    Scusami Viviana ,la mia non era ironia, lo dicevo seriamente, perche non ho mai visto la scena che tu descrivi,in bici vedo possibilità di aiuto ma per la corsa non ci ho mai nemmeno pensato che si potesse fare.
    Faccio parte dei dannati della domenica che è sempre a lottare per il tempo e non mi accorgo di quello che succede in gare.
    Ma la risposta dell’amico Manna mi ha confermato il tuo scritto ,non posso che chiedere scusa.
    Però non do giudizio sulla cosa perchè non la capisco e nemmeno la condivido

  • maurizio Mirarchi Napoli Run

    Concordo con Viviana Celano sul fatto che non è un bel gesto sportivo farsi spingere, non tanto xche cio possa mutare la classifica (di solito chi si fa spingere è fuori classifica importante) ma in quanto gesto sportivo.
    Io credo che sia brutto a vedersi, non è scorretto nei confronti degli altri, è scorretto nei confronti di se stessi.
    Insomma ciascuno corra con le proprie gambe ….e trattiamo le donne con il rispetto che meritano.
    Alla pari ! Forze ragazze !

  • ANTONIO EVANGELISTA(SQUISITEZZA) APD ATLETICA SCAF

    CHIEDO SCUSA A TUTTE LE SIGNORE CHE SI SONO MOLTO INDIGNATE PER IL MIO COMPORTAMENTO NON CORRETTO NELLA GARA DI SOMMA VESUVIANA

  • Albino Di Filippo, Atl. Ermes

    Non mi è mai capitato di vedere quanto denunciato dalla signora Celano, ma non ho motivo per non crederle. A qualcuno i termini ‘barare, vergogna’ hanno fatto storcere il naso menzionando cose più ‘serie’: doping, scambio di pettorali, razzie di bottigliette d’acqua. Qui, nelle nostre gare dei prosciutti e dei rimborsi spesa e non delle olimpiadi e dei Camp. del Mondo, tanti atteggiamenti finiscono per il livellarsi sotto un unico emblema: correttezza e lealtà sportiva, principi questi di cui gli ‘amatori’ hanno il diritto/dovere di farsi testimoni. ‘Aiutare una collega a superare un dosso’: le donne sanno benissimo far da sole (non offendiamo le loro capacità e l’intelligenza di chi legge), quando ci sarà da valicare qualche cancello magari chiederanno il nostro aiuto e noi saremmo lieti di offrirglelo!

  • Carlo D’Ambrosio A.P.D. Atletica Scafati

    caro Antonio squisitezza , a me personalmente il tuo comportamento non mi sembra assolutamente scorretto, e spiego perche’, il fatto di dare la mano ad una collega donna non significa che la stai portando sulle spalle a vincere o come diceva l’altro collega con la bici ma e’ solo un gesto simbolico di incoraggiamento in un momento di difficolta’, ..quindi per me penso che la signora Celano sia stata un tantino eccessiva nell’esprimere il suo disappunto, con termini che e’ giusto usare in altre situazioni veramente gravi!!!
    ma tu sei stato esagerato nel chiedere scusa, probabilmente perche’ sei un atleta leale, comunque spero che sia stato solo un momento di sfogo x tutti e che gia’ dalla prossima gara correremo solo per divertirci senza polemiche inutili!! w la corsa!

  • carmine gargiulo atletica scafati

    Ciao Antonio, io non ero della gara, ma credo, come Carlo, che tu abbia esagerato nel chiedere scusa per un gesto che è stato interpretato male dalla signora Viviana. Noi tutti ti conosciamo per la tua lealtà e per la tua disponibilità verso tutti…
    A presto.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>