Alimentazione — 22 settembre 2011

Lo sport amatoriale è diventato un grande business. La ricerca ossessiva del risultato ad ogni costo viene esasperata da pressioni di tipo economico. Farmaci usati non per curare una malattia, ma per migliorare il proprio rendimento atletico a discapito di altri e falsare così l’esito di una gara. Alcuni prodotti commerciali a base di xantine, efedrina ecc. vengono scorrettamente chiamati integratori e venduti a fini ergogenici (si definisce ‘sussidio ergogeno’ qualunque mezzo per potenziare l’utilizzazione dell’energia).  L’efedrina, un alcaloide estratto da alcune piante appartenenti al genere Ephedra, ha un effetto stimolante simile a quello delle amfetamine, stimola la lipolisi  e riduce la sensazione di fatica per prove di resistenza fisica. Si tratta di sostanze che stimolano il sistema nervoso simpatico. Contemporaneamente all’assunzione di questi prodotti si presentano spesso effetti collaterali preoccupanti per la salute quali:


·               Tremori


·               Insonnia


·                Vertigini


·               Tachicardia


·               Assuefazione


·               Depressione


·               Alcuni casi morte per arresto cardiaco


Spesso l’efedrina è associata alla caffeina che ne potenzia il suo effetto. L’assunzione d’integratori è divenuta al giorno d’oggi più che altro un’abitudine, che soltanto in un numero ristretto di casi trova reale giustificazione medica: il termine ‘integratore’ sottintende infatti che vi sia qualcosa di mancante da reintegrare, e non a caso la normativa nazionale ne considera lecito l’uso di integratori nei casi di ‘ridotta sintesi’ o di ‘aumentato fabbisogno’. Va inoltre ricordato che, assieme all’allenamento, la dieta gioca un ruolo di primaria importanza nella vita e nel benessere dello sportivo e che non esistono integratori o altri prodotti in grado di controbilanciare gli effetti negativi di un’alimentazione scorretta.


 Ai farmaci e agli integratori vengono così attribuite funzioni che nulla hanno a che fare con la salute. A ciò contribuisce anche la convinzione che esista una “soluzione chimica” per diventare più forti e correre più veloci.


Lo sport deve rimanere prima di tutto un’attività volta alla promozione della salute e del benessere fisico. Avere un corpo sano e ottenere buoni risultati agonistici, nel rispetto delle proprie potenzialità atletiche, non è poi così difficile, basta soprattutto osservare una sana alimentazione e una corretta preparazione sportiva.


 


Bibliografia:
1.  
www.informazionisuifarmaci.it
2.    Williams A.D., Cribb P.J., Cooke M.B., Hayes A. ‘The effect of ephedra and caffeine on maximal strength and power in resistance-trained athletes’. Journal of Strength and Conditioning Research (2008); 22(2), 464-470.
3.    Haller C.A., Benowitz N.L. ‘Adverse cardiovascular and central nervous system events associated with dietary supplements containing ephedra alkaloids’. The New England Journal of Medicine (2000); 343: 1833-1838.
4.       Biologi Italiani anno XXXIX- N.1.
5.       Luciano CAPRINO (a), Maria Cristina BRAGAN

Share

About Author

Peluso

  • Andrea Gatti – Club Atletico Centrale

    Bravo,
    ho bandito da un decennio qualsiasi tipo di integratore, sono soldi buttati che vanno ad ingrassare le società farmaceutiche. Si insegue una panacea per qualcosa che non esiste. Non credo a nessun potere benefico di tali prodotti, per quanto riguarda i farmaci quando entro in farmacia mi sembra di stare al supermercato. Acquistate il minimo indispensabile per la salute! Meno è meglio è! Tutte porcherie!

  • Pasquale Giorio – Atleta libero

    Alla Golden Run (Stracaracciolo) di domenica scorsa mi sono chiesto se gli integratori (che ad ogni modo erano solo Mg, K e vitamine) e la pomata antiinfiammazione a base di estratti vegetali dati nel pacco gara fossero stati approvati da un medico dello sport.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>