TuttoCampania — 05 settembre 2011

Clicca per ingrandire l'immagineDopo che la Faitoxtrail ci ha fatto conoscere ed innamorare delle gare trail,la seconda edizione ci ha stregato.      
La capacita’organizzativa della prima edizione era gia’stata ottima, quest’anno ha rasentato la perfezione. 
La dedizione quasi maniacale del presidentissimo Michele Volpe ha portato miglioramenti impensabili:sul percorso in ogni punto critico c’erano volontari,come numero forse superavano i concorrenti,tutto era segnalato alla perfezione,ma dove il grande Volpe e suoi amici si sono superati è stato nel tratto finale nella faggeta,dove il percorso é stato ripulito da tutti i rami e accumuli di fogliame che avrebbero potuto intralciare la corsa degli atleti,sia quelli veloci che quelli con riflessi ormai appannati. 
A complicare ancor piu’ la vita degli organizzatori c’erano oltre la gara,le premiazioni finali dei vincitori del circuito Parkstrail Campania ed il campionato UISP Short-trail Campania.   Tutto è filato liscio alla perfezione fino alla fine delle premiazioni.    
Dopo l’inno di Mameli tutti pronti per la partenza,a darci il via è stata la bravissima Maria Guida campionessa europea di maratona.   
Da Moiano(Vico Equense)siamo arrivati ridendo e scherzando a S.Maria del Castello, fine dell’asfalto e inizio della goduria paesaggistica e sportiva.  Il panorama che s’intravede sul golfo di Positano è unico al mondo, da un punto di vista sportivo è meraviglioso correre nelle famose “tese”che portano a Positano,a meta’ di queste tese si entra nel bosco di Montepertuso,bellissimo sia tecnicamente che paesaggisticamente,passaggio nella piazzetta con sempre tante persone pronte ad incitarci,uscita da Montepertuso e qui comincia la “lievitazione naturale”verso il paradiso della conquista della cima.    
Questo tratto,dislivello piu’ di mille metri,lo possiamo dividere in tre rampe,la prima che porta alla caserma della forestale….dura,la seconda che porta all’inizio della passatoia….meno dura con tratti dove si puo’ correre (ovviamente per me, altri hanno corso quasi sempre),la terza presenta tratti con pendenze quasi impossibili.  
In tutta questa ascesa i profumi,i suoni, la bellezza della natura selvaggia ci hanno accompagnato ed incoraggiato.   Alla fine di questa arrampicata le emozioni che si portano dentro sono indelebili.    Lo scollinamento, col cambio di percorso,è “molto pericoloso”perchè la bellezza del panorama è tale che non bastano le parole e gli atleti stregati da questa bellezza non possono fare a meno di distogliere lo sguardo dal sentiero di gara per perdersi in questa meraviglia.    Si continua con una bella discesa tecnica spettacolare che alla fine ti lascia col fiato sospeso,perchè di colpo ti ributta in salita-sterrato nella faggeta….. le gambe a questo punto,sicuramente, non sono contente.  Finita quest’ultima fatica il percorso torna pianeggiante, poi l’ultima discesa finale nel tratto di faggeta “levigato”e rampetta finale prima del meritato applauso al traguardo.  
Ottimo ristoro,immediato,con dolci,cocomero,banane,vino. A seguire ristoro d’eccellenza con l’ottima pasta del grande chef Andrea,a cui va un plauso speciale perchè dopo la gara(con tutta la stanchezza)si è messo ai fornelli a cucinare.  
Complimenti all’Aequa Running perchè organizzare una gara trail e permettere a noi atleti di godere di tutta l’immensa bellezza di questi luoghi richiede un lavoro straordinario.   Cosa si puo’ chiedere di piu’ a chi organizza una gara trail?…….. NIENTE!…… GRAZIE!

Autore: Giovanni Acampora

Share

About Author

Peluso

  • bromuro fabrizio roma road runner

    ho corso diversi trail in abruzzo e nel lazio e devo dire che x me e uno dei trail + belli e organizzati del centro italia
    e devo dire che il percorso e ancora + bello rispetto a quello del anno scorso
    ora nn ci resta che attendere la primavera x il nuovo circuito
    sperando in una bella
    sorpresa di un trail invernale sempre sulla costiera sicuramente il paesaggio sara affascinante anche d’inverno

  • bromuro fabrizio roma road runner

    ho corso diversi trail in abruzzo e nel lazio e devo dire che x me e uno dei trail + belli e organizzati del centro italia
    e devo dire che il percorso e ancora + bello rispetto a quello del anno scorso
    ora nn ci resta che attendere la primavera x il nuovo circuito
    sperando in una bella
    sorpresa di un trail invernale sempre sulla costiera sicuramente il paesaggio sara affascinante anche d’inverno

  • E. Grieco_Pod. S. Giovanni a Piro-Golfo Policastro

    Per me è stato i primo trail … è stata una faticccia, ma mi sono divertito molto. Condivido in pieno l’articolo e quindi faccio i complimenti per l’organizzazione. L’unica cosa che mi viene da segnalare, sempre in uno spirito di collaborazione, è il luogo della partenza un pò “anomimo” … una gara del genere merita di meglio!! All’anno prossimo!!

  • gennaro spinelli asa detur

    di questo trail è già stato detto tutto il meritato bene, che condivido pienamente; in Campania nulla abbiamo da invidiare alle gare in montagna organizzate altrove in posti pure meravigliosi. Saluti e complimenti agli amici Michele e Biagio e a tutto lo staff, in particolare un saluto a Giuliano che saprà farsi valere nelle prossime competizioni.

  • Antonio Vassallo

    Signor Giovanni Acampora mi dispiace contraddirLa ma la perfezione è tutt’altra cosa, così come dire che “tutto è filato liscio” esprime un concetto ben lontano dalla realtà dei fatti, è difficile far passare l’espressione anche come semplice eufemismo, basti pensare a chi ha sbagliato percorso ancora una volta o agli atleti che, sebbene iscritti regolarmente e sebbene abbiano portato a termine regolarmente la gara, non sono mai stati inseriti nelle rispettive classifiche di categorie o ancora ricordare che al primi ristoro era disponibile solo acqua e non sali minerali con conseguenze per chi si è dovuto fermare e raggiungere l’area del traguardo solo dopo le 14.00 ……….., ci sarebbe anche altro ma è meglio lasciar stare. Sono d’accordo con Lei, invece, sulle bellezze quasi infinite del paesaggio ma pre fortuna quelle esistevano già prima che la gara in oggetto fosse organizzata. Antonio Vassallo

  • fabrizio bromuro roma road runners

    caro antonio nn so che gara hai fatto
    se partecipi ad un trail il rischio di perderti esiste
    x distrazione,stanchezza ma domenica
    era impossibile sbagliare percorso visto che i punti critici erano ben segnalati cn i nastri bianchi e rossi e nella faggeta cerano dei nastri di 10-20m che segnalavano il percorso
    vieni a fare qualche trail in abruzzo o nel lazio e poi ne riparlamo
    x i ristori ti informo che in parecchi trail ti consigliano l’autosufficienza proprio x qs motivo
    e poi scusami nelle maratone mi sembra che i prodotti solidi iniziano ad esserci dopo il 4-5 ristoro o sbaglio
    x il resto nn so che dirti ma nn puo essere che anche chi e arrivato regolarmente al traguardo lo abbia fatto fuori tempo massimo

  • Giovanni Acampora

    Signor Vassallo per le classifiche nn so dirLe niente chiederemo a Michele Volpe,per chi si è perso ha gia’ risposto il signor Fabrizio,piu’ di cosi’ bisogna mettere gli accompagnatori,per i ristori spero che in futuro tutti i trail siano in autosufficienza,queste gare sono diverse da quelle su strada.Le bellezze che gia’ esistevano molti di noi non le avrebbero mai conosciute se non ci fossero questi pazzi che hanno sprecato tanto del loro tempo per segnare e ripulire il percorso . Se ha notato tutto quello che c’era al primo ristoro è stato trasportato a mano visto la mancanza di strada rotabile,percio’ è giusto che ognuno pensi alla propria autosufficienza,cosi’ evitiamo di inquinare.

  • silvio scotto pagliara

    Dico la mia sua questa bella iniziativa di Mchele Volpe .
    I trail sono corse ,molto ,ma molto diverse dalle normali gare di podismo su strada . Questi eventi , sono partecipate da persone che hanno un grande senso di spirito ” individuale” ? Esempio : corrono in completa autonomia e autosuffienza “ristoro ed altro “.
    Quindi , ci vuole , per queste “nuove” iniziative in campania , una piu’ approfondita conoscenza al trail e fare tesoro delle prossime competizioni in avvenire.
    A questo , punto , scusatemi , un solo consiglio x chi si è avvicinato o vuole avvicinarsi a questi “eventi ” nuovi per molti , di apprezzare ed incitare a fare meglio ai nuovi ” organizzatori ” e di scoprire e promuovere posti nuovi in campania , terra di mare , ma anche ……di montagne favolose !!!!!!!!!!!!!!!
    ad maiora !

  • Antonio Vassallo

    Ringrazio quanti hanno voluto giustificare chi non sa rispondere da solo, quanto meno va apprezzato il Vostro spirito di sacrificio di voler svolgere il ruolo di avvocati d’ufficio. Comunque per onor di cronaca non sono stato io a perdermi, nè sono stato io ad avere problemi al primo rifornimento, ma ho riportato semplicemente la voce di chi ha incontrato lungo la gara serie difficoltà e per questo, penso, vada rispettato. Tuttavia mi sorprende la meraviglia di quanti non siano abituati ad ascoltare anche l’opinione di chi su certe cose non condivide il pensiero della maggioranza. Fino a prova contraria la libertà di pensiero e di espressione in Italia esiste ancora.
    Antonio Vassallo

  • marathon club stabia

    bellissima gara, una delle gare più belle. grazie a tutti gli organizzatori per le emozioini che ci fanno provare portandoci su quei percorsi dai paesaggi mozzafiato veramente entusiasmanti. dico che e’ tra le più belle mia viste, anche dal punto di vista organizzzativo.
    vorrei rispondere all amico Antonio Vassallo,ma se non ti sei perso e non hai avuto problemi ai riristori perche ti lamenti.in questo caso sei tu a fare l’ avvocato d’ufficio di chi ha avuto difficolta’ lungo la gara come hai citato nel tuo commento. ciao a tutti e alla prossima

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>