Atletica News slide — 16 maggio 2015

crossProseguono i successi per il team italiano ai Campionati Europei Master non stadia di atletica leggera, anche nella seconda giornata dedicata alle staffette di corsa campestre sul percorso di Castiglione della Pescaia. Dieci ori e quattro argenti, portando così il totale provvisorio a 96 medaglie (53-24-19). In una bella mattinata di sole, nella località costiera maremmana, arrivano infatti cinque vittorie maschili e altrettante femminili: la gara M45 vede come ultimo frazionista Marco Baldini, uno dei fratelli maggiori di Stefano, olimpionico di maratona ad Atene 2004. Hanno mosso insieme i primi passi, fra i due ci sono tre anni di differenza: il nuovo campione continentale master è il settimogenito, nato nel ’68, invece l’attuale direttore tecnico del settore giovanile è l’ottavo di undici figli. Per Marco era la prima esperienza internazionale tra gli “over 35”, dopo una discreta carriera assoluta (2h16 di personal best in maratona), e replica il titolo vinto ieri nella 10 km di corsa a squadre. Da qualche anno vive in Garfagnana, dove si è trasferito da Castelnovo di Sotto, nel Reggiano. Con lui, nella formazione azzurra di oggi, anche il lucchese Stefano Simi e l’emiliano Fabrizio Galassini. La categoria M50 premia un tris di atleti che si sono affrontati nelle ultime rassegne tricolori indoor e qui hanno deciso di unirsi: il bresciano Pierangelo Avigo, il teatino Domenico Caporale e il riminese Moreno Martinini. Prima di loro, in azione i più esperti: fra gli M60 la squadra d’oro è interamente targata Us Quercia Trentingrana Rovereto, con Mauro Bianchi, Luciano Moser e Bernhard Eisenstecken, mentre sul gradino più alto del podio M65 sale l’atleta di casa Renato Goretti, di Castiglione della Pescaia, insieme a due big del mezzofondo master italiano come Konrad Geiser e Dario Rappo. Nella gara M80 si aggiudica la vittoria il team con Bruno Baggia, trentino di Malè e quindi concittadino dell’astronauta Samantha Cristoforetti, che dà il cambio al vercellese Angelo Cerello e poi al trevigiano Benvenuto Pasqualini: tutti plurititolati anche nella corsa in montagna.

Al femminile, si presenta in testa al traguardo la squadra W40: Simona Prunea, di origine rumena che vive a Castiglione dei Pepoli in provincia di Bologna e ha ripreso l’attività agonistica solo due anni fa per tenersi in forma, poi la grossetana Chiara Gallorini, ex azzurra giovanile tornata alle gare da pochi mesi, e Paola Tiselli, una delle master italiane più vincenti degli ultimi anni. Tre mamme d’oro nella gara W45 con il successo per la romana Roberta Boggiatto, psicologa e maestra di tennis, seguita dalla pisana Elena Jaccheri, avvocato che si occupa di diritto di famiglia, per chiudere con Claudia Dardini, prima nella 10 km di ieri e attiva per ora solo a livello assoluto, fino al successo nella recente maratona di Trieste, due settimane fa. Tra le W35, festeggiano il titolo la romana Cinzia Altarozzi, la grossetana Micaela Brusa e l’italo-polacca Joanna Drelicharz, nata a Cracovia e residente a Nova Milanese, ex quattrocentista passata al mezzofondo. Un’atleta maremmana anche nel terzetto W50: Carolina Polvani, accompagnata in quest’avventura dalla vicentina Lucia Tagliapietra e dalla lecchese Nadia Bolis, infine sul cross W60 esultano le inossidabili Germana Babini, Alessandra Camassa e Waltraud Egger. Domani la terza e ultima giornata a Grosseto, con la mezza maratona (tre giri nel centro cittadino e arrivo al campo Zauli) seguita nel pomeriggio dalle gare più lunghe di marcia al parco di via Giotto: 20 km femminile e 30 km maschile.

CERIMONIA DI APERTURA – In chiusura della prima giornata, al campo Zauli di Grosseto, si è svolta una breve ma significativa cerimonia di apertura dell’evento. Kurt Kaschke, presidente EMA, ha consegnato il gagliardetto dell’associazione continentale master di atletica a Emilio Bonifazi, sindaco di Grosseto, e Giancarlo Farnetani, sindaco di Castiglione della Pescaia, che hanno fatto gli onori di casa. Presenti inoltre Giacomo Leone, consigliere FIDAL e vicepresidente World Masters Athletics, insieme ad Alessio Piscini, presidente FIDAL Toscana, e Silvano Giannerini, vicepresidente Banca della Maremma. Ad animare la cerimonia, una coreografia di 150 studenti del liceo scientifico di Grosseto.

Luca Cassai

RISULTATI/Results
Il medagliere italiano

Ufficio Stampa FIDAL.
Federazione Italiana di Atletica Leggera

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>