Cronaca slide — 26 febbraio 2013

ragusaSuccesso per il podista vittoriese Enzo Taranto della Pol. “No al doping” di Ragusa nella 4^ edizione dell’ ECO-Trail dei Muri a secco, svoltasi domenica 24 febbraio tra le campagne del ragusano.

L’atleta ipparino ha coperto i 13 Km e 300 metri del percorso nel tempo finale di 59 minuti e 05 secondi, dopo un lungo testa a testa con Gianluca Carfì della Padua Ragusa giunto alle sue spalle nel tempo di 59′ e 22″, quindi a completare il podio Santo Monaco della Placeolum di Palazzolo Acreide col crono finale di 1h 00′ 53″. A seguire poi va rammentato il 4° posto di Carmelo Spata della Padua Ragusa ( 1h 01’43”) 5° Giorgio  Cavalieri (Padua Ragusa) 1h 02’59”, poi via-via Fiorenzo Burragato di Acate ( 1h07’09”), Corrado Giliberto (Tre Colli Scicli) (1h08’45”), Peppe D’Agosta (No al doping Ibla) 1h08’46”, Claudio Cappello (No al doping Ibla) in 1h 09’58”, 10° il niscemese Stefano Musco tesserato OTC Como, col crono di 1h 10’14”. Tra le donne vittoria di Ester Pisani (Csain/No doping Ragusa) in 1h 30’06”, davanti all’ultramaratoneta teutonico-modicana Inge Hack (sempre presente nelle prove di fondo del ragusano,ndr…!) col crono di 1h34’38”, terza a completare il podio Luisella Pollara di Vittoria giunta la traguardo in 1h 41’19”. Tra gli OVER 55 , successo per Vincenzo di Pasquale della “No al doping” Ragusa Ibla al traguardo in 1h 15′ 21″, alle sue spalle il vittoriese Giovanni Marotta( il più anziano al traguardo) col crono di 1h 27’57”.

Una bella giornata di sole ha accolto i circa 50 partecipanti ai percorsi di Eco-Trail ed anche di Trekking/Walk trail che si snodavano tra i sentieri, le Regie trazzere e le vanelle dell’altopiano ibleo tra le contrade Conservatore e Cilone, con suggestivi passaggi a margini di due “Canyon” che circondano il capoluogo ragusano ( meglio conosciuti col nome di “CAVE”), come per l’appunto la Cava dei Modicani e la Cava della Misericordia.

Eco-Trail tutto sommato facile, se si considera il profilo altimetrico, con la maggior parte del tracciato ricavato negli altopiani sovrastanti le due Cave, e delimitati soprattutto dai caratteristici “muretti a secco”, a cui questa abituale iniziativa podistica ragusana è dedicata, anche se quest’anno la collocazione in piena stagione invernale, ha dato un tocco in più (dal punto di vista paesaggistico) alla manifestazione, col verde intenso dei prati a fare da corollario, ed anche e soprattutto un pò di “fanghetto” in più, (causa le abbondanti piogge dei giorni prima, ndr..!) che nelle corse in montagna e nei cross non guasta mai, e sono il sale stesso di tali competizioni.

Organizzazione curata dal Csain di Ragusa, in collaborazione con la “No al doping”, col prossimo appuntamento podistico nel ragusano a Sabato 16 Marzo, quando andrà in scena una “classica” del podismo amatoriale ibleo, col Memorial Ciccio Cafiso (giunto alla sua 13^ edizione), ed inserito oramai da anni, nel programma sportivo-ricreativo dei festeggiamenti in onore di San Giuseppe a Ragusa Alta, con la rinnovata Isola pedonale di Via Roma che sarà il cuore pulsante della manifestazione. Mentre per quel che riguarda la stagione dei cross e delle corse in mezzo alla natura, l’appuntamento e per domenica 3 marzo con i Campionati provinciali di Corsa Campestre a Santa Croce Camerina, per l’organizzazione della locale polisportiva UISP di coach Giovanni Occhipinti, e valida come 2^ prova del Gran Prix degli Iblei.

 

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>