TuttoCampania — 02 gennaio 2009

Che si vuole di più dalla vita? Chiudere l’anno con una garetta tra amici, in un posto splendido come Forio nella bellissima isola di Ischia. Mentre le previsioni metereologiche parlano di perturbazioni, di basse pressioni, di aria fredda proveniente dai Balcani, noi ce ne stavamo comodamente in magliettina davanti al mare a respirare quell’aria che ci è sempre piaciuta! Avete fatto molto male a non venire!
La IV Edizione della Strambata è stata anche quest’anno una festa! Tanta gente in piazza, lungo le strade, tanti i ragazzi e gli sportivi che si sono riuniti a Forio per chiudere l’anno in bellezza. Per noi che corriamo non si può pensare a un modo migliore. La mattina è stata allietata da gare per le categorie più giovani su distanze diverse mentre alle 14 è partita la gara competitiva sulla distanza di 8,3 km per complessivi tre giri del circuito. A chiudere per primi siamo stati io e Gennaro ma non mi va di parlare di vincitori, di vinti o di podi. Abbiamo fatto una corsetta in allegria, tutti insieme, senza preoccuparci troppo del tempo ma godendoci la splendida giornata che gli amici di Forio ci hanno offerto.
Mi permetto però di sottolineare il fatto che su questo circuito potrebbe uscire una gara davvero bella! Il fatto che si facciano tre giri, che si passi nella piazzetta di Forio ripetutamente e il mare come sfondo renderebbe questa gara molto ‘interessante’ se vista in chiave più seria.
Ricorderò questa edizione con particolare affetto.
 Anzitutto perché è stata l’ultima gara con i colori dell’Erco Sport (vai  con la sviolinata!). Porterò sempre nel cuore i colori rossoblu di una società che mi ha dato davvero tanto e nei confronti della quale ce l’ho sempre messa tutta, impegnandomi su vari fronti. Ho imparato molto: il forte senso di attaccamento alla maglia, lo spirito di gruppo e l’amore per l’atletica. Ho sempre ritenuto (e continuerò a farlo) Raffaele Colantuono una grande uomo e un grande Presidente. Uno che ha sempre messo gli interessi comuni davanti a quelli individuali, un esempio di coerenza e di passione per l’atletica. Credo che sia difficile incontrare una persona come lui e mi mancherà. Da parte mia ho sempre cercato di onorarne intenti e obiettivi. In linea di massima non mi sono mai tirata indietro quando era importante esserci. Di questo ne vado fiera e spero di aver lasciato un segno tangibile del mio passaggio.
Ma ricorderò la gara di Forio anche per la bella conferma che ho avuto sulla grande ospitalità degli ischitani. Non avevo nessun dubbio. Tutte le volte che ho messo piede su quest’isola mi son trovata a mio agio e spero davvero che, nonostante la distanza, possa avere tante altre occasioni di visitarla.
Quindi, Michelangelo, mettimi da parte un pettorale per il prossimo anno che mi organizzo ma forse non aspetterò il 31!! Mi sa che verrò a trovarvi qualche mese prima.

Ps.  Consentitemi l’uso illecito del sito per fare un saluto a Maria, Enzo e famiglia tutta che sono stati gentilissimi con noi. Vi abbiamo scombussolato un po’ il locale ma ci può stare! D’altronde quando la Redazione di Podistidoc va in giro il divertimento è assicurato. Mancava qualche pezzo, ma siccome Gennarino ha ormai fatto il suo esordio come speaker, possiamo considerarlo un surrogato di Marco in casi di estrema emergenza!

Autore: Sonia Marongiu

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>