Maratone e altro — 26 settembre 2013

alba24 settembre 2013, Alba – Una bellissima giornata di sole ha accompagnato la prova del percorso della quarta Ecomaratona del Barbaresco e del Tartufo Bianco d’Alba, che è stata effettuata ieri e che ha visto protagonista Michele Evangelisti, il fortissimo atleta del Triangolo Sport società organizzatrice dell’evento. Evangelisti, di origini toscane ma attualmente residente in Piemonte, è un runner di primissimo livello soprattutto sulle lunghe e lunghissime distanze, che ha già vestito la maglia azzurra nella squadra della 100 km. Reduce  dal bellissimo terzo posto alla Valle Maira Sky Marathon e pronto per la 24 Ore di Fano del 5 ottobre, Michele ha testato ieri il tracciato di gara della Ecomaratona che lo vedrà sicuro protagonista il prossimo 3 novembre.

Insieme al presidente di Triangolo Sport Massimo Casagrande e Mario Forelli, collaboratore della società sportiva albese e forte atleta master, Evangelisti ha potuto fornire ottime indicazioni sul tracciato che senza dubbio non deluderà i partecipanti alla gara, che oltre alla 42 chilometri prevede anche la 21 e una camminata con degustazione di 10. La corsa, oltre ad Alba che sarà sede di partenza e arrivo, coinvolge anche i comuni di Barbaresco, Treiso e Neive e si snoda sulle splendide colline che dominano le Langhe. I corridori avranno l’opportunità di misurarsi su un tracciato misto, che offrirà ogni tipo di difficoltà e divertimento: asfalto sia in salita che in discesa e con alcuni tratti di piano, sterrato su buona parte del tracciato soprattutto in salita, con rampe decisamente tecniche e impegnative, ma mai troppo lunghe. I runner attraverseranno angoli paesaggistici di rara bellezza: correranno fra le vigne delle Langhe, in mezzo ai boschi delle alture albesi e fra i centri storici dei comuni che verranno attraversati. Michele Evangelisti, al termine del test, ha dato il suo parere: “Un percorso scorrevole e con dei panorami mozzafiato, fra vigne e noccioleti…una meraviglia che ti fa sentire meno la fatica! Non è la solita 42 chilometri fra case e strade asfaltate, ma una corsa nel bel mezzo della natura. E’ certamente una gara per tutti, perchè ci sono due percorsi da scegliere e perchè è una gara particolare, che ti fa vivere le emozioni della maratona insieme a quelle del trail. Una corsa però non estrema, per la quale non è necessario un particolare equipaggiamento“. Anche Massimo Casagrande ha espresso tutto il suo apprezzamento per un tracciato di gara che ogni anno si rivela sempre più interessante: “Quest’anno abbiamo solo alcune piccole modifiche al percorso che andranno ad agevolare i partecipanti. Abbiamo infatti eliminato quei pochi passaggi che ci sembravano troppo complessi e abbiamo così reso la gara ancora più accessibile, ma sempre molto impegnativa“.
GUARDA IL VIDEO DELLA PROVA DEL PERCORSO
GUARDA LA FOTOGALLERY DELLA PROVA DEL PERCORSO
Già molti atleti si sono iscritti alla quarta Ecomaratona del Barbaresco e del Tartufo Bianco d’Alba: fino al 30 settembre sarà possibile effettuare l’iscrizione alla maratona, alla mezza o alla camminata, a prezzi agevolati. A questo link tutti i dettagli.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>