Curiosita — 06 novembre 2008

‘ E’ bello scoprire che un qualificato esponente del mondo dello sport e della poesia si sia appropriato di quegli ideali che hanno ispirato i massimi esponenti della cultura dell’antica Grecia offrendo a tutti noi una poetica chiave di lettura che va ben oltre il puro fatto agonistico. Armonia, ritmo, bellezza, emozioni, pathos, esaltazioni, delusioni, sentimenti che da sempre hanno ispirato le culture dell’uomo fin dalla sua apparizione sulla Terra e che costituiscono anche il patrimonio di ogni gesto atletico, vengono assimilati e trasfigurati dall’Autore in un’originale silloge di 100 poesie (proprio come i mitici 100 metri!), tutte sulle varie specialità dell’Atletica, i cui contenuti sono espressi in versi limpidi, asciutti, essenziali che fanno perfettamente capire come l’Atletica sia il linguaggio universale che da sempre abbatte ogni tipo di discriminazione, da quella etnica a quella ideologica, da quella confessionale a quella economica.’ Sono le parole scritte dall’olimpionico di Roma 1960, Livio Berruti, per celebrare il neonato e affascinante libro di Ennio Buongiovanni ‘E POI LO SPARO 100 poesie di atletica’ Edit Vallardi.

Il poeta, giornalista pubblicista sportivo, specializzato in atletica leggera e da anni collaboratore di riviste di settore, ha già ricevuto prestigiosi riconoscimenti per le sue composizioni e ha anche pubblicato ‘Campaccio e dintorni, cinquanta anni di storia’ che racconta mezzo secolo di vita di uno dei cross più popolari del mondo. Ennio Buongiovanni, che è anche tecnico istruttore Fidal ed ex atleta di categoria amatoriale nel mezzofondo e nella maratona, è il promotore del concorso di poesia LIBERA IL POETA CHE C’E’ IN TE’. Appassionato di poesia, è stato allievo dei maestri Antonio Porta e Maurizio Cucchi.

‘ ricevetti via email un estratto delle cento poesie. – scrive il Presidente del CRL Alessandro Castelli nella prefazione – Ne fui immediatamente affascinato: il cross, il saltatore con l’asta, il giavellotto e ancora tanti altri momenti e protagonisti del nostro sport. Dovevamo assolutamente trovare un editore innamorato dell’atletica e subito pensammo a Roberto Vallardi .Non so quanti lettori riusciremo a conquistare, però sono certo che tra i tanti nostri atleti, tecnici, dirigenti, giudici e anche genitori che sono coinvolti, a livelli diversi, nell’avventura dell’atletica e che alle volte si chiedono “chi me lo fa fare” possano trovare in queste pagine la risposta per continuare a farlo. Dopo una giornata sui campi di gara, una delle tante nostre giornate, alle volte interminabili, – conclude Castelli – prima di addormentarvi, aprite a caso una pagina di questo libro, leggete una di queste poesie e troverete almeno un buon motivo per continuare a coltivare la dedizione per questo nostro sport, sport difficile, di sacrificio ma “senza fine” . Proprio come quel saltatore con l’asta “…che non scese più sulla terra”.

Autore: G.C.

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>