TuttoCampania — 15 maggio 2011

Dominio marocchino alla terza edizione del Trofeo Città di Cercola intitolato alla memoria di Salvatore Laureto, organizzato con il patrocinio del Comune di Cercola dal Marathon Club Neapolis Vesevo. Abdelkebir (Podistica il Laghetto) e Meryem Lamachi (Running Club Futura Roma) hanno vinto in scioltezza la 10km alle falde del Vesuvio rispettivamente con il tempo di 00:30:56 e 00:36:06. Ai Lamachi anche il premio per il traguardo volante posto ai 5km valido come Memorial Salvatore Laureto. Tra i maschi il secondo posto, con il tempo di 00:31:25, è andato a Gilio Iannone (Esercito), campione italiano in carica dei 1500. L’azzurro si è incollato al marocchino Abderrafii Roqti (Podistica il Laghetto) e lo ha superato in progressione negli ultimi 250 metri una volta entrato sulla pista di atletica del centro sportivo G. Piccolo. Per Roqti piazza d’onore e tempo di 00:31:32. Dietro a Meryem Lamachi si è invece piazzata Khadija Laourissi con il crono di 00:36:52. Ad Alessandra Insogna (Amici del Pod. Maddaloni)  la terza piazza, tempo 00:37:27.
I familiari di Salvatore Laureto, podista ucciso nel 2008 da un pirata della strada mentre si allenava, hanno voluto assegnare premi speciali ai primi arrivati, maschio e femmina, della categoria M50 alla quale apparteneva lo sfortunato atleta della Amatori Vesuvio. Sono risultati vincenti gli atleti Andrea Maresca (Mov. Sportivo Bartolo Longo) e Adele Novara (Marathon Club Stabia).
Sono partito ad un ritmo alto – spiega Abdelkebir Lamachi per controllare la gara dall’inizio dal momento che ho un problema al ginocchio e temevo potesse darmi fastidio impedendomi di spingere. Ho preso subito un buon vantaggio che per fortuna sono riuscito a gestire fino al termine. Sono contento anche perché venivo da una settimana di carico. A Villa Literno la prossima settimana cercherò di fare un altro passo avanti verso la forma migliore‘. Sicuramente in forma Gilio Iannone che ha scelto Cercola per svolgere un buon allenamento in vista dei prossimi appuntamenti in pista: ‘Ho interpretato la gara come un allenamento e sono soddisfatto della prestazione ottenuta su strada. Il mio obiettivo è di arrivare in condizioni per conservare il titolo di campione italiano dei 1500 anche se sarà difficile, ma ci proverò‘. Iannone è anche tra gli azzurri in lizza per la partecipazione alle Olimpiadi di Londra 2012.
Anche Meryem Lamachi ha un obiettivo e per questo sta lavorando duramente: ‘Prima di tutto faccio i complimenti agli organizzatori per la bella gara di oggi. Il mio sogno è di poter disputare i mondiali e sto lavorando per giocarmi le mie carte‘. Meryem attualmente è una delle atlete più veloci del panorama nazionale.
Il Trofeo Città di Cercola si è aperto sabato pomeriggio con le gare dedicate ai bambini e con un insolito gemellaggio tra corsa e pallacanestro. Nel campo all’aperto, e in leggera pendenza, alle spalle del Municipio si sono affrontate due squadre composte da cestisti cercolesi, vecchie glorie e giocatori ancora in attività. La stracittadina ha avuto l’onore di essere aperta da un testimonial  d’eccezione, il General Manager della Pepsi Caserta Antonello Riva che ha alzato la prima palla a due. ‘E’ sempre una emozione – ha dichiarato Rivapresenziare a manifestazione di questo genere perché il basket cosiddetto playground è la palestra nella quale ci siamo formati un po’ tutti. Ogni volta che assisto ad eventi all’aperto torno con la mente alla mia gioventù. Complimenti agli organizzatori e a tutti gli appassionati del nostro bellissimo sport‘.
La due giorni di sport cercolese ha goduto del sostegno degli sponsor ‘PASTIFICIO ARTIGIANALE LEONESSA‘, ‘SYDEX‘, ‘AUTOIMMAGINE‘ e, per la parte tecnica, LEGEA. ‘Grazie al sostegno delle aziende che ci sono state vicinedichiara il presidente del Marathon Club Neapolis Vesevo Enrico Russosiamo riusciti ad organizzare la terza edizione del trofeo. L’anno prossimo cercheremo di coordinarci fin dall’inizio con i commercianti e realizzare in partenza una manifestazione che comprenda l’evento sportivo e la ‘Bancarellata’ organizzata dagli amici dell’Ascom‘.


 

Autore: Francesco Pezzella – Ufficio stampa

Share

About Author

Peluso

  • lorenzo vanacore run lab

    bellissima gara complimenti all’organizzazione unica pecca il sistema di cronometraggio che era un pò in difficoltà con gli atleti

  • armando de mare napoli nord marathon

    bene la gara, ma cronometraggio e post gara da migliorare. e i risultati: dove li leggiamo?

  • elio totaro asd erco sport

    in una gara ben organizzata segnalo la mancata premiazione della categoria MM60…..un vero peccato attendere oltre le ore 12,00 inutilmente.diamo la giusta importanza a queste categorie.Dalla MM55 a salire ci sono tanti podisti di valore che rappresentano un vero esmpio per i piu’ giovani ma spesso vengono un po’ snobbati.

  • alessandro garatto podistica marcianise

    Ciao volevo chiedere agli organizzatori o ai giudici di gara come mai io con il pettorale N263 (guarda foto di podistidoc)ed ho impiegato 41.08 non sono inserito nella classifica?…..Grazie

  • enzo scotti n.n.m.

    non sono inserito neanche io con tempo di 44.10

  • czzolino vincenzo erco sport

    io ,sannino salvatore e rivieccio ciro tutti dell’erco sport non stiamo in classifica?

  • Paolo Ottaiano ASD Marathon Club Neapolis Vesevo

    A nome del gruppo Dirigenti della scrivente Associazione, siamo fortemente dispiaciuti degli inconvenienti causati in merito al mancato inserimento di diversi atleti nella classifica individuale.
    Ciò nonostante tutti i ns. puntuali impegni per ottimizzare i servizi dall’iscrizione on line ( Pizzano con nessun problema), ai giudici Fidal ( di cui non si capisce quali sono i loro compiti pur pagando 560

  • Lucia Avolio Napoli Nord Marathon

    Oggi che riesco a vedere la classifica non posso esimermi dal mandare questo messaggio, già annunciato agli organizzatori con una mail.
    Io, Lucia Avolio, domenica a Cercola, Pettorale F16 sono giunta settima sulle donne, dietro a Filippa Oliva pettorale F17. Ci siamo ritrovate rispettivamente scalate di un posto, per cui io ottava e Filippa settima, precedute da Tafuri Maria Teresa del Club Vai.La signora che su una 10 km impiega solitamente 1h18′ (vedi classifica 4°Memorial Lombardi del 27/03/2011) avrebbe impiegata ben 40.59, cavoli… C’è di più: la Sig.ra correva con il pettorale n. 201 (riscontrabile dal sito di Pizzano) ma il numero in questione era indossato da un uomo, come si può rilevare dal file di foto fatte da Velluso, foto n. 206. Il tutto per dire, che sicuramente sarà stato un errore fatto in buona fede, ma poichè ci sono premi in denaro, è nell’interesse di tutti noi, e anche di chi poi è veramente arrivata decima sulle donne, che in questo caso si ritroverebbe senza l’assegnazione del giusto premio, che vengano fatte le opportune verifiche e rettifiche. Grazie.

  • Michele Alfano – Ficr Salerno

    Come ho scritto nella nota presente nella classifica pubblicata, sono fortemente rammaricato dell’accaduto. Il sistema di rilevamento, come già scritto sopra dal sig. Ottaviano, ha avuto dei problemi nella fase più concitata della gara ( quando si è creata la lunga coda lungo l’imbuto). In realtà noi siamo organizzati per quest’eventualità. Infatti, come anche in questo caso, tutti i passaggi sono stati rilevati anche con il cronometro scrivente ed utilizzando i numeri di pettorale
    presi dai giudici di gara (responsabili della gara e delle classifiche) per abbinare quelli non rilevati elettronicamente. In questo modo, anche se con ritardo, possiamo stilare la classifica correttamente. E’ la prima volta da quando faccio questo tipo di gare che i giudici non fanno questo lavoro per tutto lo svolgimento della gara ed io non ne ero stato informato sicchè non ho potuto abbinare ai pettorali i tempi rilevati solo manualmente.
    Per quanto riguarda il pettorale 201, nell’elenco degli iscritti è stato associato a TAFURI MARIA TERESA. Il passaggio del 201 è stato rilevato anche dai giudici di gara e non risulta fosse una donna (indicano con una ‘F’ le donne). E’ quanto meno evidente anche dalla foto segnalata dalla signora Lucia Avolio. Anche se la variazione è stata fatta in buona fede, non è stata comunicata prima della partenza e pertanto va squalificato il pettorale.
    Questo commento non è una giustifica alla non corretta gestione della gara da parte nostra e chiedo nuovamente scusa a nome dell’associazione.

  • Raffaele Cerciello ASD Amatori Vesuvio

    Provo, a nome del Sodalizio che rappresento, ad elencare quanto ho potuto riscontrare da un primo esame della classifica che solo oggi è stata pubblicata: Di Luca Gioconda Pett. 922 erroneamente classificata con Marathon club Neapolis Vesevo anzichè Amatori Vesuvio;
    oltre a Di Luca altri 14 nostri atleti non risultano con la possibilità di pregiudicare la classifica di Società. Il punteggio attribuito alla Ns. squadra risulta inferiore ai punti effettivamente segnati (27040 anzichè 28276).
    Invito pertanto codesta organizzazione ad adoperarsi per far si che il G.G.G. adotti le doverose verifiche, riservandomi di ricorrere nelle sedi opportune.

  • BERTONE ERCOSPORT

    COMPLIMENTI X LOTTIMA OGANIZZAZIONE E GRAZIE A PAOLO X AVERCI FATTO PRESENTE CHE IL DEMERITO DI QUALCHE GROSSA SFASATURA E COLPA DI PERSONE POCO COMPETENTI NOI ATLETI SPESSO CI SCAGLIAMO CONTRO LE SOCIETA COME IN QUESTO CASO .GRAZIE PAOLO.

  • Menale Marco Arca Atletica Aversa

    ripubblicate una classifica palesemente sballata. Errare è umano perseverare è diabolico …… tradotto ci fate o ci siete…….

  • Paolo Ottaiano ASD Marathon Club Neapolis Vesevo

    Caro Marco credo che solo i cronometristi incaricati potranno risolvere il problema.
    In caso contrario noi siamo più rammaricati di te e di tutti gli atleti non inseriti nella classifica per ovvi motivi ed in primis della perdita d’immagine del ns. evento sportivo al quale abbiamo dedicato immensa fatica e soldi per offrire a tutti gli iscritti il meglio che potevamo.
    Sperando in una soluzione, cordialmente ti saluto.

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>