Anteprima slide — 20 marzo 2013
Sono 7 in tutto gli azzurri che, domenica 24 marzo, rappresenteranno l’Italia alla quarantesima edizione dei Mondiali di corsa campestre in programma a Bydgoszcz (Polonia), dove sono iscritti 456 atleti (248 uomini e 208 donne) di 47 Paesi. La Direzione Tecnica federale ha convocato la formazione juniores maschile al completo che, oltre a Nekagenet Crippa, Italo Quazzola e ai gemelli Lorenzo e Samuele Dini, vedrà schierati gli allievi Yemaneberham Crippa e Yohannes Chiappinelli. A livello femminile, invece, prima maglia azzurra per la tricolore assoluta di campestre Touria Samiri che parteciperà a titolo individuale alla rassegna iridata. La Nazionale, con il DT giovanile Stefano Baldini, partirà alla volta della Polonia, venerdì 22 marzo. XL Campionati del Mondo di cross
Bydgoszcz (Polonia), 24 marzo 2013
La squadra italiana/Italian TeamDONNE/Women
Touria SAMIRI (Nuova Atletica Fanfulla Lodigiana)

UOMINI/Men
Juniores
Yohannes CHIAPPINELLI (Montepaschi UISP Atletica Siena)
Yemaneberham CRIPPA (G.S. Valsugana Trentino)
Nekagenet CRIPPA (G.S. Valsugana Trentino)
Lorenzo DINI (Atletica Livorno)
Samuele DINI (Atletica Livorno)
Italo QUAZZOLA (Atletica Piemonte ASD)

ISCRITTI/Entries
ORARIO/Timetable

Share

About Author

Peluso

  • Marco Cascone

    In bocca al lupo Ragazzi. E in bocca al lupo a Stefano Baldini…

  • aniello lerro

    domenica si svolgeranno i mondiali di cross appena tre mesi dopo i campionati europei,dove tutti ricordano la prestazione di lalli e di meucci ma anche di tutta la squadra, a quel punto facevano ben sperare per una squadra competitiva ai mondiali ma qui la grande delusione l’italia non è presente con la categoria assoluta maschile ,lasciando da parte quella femminile che oramai ci siamo abituati, ma io dico dove sono i nostri specialisti del cross?possibile che non siamo piu in grado di schierare atleti validi?ma i soldi che il coni e la fidal investe per la programmazione per questi eventi dove vanno a finire? oppure si affronta mai ai vertici tecnici cosa succede?se come anche in questa edizione vediamo i piu giovani presenti e meritevoli ma un domani dove andranno a finire? e se Lalli e meuci che dovevano essere i nostri punti di forza perchè uno risulta infortunato perchè doveva preparare la maratona di roma e l’altro sta in america a gareggiare su strada, la federazione quali investimenti ha fatto su atleti del genere? purtroppo domande che difficilmente avranno una risposta esaudiente, comunque faccio un grosso in bocca al lupo ai piu giovani che dovranno difendere i nostri colori, per la gara assoluta faremo solo da spettatori…………………….. lerro aniello

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>