Atletica News — 04 settembre 2009

Dopo i mondiali di Berlino ad agosto, anche quest’anno i big dell’atletica leggera internazionale si daranno appuntamento a Rieti per il 39° Iaaf Grand Prix Meeting.  Il direttore del Meeting di Rieti 2009 ,Sandro Giovannelli, rimarca l’importanza della trentanovesima edizione che si svolgerà domenica 6 settembre, come tradizione, allo stadio ” Raul Guidobaldi”, con inizio alle ore 16,30.
” ll Meeting rivestirà un ruolo strategico per molti atleti che avranno un’ultima chance di ottenere punti per la qualificazione alle World Athletics Final di Thessaloniki , in programma il 12 e 13 settembre, e che di fatto chiuderanno la stagione 2009  con i migliori protagonisti dell’anno post olimpico”.
Dopo tante difficoltà incontrate per la realizzazione del meeting, cosa si auspica per domenica sera?
” Quest’anno- continua Giovannelli- abbiamo incontrato molti ostacoli
economici e spero che, dopo le fatiche, il pubblico risponda ed accorra
numeroso per un evento che riesce ogni anno a veicolare il nome di Rieti in Europa e nel mondo.”

Ci saranno dei cambiamenti quest’anno?

 “Il Meeting è stato necessariamente messo in piedi puntando ad un
contenimento delle spese mantenendo comunque alto il livello dei
protagonisti. L’atleta più atteso sarà sicuramente il giamaicano Asafa
Powell, che già nell’edizione 2007 fermò il cronometro a 9’74 stabilendo il record del mondo dei 100 metri, fra l’entusiasmo del pubblico. Gli iscritti sono circa 190, 100 uomini e 90 donne , 60 medagliati tra olimpionici e campioni del mondo, che si sfideranno in pista e in pedana, per regalare emozioni”.
Sempre sul rettilineo dei 100 metri, si schiereranno i protagonisti della staffetta 4×100 d’oro giamaicana con Michael Frater (1982, personale 9″97), e Nesta Carter (1985, 9″95 di personale) primatista mondiale con la 4×100 olimpica di Pechino 2008 (37″10). Occhi puntati anche sul bronzo di Berlino nei 200 metri, lo statunitense Wallace Spearmon (1984, personale sui 100 di 9″96), e sullo sprinter di Trinidad Marc Burns (1983, personale di 9″96). Una corsia è prenotata anche dall’azzurro di Cernusco , da anni cittadino di Rieti, Simone Collio, che cercherà di confermare il suo buon momento e avvicinarsi al personale di 10″06.
Il meeting avrà comunque altri grandi protagonisti come spiega Giovannelli,” Gara tutta da seguire domenica pomeriggio sarà quella dei 1500 femminili che vedrà schierato il podio di Berlino al completo con Maryam Yusuf Jamal (Bahrain), Lisa Dobrieskey (Gran Bretagna) e Shannon Rowbury (Stati Uniti), rispettivamente oro (con 4:03.74), argento e bronzo il 23 agosto scorso” .
Tutta da vivere anche la gara degli 800 maschili che sarà una ghiotta rivincita della finale di Berlino. Protagonisti i tre atleti saliti sul podio. Il sudafricano Mbulaeni Mulaudzi,campione mondiale con 1:45.29 e argento olimpico ad Atene 2004; Alfred Kirwa Yego, keniano, campione del mondo ad Osaka 2007 e bronzo olimpico a Pechino 2008, vincitore a Rieti nella scorsa edizione con il tempo di 1:44.69; e Yousuf Saad Kamel, altro keniano ma naturalizzato del Bahrein, figlio del due volte campione del mondo a Roma 1987 e Tokio 1991, Billy Konchellah.

Autore: Fidal Lazio

Share

About Author

Peluso

Questo Sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca sul link con l'informativa estesa. Se chiudi questo banner, acconsenti all'uso dei cookie INFORMATIVA COOKIE

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close

>